Invalidità civile, agevolazioni per l’acquisto della casa

Invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto della casa: tutte le possibilità per risparmiare sull’acquisto di una casa per persone invalide.
 - 
03/08/2023

Se sono stato riconosciuto invalido civile, posso ottenere degli sconti per comprare casa? Cosa è previsto in merito a invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto di una casa? (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto di una casa

Comprare casa o ristrutturarla è sempre un passo importante, soprattutto per una persona disabile o per i familiari che se ne prendono cura.

Sono però previste delle agevolazioni, per permettere a queste categorie di persone di affrontare questo passo più serenamente.

Nel dettaglio, con l’invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto di una casa, puoi:

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

  • ottenere detrazioni non specificamente dirette alle persone disabili, ma alle quali puoi benissimo accedere anche tu, in presenza anche di altri requisiti.

Andiamo quindi a esaminare ogni singola opportunità a tua disposizione.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Plafond casa

Il Plafond casa, non è stato prorogato, avrebbe permesso di ottenere mutui a condizioni agevolate a chi possiede determinati requisiti reddituali o sociali.

Era possibile ottenere anche il Plafond casa per persone con disabilità. In questo caso, è rivolto ai nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile ai sensi della Legge 104. Questa categoria, ha la priorità nell’erogazione dei fondi.

Il Plafond casa permette di ottenere mutui garantiti da ipoteca a tassi vantaggiosi rispetto a quelli applicati agli altri finanziamenti normalmente disponibili sul mercato.

Il plafond casa potrebbe essere riproposto nel 2024.

Prestiti ai pensionati INPS fino a 90 anni: è possibile sottoscriverne uno? Ecco le banche convenzionate e come funziona.

Per cosa si può chiedere

Puoi richiedere il Plafond casa per una delle seguenti finalità:

  • l’acquisto di immobili residenziali, preferibilmente se si tratta di abitazioni principali appartenenti alle classi energetiche A, B o C;

I tassi agevolati vengono applicati sia sui mutui a tasso variabile che su quelli a tasso fisso.

Vediamo quali sono le strategie più efficaci per ridurre la rata del mutuo troppo alta.

Quanto puoi ottenere

Con il Plafond casa puoi ottenere:

  • fino a 100 mila euro per gli interventi di ristrutturazione volti all’accrescimento dell’efficienza energetica;
  • fino a 250 mila euro per l’acquisto di immobili residenziali appartenenti alle categorie energetiche indicate sopra;
  • fino a 350 mila euro per interventi congiunti di acquisto e di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica sulla stessa abitazione.

Se la spesa totale per la quale richiedi il Plafond casa non supera i tetti massimi di questi importi, il finanziamento può coprire il suo intero ammontare.

Vediamo quali sono e cosa prevedono le agevolazioni con Legge 104 per ristrutturare casa: a chi spettano e come ottenerle.

Quanto dura il piano di finanziamento

La durata del Plafond casa varia in base alla finalità per la quale richiedi il finanziamento, ovvero:

  • può avere una durata di 10 anni se il finanziamento è concesso per gli interventi di ristrutturazione con accrescimento dell’efficienza energetica;
  • per quanto riguarda il mutuo agevolato concesso al fine di acquistare un immobile residenziale appartenente a una delle classi energetiche A, B o C, può avere una durata di 20 o 30 anni, indipendentemente dal fatto che sia prevista o meno anche la relativa ristrutturazione.

Il piano di ammortamento, solitamente prevede il pagamento di rate semestrali.

Prestito con pensione di invalidità: vediamo se è possibile e quali sono i prodotti finanziari a cui puoi accedere.

Altre agevolazioni con Plafond casa

Oltre al mutuo agevolato, con Plafond casa per persone con disabilità hai l’esenzione dal pagamento di:

  • imposta sostitutiva;
  • imposta ipotecaria;
  • imposta catastale;
  • imposta di bollo;
  • inoltre, è prevista la riduzione delle spese di istruttoria.

Vediamo se esistono delle soluzioni per ottenere prestiti a persone invalide che sono cattivi pagatori e come fare eventualmente a ottenerli.

Come ottenerlo

Per ottenere il Plafond casa, devi innanzitutto recarti presso una banca aderente alla convenzione tra l’ABI e la Cassa Depositi e Prestiti.

Puoi consultare qui l’elenco delle banche aderenti messo a disposizione dall’ABI.

Una volta che avrai scelto a chi rivolgerti, la procedura richiede la compilazione di un apposito modulo fornito dalla banca stessa e chiamato “Richiesta di mutuo ipotecario a banche su provvista cassa depositi e prestiti S.p.A”.

Sul modulo devono essere riportate le condizioni che giustificano la richiesta dell’agevolazione.

Dovrai poi allegare la documentazione attestante la certificazione dello stato di famiglia e la condizione di disabilità del portatore di handicap Legge 104/1992.

Modulo per il mutuo agevolato con Legge 104: come si compila? Scoprilo in questo approfondimento.

Cosa succede dopo la richiesta

Per il Plafond casa 2023 sono stati stanziati 430milioni di euro. L’accesso al Plafond è quindi permesso fino a esaurimento delle risorse stanziate.

Una volta che avrai fatto richiesta del finanziamento, la banca eseguirà come di prassi l’accertamento della documentazione e dei requisiti necessari per accedervi.

Se tutto andrà bene e se ci sono ancora finanziamenti disponibili, sarai contatto dalla stessa banca per comunicarti l’approvazione del finanziamento.

Prestito con accompagnamento: cerchiamo di capire se è possibile richiedere un finanziamento in possesso della sola indennità di accompagnamento.

La legge di bilancio 2023 ha previsto altri bonus casa per il nuovo anno appena cominciato: vediamo quali sono.

Prestito senza barriere agli invalidi civili: vediamo come funziona, come si richiede e cosa prevede. 

Altre agevolazioni

Come abbiamo anticipato, ci sono poi delle agevolazioni sull’acquisto della casa che non sono rivolte specificamente alle persone invalide, ma alle quali puoi comunque accedere se possiedi i requisiti. Vediamo quali sono.

Gli sgravi fiscali

Gli sgravi fiscali con la Legge 104 per comprare casa sono sostanzialmente quelli previsti per tutti coloro che vogliono acquistare la prima casa.

Nel dettaglio, puoi avere una riduzione sull’imposta di registro del -7%, variabile in base al valore stabilito dal catasto dell’immobile, in caso di acquisto da un privato o da un’azienda che vende senza applicare l’IVA.

Per questa transazione (compravendita) l’imposta ipotecaria e l’imposta catastale sono fisse e ammontano a 50 euro.

Se invece decidi di comprare direttamente da un’impresa costruttrice, avrai uno sconto Iva dal 10% fino al 4%, ma dovrai pagare un’imposta di registro, ipotecaria e catastale, di 200 euro ciascuna.

Bonus prima casa

Così come per il 2022, anche per il 2023 si potrà beneficiare del Bonus prima casa per l’acquisto di immobili destinati ad abitazione principale.

È previsto uno sconto delle imposte dovute:

  • se il venditore è un privato o un’impresa che vende in esenzione Iva, si dovrà pagare l’imposta di registro proporzionale nella misura del 2 per cento, l’imposta ipotecaria fissa di 50 euro e l’imposta catastale fissa di 50 euro;
  • nell’ipotesi in cui l’acquisto avvenga da imprese, con applicazione dell’IVA, l’aliquota applicata è del 4 per cento e sono dovute le imposte di registro, ipotecarie e catastali in misura fissa, pari a 200 euro.

requisiti da rispettare sono i seguenti:

  • l’abitazione deve rientrare nelle categorie catastali: A/2 (abitazioni di tipo civile); A/3 (abitazioni di tipo economico); A/4 (abitazioni di tipo popolare); A/5 (abitazioni di tipo ultra popolare); A/6 (abitazioni di tipo rurale); A/7 (abitazioni in villini); A/11 (abitazioni e alloggi tipici dei luoghi);
  • devi avere o stabilire la tua residenza nel Comune in cui è situato l’immobile entro 18 mesi (può essere anche il Comune in cui lavori);
  • non devi essere titolare di altro immobile nello stesso Comune o aver acquistato l’altro immobile con lo stesso bonus prima casa, in tutto il territorio nazionale.

Quest’ultimo requisito ha un’eccezione: l’agevolazione spetta anche nel caso di un precedente acquisto che rientra tra i benefici del bonus prima casa a patto che l’immobile posseduto sia venduto entro un anno.

Prima casa per militari e Forze dell’Ordine: ecco agevolazioni, limiti e divieti.

Bonus casa under 36

Regole più vantaggiose sono previste per i giovani di età inferiore a 36 anni. Se sei una persona disabile under 36 e vuoi acquistare casa, puoi approfittare di queste agevolazioni.

Il Decreto Sostegni bis ha introdotto il cosiddetto Bonus casa per under 36, agevolazione che è poi stata prorogata fino al 31 dicembre 2022 dalla Legge di Bilancio del Governo Draghi.

La legge di bilancio 2023, ripropone l’agevolazione fino al 31 dicembre 2023. Due sono i requisiti per poter beneficiare dell’agevolazione:

  • non devi aver compiuto i 36 anni di età nell’anno di stipula del rogito (atto notarile);
  • il valore del tuo ISEE non deve essere superiore a 40.000 euro.

Se hai questi requisiti, hai diritto alle seguenti agevolazioni:

  • per le compravendite non soggette a IVA, esenzione dal pagamento dell’imposta di registro, ipotecaria e catastale;
  • per gli acquisti soggetti a IVA, oltre all’esenzione dalle imposte di registro, ipotecaria e catastale, riconoscimento di un credito d’imposta di ammontare pari all’Iva corrisposta al venditore.

In questo articolo ti mostriamo quali sono i migliori mutui a tasso fisso attualmente presenti.

Bonus case green

Un’ulteriore novità della legge di bilancio 2023, oltre alla proroga del Bonus casa per giovani under 36, è il cosiddetto Bonus acquisto case green.

A partire dal 1° gennaio e fino al 31 dicembre 2023 è prevista una detrazione IRPEF del 50 per cento dell’importo dell’IVA sull’acquisto.

L’agevolazione spetterà per gli acquisti di case che rientrano nelle classi energetiche A o B e vengano comprate direttamente dal costruttore.

Si tratta degli immobili dotati di cappotto termico fonti energetiche rinnovabili o quelli dotati di pannelli isolanti. Gli importi potranno essere portati in detrazione in 10 rate annuali.

Come funziona il Bonus condizionatori 2023 senza ristrutturazione? È possibile usufruirne anche senza lavori di ristrutturazione? Come richiederlo e chi ne ha diritto? Tutti i dettagli nell’articolo.

Invalidità civile e agevolazioni per l'acquisto della casa
 Invalidità civile, agevolazioni per l’acquisto della casa

Invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto della casa: la tabella riassuntiva

Ecco una tabella riassuntiva di tutte le agevolazioni sull’acquisto della prima casa a cui puoi accedere:

Tipo di AgevolazioneBeneficiariCaratteristiche dell’Agevolazione
Plafond casaPersone con disabilità– Permette di ottenere mutui a condizioni agevolate a chi possiede determinati requisiti reddituali o sociali. – Rivolto ai nuclei familiari di cui fa parte almeno un soggetto disabile ai sensi della Legge 104.
– Fornisce mutui garantiti da ipoteca a tassi vantaggiosi.
Sgravi fiscaliPersone con disabilità e familiari– Riduzione dell’imposta di registro del -7% per l’acquisto da privato o azienda senza IVA.
Sconto sull’IVA fino al 4% per l’acquisto da impresa costruttrice.
– Esenzione dal pagamento di diverse imposte, tributi e diritti.
Bonus prima casaTutti coloro che vogliono acquistare la prima casa– Sconti sulle imposte di registro, ipotecaria e catastale per l’acquisto di immobili destinati ad abitazione principale.
– Requisiti: categoria catastale dell’immobile, residenza nel Comune dell’immobile entro 18 mesi, non essere titolare di altro immobile nello stesso Comune.
Agevolazioni giovani under 36Disabili under 36 con Legge 104 e ISEE inferiore a 40.000 euro– Esenzione o credito d’imposta sulle imposte per compravendite non soggette a Iva o soggette a IVA, rispettivamente.
Bonus case greenTutti coloro che acquistano case classificate come energeticamente efficienti (classe energetica A o B) e comprate direttamente dal costruttore.– Detrazione IRPEF del 50% dell’importo dell’Iva sull’acquisto.
– Valido dal 1° gennaio al 31 dicembre 2023. – Importi portabili in detrazione in 10 rate annuali.
Invalidità civile e agevolazioni per l’acquisto della casa: la tabella riassuntiva

FAQ (domande e risposte)

Posso avere agevolazioni per ristrutturare casa se sono una persona invalida?

Se sei una persona invalida, potresti avere diritto a delle agevolazioni per la ristrutturazione della tua casa. Esistono specifiche normative e incentivi dedicati a migliorare l’accessibilità e la vivibilità dell’abitazione per le persone con disabilità.

Ho diritto al bonus mobili ed elettrodomestici se sono una persona invalida?

Assolutamente sì! Se sei una persona invalida e hai diritto alle agevolazioni per l’acquisto della prima casa o la ristrutturazione, puoi beneficiare anche del bonus mobili ed elettrodomestici. Questo bonus ti permette di ottenere uno sconto fiscale sull’acquisto di mobili e elettrodomestici per arredare la tua abitazione. Ricorda di informarti sulle modalità e i requisiti necessari per ottenere questo beneficio.

Esistono mutui agevolati per persone disabili?

Assolutamente sì, esistono mutui agevolati dedicati alle persone con disabilità. Questi mutui offrono condizioni particolarmente vantaggiose per agevolare l’acquisto o la ristrutturazione della casa. Prima di procedere con la richiesta del mutuo, ti suggeriamo di rivolgerti alle banche o agli istituti di credito che offrono prodotti finanziari specifici per le persone disabili, in modo da ottenere tutte le informazioni necessarie.

Posso sospendere le rate del mutuo per la prima casa se sono invalido?

Assolutamente sì, se sei una persona invalida e hai un mutuo per la prima casa, potresti avere la possibilità di sospendere temporaneamente le rate. Questa opzione è prevista dalla Legge 104, che prevede diverse agevolazioni per i lavoratori con disabilità e i loro familiari.

Come posso richiedere un mutuo con la Legge 104?

Per richiedere un mutuo con la Legge 104, dovrai seguire alcuni passaggi semplici ma importanti. Innanzitutto, verifica se la banca o l’istituto di credito presso cui desideri fare la richiesta offre specifici mutui agevolati per le persone con disabilità. Successivamente, dovrai presentare la tua certificazione di invalidità (Legge 104/92) e altri documenti richiesti dalla banca. È consigliabile rivolgersi direttamente a un consulente finanziario esperto in materia per essere guidati nella procedura e assicurarti di ottenere il mutuo più adatto alle tue esigenze.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.