Concorsi categorie protette sanità settembre 2023

Ecco tutti i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023. Chi può partecipare ai concorsi, come fare e a quali tutele si ha diritto durante le prove.
 - 
02/09/2023

Quali sono i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023? Dove posso consultare i bandi? Con quali requisiti posso partecipare? Ho delle tutele particolari per lo svolgimento delle prove? (scopri le ultime notizie su categorie protetteLegge 104diritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Tutti i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023

Per settembre 2023, non sono previsti concorsi prettamente riservati alle categorie protette nel settore sanitario.

Tuttavia, visto che le categorie protette possono partecipare a qualsiasi tipo di concorso, te li segnaliamo comunque.

Ovviamente non otterrai le stesse agevolazioni previste con la Legge 68/99, ma comunque hai diritto a delle tutele in quanto persona invalida, come ad esempio l’esonero dalla prova preselettiva se hai una invalidità uguale o superiore all’80 per cento o alla possibilità di richiedere ausili o tempi supplementari per lo svolgimento delle prove.

Attenzione: leggi bene i bandi per verificare la richiesta dell’idoneità alla mansione, prevista per la maggior parte dei concorsi pubblici.

Ecco quindi la tabella con tutti i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023, in cui ti riportiamo il titolo del concorso, la località, i posti a disposizione e il link alla pagina di approfondimento o al bando:

Titolo del concorsoEnte/LocalitàPosti a disposizione (nessuno nello specifico per categorie protette)Informazioni/Bando di concorsoScadenza
InfermiereCentro residenziale per anziano di Cittadella15Bando di concorso30 settembre 2023
Tecnico sanitario di laboratorio biomedico e di radiologia medicaASL Ligure n. 328Pagina ufficiale4 settembre 2023
InfermieriASST Valtellina e Alto Lario30Bando di concorso22 settembre 2023
Tecnico di prevenzione nell’ambiente e nei luoghi di lavoroATS della Brianza di Monza27Bando di concorso24 settembre 2023
Tecnico sanitario di laboratorio biomedicoAzienda ospedaliera regionale “San Carlo” di Potenza23Bando di concorso24 settembre 2023
InfermiereIPAB Chiampo5Bando di concorso7 settembre 2023
Tecnico sanitario di radiologia medicaASST “Rhodense” di Garbagnate Milano3Bando di concorso10 settembre 2023
InfermiereASU FC di Udine7Bando di concorso11 settembre 2023
InfermiereASST di Crema13Pagina ufficiale11 settembre 2023
OstetricaASST Grande Ospedale Metropolitano Niguarda3Bando di concorso15 settembre 2023
OstetricaFondazione IRCCS San Gerardo dei Tintori di Monza10Bando di concorso21 settembre 2023
InfermiereASP del Basso Lodigiano di Codogno2Bando di concorso21 settembre 2023
Tecnico sanitario di laboratorio biomedicoASL 1 Liguria13Bando di concorso21 settembre 2023
Assistente sanitarioATS della Brianza di Monza6Bando di concorso24 settembre 2023
Tecnico sanitario di laboratorio biomedico e tecnico sanitario di radiologiaASST Fatebenefratelli Sacco di Milano10Bando di concorso25 settembre 2023
OSSCasa di riposo “Guizzo Marseille”3Bando di concorso25 settembre 2023
Tabella con i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Chi sono le categorie protette L. 68/99

Rientrano nelle categorie protette Legge 68/1999 le seguenti persone:

  • invalidi di guerra, invalidi civili di guerra e invalidi per servizio;
  • vedove, orfani, profughi ed equiparati ad orfani, nonché vittime del terrorismo e della criminalità organizzata.

Ecco quali sono i diritti dei lavoratori invalidi e cosa rischiano i datori di lavoro se non assolvono ai propri obblighi e non li rispettano.

Cos’è il collocamento mirato

La Legge 12 marzo 1999, n. 68 ha introdotto le procedure di collocamento mirato, ovvero una serie di strumenti che tutelano i soggetti portatori di disabilità.

In particolare, gli strumenti di collocamento mirato permettono di valutare adeguatamente le persone con disabilità nelle loro capacità lavorative e di inserirle nel posto di lavoro adatto attraverso una serie di analisi valutative.

In Italia, i servizi di collocamento mirato sono erogati dai Centri per l’Impiego tramite apposite liste.

Scopri la procedura per collocamento mirato e accertamento della disabilità e come trovare più facilmente lavoro.

Come ci si iscrive

La lista di collocamento mirato è un elenco pubblico con i nominativi delle persone disabili e appartenenti alle categorie protette ordinate secondo una graduatoria, dalla quale vengono scelte le persone per le assunzioni obbligatorie.

In particolare, per iscriversi alla lista collocamento mirato delle categorie protette e accedere ai relativi servizi è necessario:

  • essere disoccupati;

Qual è la percentuale di lavoratori disabili da assumere per legge? Vediamo insieme come funziona il collocamento obbligatorio e i doveri del datore di lavoro.

La quota di riserva

La “quota di riserva” prevede che un numero di posti previsti dal concorso pubblico venga riservato agli appartenenti delle categorie protette.

Inoltre, la quota può essere riconosciuta al momento di approvazione della graduatoria anche se il disabile, qualora privo dello stato di disoccupazione, fosse in possesso di tale condizione al momento della presentazione della domanda.

Ti mostriamo quali sono i requisiti per la riserva di posti nel pubblico impiego alle persone con disabilità iscritte alle liste di collocamento mirato.

Concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023
Concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023. Nella foto: un orologio sopra un foglio con un test per concorso

Requisiti di ammissione ai concorsi

I candidati appartenenti alle categorie protette dovranno indicare nella domanda di partecipazione, oltre ai requisiti necessari e obbligatori per tutti i candidati, anche:

  • categoria di appartenenza.

Quali sono le tutele nei contratti per lavoratori disabili? Ne parliamo in questo approfondimento.

Documenti da allegare alla domanda di partecipazione

Il bando indica espressamente quali sono i documenti da allegare alla domanda di partecipazione.

In particolare, si richiede di allegare:

  • certificazione rilasciata dalle competenti autorità con l’indicazione della tipologia e grado di invalidità, in originale oppure in copia semplice dichiarata conforme all’originale in proprio possesso;
  • se richiesta espressamente, fotocopia non autenticata di idoneo documento di riconoscimento in corso di validità, ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 45/2000.

Tutto quello che devi sapere in merito a lavoratori disabili e sicurezza: la normativa nazionale ed europea di riferimento, i doveri del responsabile della sicurezza, gli interventi sul luogo di lavoro per l’accessibilità e la sicurezza dei lavoratori disabili.

FAQ (domande e risposte)

Posso ricevere assistenza durante lo svolgimento delle prove per i concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre 2023?

Sì, i candidati iscritti alle categorie protette che hanno bisogno di essere assistiti durante le prove scritte ne devono dare comunicazione all’ente banditore indicando l’ausilio necessario in relazione al proprio handicap e l’eventuale necessità di tempi più lunghi.

Inoltre, queste richieste vanno documentate allegando alla domanda di partecipazione un’apposita certificazione rilasciata dalla competente struttura sanitaria. Infine, il bando indica in ogni caso la corretta procedura da seguire.

I concorsi per categorie protette nel settore sanitario a settembre2023 prevedono l’esonero dalla prova preselettiva?

Ci sono numerosi concorsi in cui i candidati con invalidità superiore all’80% sono esonerati dalla prova preselettiva.

In ogni caso, eventuali esoneri da una o più prove di un determinato concorso sono sempre indicati nel bando.

Quali sono le categorie protette definite nell’articolo 1?

L’articolo 1 stabilisce una serie di categorie protette, che includono persone con disabilità, vittime di discriminazione, lavoratori con malattie croniche o invalidità, ex detenuti e molti altri. L’obiettivo principale è assicurare che queste persone abbiano pari opportunità di accesso al lavoro e siano tutelate da eventuali discriminazioni.

Cosa dice l’articolo 18 sulle categorie protette?

L’articolo 18 della legge italiana riguarda la tutela dei lavoratori e prevede specifiche garanzie per le categorie protette. In particolare, questo articolo sancisce che i datori di lavoro non possono licenziare un lavoratore protetto senza una giusta causa, offrendo così una maggiore sicurezza occupazionale a queste persone.

Quali sono le offerte di lavoro per le categorie protette?

Le offerte di lavoro per le categorie protette sono posizioni lavorative riservate esclusivamente a persone appartenenti a tali categorie. Queste offerte mirano a promuovere l’inclusione sociale e l’occupazione di individui che potrebbero incontrare maggiori difficoltà nel trovare lavoro a causa delle loro specifiche condizioni personali o di salute.

Quali sono gli svantaggi delle categorie protette?

Gli svantaggi delle categorie protette possono riguardare la percezione negativa da parte di alcuni datori di lavoro, che potrebbero essere riluttanti ad assumere persone con determinate caratteristiche personali o di salute. Questa situazione può portare a una maggiore difficoltà nel trovare lavoro per le persone appartenenti a queste categorie. Tuttavia, è importante sottolineare che gli svantaggi sono superabili e che esistono normative e programmi volti a favorire l’occupazione di queste persone e a garantire la loro piena integrazione nella società lavorativa.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sul lavoro tutelato:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.