Spese notaio per persone disabili, quali sconti

Spese dal notaio per persone disabili: vediamo cosa prevede la legge sul “Dopo di noi” in merito alla possibilità di ottenere esenzioni e agevolazioni fiscali sulle spese notarili dopo la morte dei genitori o dei familiari che si prendevano cura della persona con disabilità.
 - 
19/09/2023

Spese del notaio per persone disabili: vediamo cosa prevede la legge sul “Dopo di noi” in merito alla possibilità di ottenere esenzioni e agevolazioni fiscali sulle spese notarili dopo la morte dei genitori o dei familiari che si prendevano cura della persona con disabilità (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Spese del notaio per persone disabili: cosa riporta il “Dopo di noi”

Chi paga le spese del notaio per persone disabili, quando muoiono i genitori o i familiari che li assistevano? Come si possono garantire i diritti dei disabili quando restano da soli?

Nel panorama legale italiano, vi sono diverse disposizioni che riguardano atti e agevolazioni per le persone disabili, le quali meritano una tutela sociale adeguata.

Una di queste normative è la legge sul “Dopo di noi” (Legge 112/2016), entrata in vigore nel giugno 2016.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Questa legge si prefigge di fornire risposte concrete alle esigenze delle persone con disabilità grave, soprattutto dopo la scomparsa dei genitori o dei familiari.

In alcuni casi, è necessario rivolgersi a un notaio per garantire che gli atti e le agevolazioni per le persone disabili abbiano pieno valore. Approfondiamo questo argomento chiave.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Esenzioni e agevolazioni fiscali

La legge sul “Dopo di noi” prevede una serie di esenzioni e agevolazioni fiscali per le spese dal notaio per persone con disabilità, tra cui:

  • agevolazioni sulle imposte di registro, ipotecaria e catastale, esenzione dall’imposta di bollo per vari atti e documenti;
  • deducibilità parziale di erogazioni liberali;
  • donazioni e altri atti a titolo gratuito;

I Comuni possono anche offrire agevolazioni IMU su beni oggetto di trust o fondi speciali.

Il Ministro Locatelli ha espresso la sua opinione a riguardo dei figli disabili durante e Dopo di noi in un’intervista. Vediamo cosa ha detto.

Dopo di noi e atti a causa di morte

L’Agenzia delle Entrate ha chiarito che le agevolazioni fiscali si applicano anche agli atti mortis causa, come i testamenti.

Questa interpretazione è in linea con l’obiettivo della normativa di promuovere l’autonomia delle persone disabili e la loro piena inclusione sociale.

Legge Dopo di noi: scopri cosa prevede la legge a sostegno dei disabili privi di sostegno familiare e perché è importante.

Cosa si intende per disabili gravi nel “Dopo di Noi”

Le disabilità gravi, secondo questa legge, non includono le conseguenze del normale invecchiamento o patologie legate alla senilità, ma si riferiscono a patologie di tale gravità da rendere necessaria un’assistenza costante e completa.

Queste condizioni comportano menomazioni fisiche e sensoriali che limitano l’autonomia personale in modo significativo.

Disabilità e non autosufficienza: cosa significa, differenze e agevolazioni. Tutti i dettagli in questo approfondimento.

Verifica della disabilità per le agevolazioni fiscali

Per ottenere agevolazioni fiscali, è fondamentale sottoporre la persona affetta da disabilità a una valutazione multidimensionale da parte di un’équipe di esperti nel settore.

Solo attraverso un’analisi approfondita delle necessità del soggetto si può determinare l’idoneità per tali agevolazioni.

Potrebbe anche interessarti conoscere quanto costa una badante notturna. Scopri quali sono le spese da sostenere per l’assunzione secondo i contratti collettivi.

Il Trust per le persone disabili

Uno degli strumenti previsti dalla legge è il trust, un meccanismo legale tipico dei paesi anglosassoni.

Con un atto notarile, una persona può decidere di affidare beni del proprio patrimonio a un trustee (amministratore o tutore legale), sia una persona fisica o giuridica, con l’obiettivo di amministrare tali beni nell’interesse di un beneficiario specifico o per uno scopo determinato.

Questo strumento consente di utilizzare i beni solo per scopi ben definiti, in questo caso, la tutela delle persone disabili.

Il trust è ora più rilevante nel nostro ordinamento, grazie alla legge sul “Dopo di noi”.

Per garantire il successo del trust, è fondamentale conoscere i dettagli della vita quotidiana della persona disabile, che diventano cruciali dopo la scomparsa dei genitori o dei familiari che se ne occupavano.

Il disponente – colui che istituisce il trust – conferisce tutti i poteri al trustee per assicurare che lo scopo del trust sia attuato.

Anche il genitore può assumere il ruolo di trustee, ma è essenziale stabilire cosa accadrà in caso di decesso del trustee, prevedendo la nomina di un nuovo fiduciario.

Come tutelare il patrimonio di un figlio disabile? Ecco gli strumenti concessi dalla legge “dopo di noi” e come attivarli.

Spese del notaio per persone disabili
Spese del notaio per persone disabili. Nella foto: un notaio timbra un documento

Vincolo di destinazione per le persone disabili

A differenza del trust, il vincolo di destinazione è specificamente disciplinato dal legislatore.

La sua costituzione deve avere un interesse meritevole di tutela per l’ordinamento giuridico, cosa che non presenta problematiche quando si tratta di tutelare le persone con disabilità grave.

Questo vincolo può essere posto su beni immobili e beni mobili iscritti in pubblici registri per realizzare gli interessi della persona disabile fino alla sua morte.

L’atto notarile è necessario e deve essere trascritto nei registri immobiliari, come previsto dalla legge.

Scopri come funziona nel dettaglio, come può essere costituito e le figure coinvolte nel trust per persone disabili con il Dopo di Noi.

Consulenza notarile e “Dopo di Noi”

Per ottenere agevolazioni fiscali per persone con severe e gravi disabilità, è consigliabile consultare un notaio per comprendere i dettagli e pianificare adeguatamente.

Inoltre, un notaio può offrire consigli sulla pianificazione patrimoniale e suggerire gli strumenti più idonei per tutelare le persone più vulnerabili. La consulenza notarile è essenziale per garantire una corretta applicazione della legge.

FAQ (domande e risposte)

Cosa significa “Dopo di noi”?

“Dopo di noi” è un termine che indica una particolare disposizione legale che riguarda la tutela e la pianificazione del futuro delle persone con disabilità intellettive o cognitive, una volta che i loro genitori o tutori legali non siano più in grado di prendersi cura di loro.

Chi può beneficiare della legge “Dopo di noi”?

La legge “Dopo di noi” è pensata per le persone con disabilità intellettive o cognitive che richiedono assistenza continua nella vita quotidiana e che, una volta diventate adulte, non possono più essere completamente autosufficienti. Questa legge mira a garantire una protezione a lungo termine per queste persone dopo la scomparsa o l’incapacità dei genitori o dei tutori legali.

Quali sono gli obiettivi principali della legge “Dopo di noi”?

La legge “Dopo di noi” ha due obiettivi principali:

Assicurare che le persone con disabilità intellettive o cognitive continuino a ricevere l’assistenza necessaria dopo la scomparsa o l’incapacità dei loro genitori o tutori legali.

Garantire una pianificazione adeguata al loro futuro, compresa la scelta di un luogo di residenza appropriato e la gestione delle risorse finanziarie necessarie per la loro cura.

Quali sono le principali disposizioni della legge “Dopo di noi”?

La legge “Dopo di noi” prevede diverse disposizioni, tra cui:

  • la creazione di un “Piano di sostegno personalizzato” che identifica le esigenze specifiche della persona con disabilità e le modalità per soddisfarle.
  • La possibilità di istituire un “Fondo di garanzia” per assicurare il finanziamento delle spese necessarie per l’assistenza della persona con disabilità.
  • La nomina di un “Amministratore di sostegno” che si occupa della gestione delle risorse finanziarie e dell’attuazione del Piano di sostegno personalizzato.

La scelta di un “Luogo di residenza” adeguato alle esigenze della persona con disabilità.

Come posso avviare il processo previsto dalla legge “Dopo di noi”?

Per avviare il processo previsto dalla legge “Dopo di noi,” è necessario rivolgersi ai servizi sociali del proprio comune o all’ASL (Azienda Sanitaria Locale) di competenza. Sarà poi avviata una valutazione delle esigenze della persona con disabilità per definire il Piano di sostegno personalizzato e avviare le altre procedure previste dalla legge.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1