Come viene assunto un lavoratore disabile

Le aziende con più di 14 dipendenti devo riservare una quota di posti di lavoro alle categorie protette. Scopri come viene assunto un lavoratore disabile.
 - 
06/12/2022

Come viene assunto un lavoratore disabile: ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla richiesta di riconoscimento dell’assunzione ai sensi della Legge 68/99 (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le altre guide complete di IED. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Le aziende con più di 14 dipendenti devono riservare una quota di posti di lavoro alle persone disabili. Il numero di persone disabili da assumere è dato dal conteggio, tra i dipendenti, di tutti i lavoratori assunti con contratto di lavoro.

Questa legge è stata introdotta per garantire alle persone disabili pari opportunità di lavoro. Scopriamo, quindi, nel dettaglio come viene assunto un lavoratore disabile.

Indice:

Come viene assunto un lavoratore disabile: la quota di riserva e i soggetti tutelati

Prima di entrare nel dettaglio di come viene assunto un lavoratore disabile, vediamo che cos’è la quota di riserva e quali sono i soggetti tutelati.

Per facilitare la popolazione disabile a entrare nel mondo del lavoro, il governo ha messo in atto una serie di misure. Una di queste misure è l’obbligo per i datori di lavoro con più di 14 dipendenti di riservare una quota variabile di posti di lavoro a persone disabili.

Questa quota deve essere rispettata a livello nazionale e sono possibili compensazioni tra aziende dello stesso gruppo. Inoltre, i datori di lavoro di particolari settori produttivi sono esclusi da questo obbligo.

Queste misure mirano ad aumentare le opportunità di lavoro per le persone disabili e a promuovere l’inclusione sociale.

In questa categoria rientrano gli invalidi civili, gli invalidi del lavoro, i ciechi, i sordomuti, gli invalidi di guerra e di servizio. Questi individui possono non essere in grado di competere per un lavoro in senso tradizionale, ma ciò non significa che non abbiano competenza da offrire.

Con il giusto sostegno, possono diventare membri produttivi della società. L’obiettivo delle norme è creare opportunità per queste persone, in modo che possano condurre una vita piena e significativa. Inoltre, le norme contribuiscono a garantire che questi membri vulnerabili della società siano trattati con dignità e rispetto.

Per saperne di più su come viene assunto un lavoratore disabile, ti consigliamo la visione di questo video-guida:

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Come viene assunto un lavoratore disabile: il processo

Come vengono assunti i disabili? Il disabile disoccupato, completati gli accertamenti sanitari necessari, può accedere ai servizi del collocamento mirato attraverso l’iscrizione a un apposito elenco.

Il datore di lavoro, entro 60 giorni dal momento in cui sussiste l’obbligo di assunzione, può assumere il disabile attraverso una richiesta nominativa di avviamento o stipulare convenzioni che stabiliscono tempi e modi dell’adempimento.

Sono previsti specifici incentivi economici per l’assunzione di disabili.

Per legge, inoltre, i datori di lavoro sono tenuti ad adottare misure ragionevoli per i dipendenti con disabilità, che possono comprendere la modifica di strutture o attrezzature esistenti, l’introduzione di cambiamenti nel luogo di lavoro o l’adeguamento delle mansioni.

Con l’approvazione di questa normativa, i lavoratori disabili possono ottenere maggiori opportunità di svolgere un impiego significativo e di contribuire con le loro competenze alla forza lavoro.

Accertamenti sanitari

La valutazione delle condizioni di disabilità è un processo importante che viene svolto dalle commissioni mediche istituite presso le ASL.

Queste commissioni utilizzano criteri basati sul profilo socio-occupazionale e sulla diagnosi funzionale. Tengono anche conto della valutazione della documentazione medica preesistente.

Inoltre, queste commissioni effettuano esami sanitari per verificare la permanenza della condizione di disabilità. Come viene assunto un lavoratore disabile: Tutele, diritti e orario di lavoro per invalidi

Elenchi e graduatorie

La registrazione dei disabili disoccupati presso gli uffici territoriali competenti è fondamentale per consentire un servizio di collocamento mirato.

Attraverso la registrazione, infatti, è possibile valutare le capacità e le predisposizioni lavorative dei soggetti che si trovano in stato di disoccupazione. In questo modo, diventa più facile rispondere alle esigenze del mercato fornendo le giuste competenze.

L’istituzione di una graduatoria unica è importante anche perché permette di prendere in considerazione tutti coloro che hanno diritto a usufruire del servizio, senza eccezioni. In altre parole, questo sistema garantisce una maggiore equità e imparzialità nei confronti di chi intende usufruire del servizio.

Come viene assunto un lavoratore disabile: Devo dire al datore di lavoro che sono invalido?

Avviamento al lavoro

Come si assume una categoria protetta? Secondo la legge, i datori di lavoro sono obbligati ad assumere i lavoratori disabili che soddisfano i requisiti dimensionali per la posizione. L’assunzione deve avvenire entro 60 giorni dalla data di maturazione dei requisiti dimensionali.

In caso di mancata assunzione entro questo termine, gli uffici competenti inviano il disabile all’azienda secondo l’ordine di graduatoria della qualifica richiesta o di un’altra concordata con il datore di lavoro.

Questo sistema garantisce che i lavoratori disabili abbiano pari opportunità nel mercato del lavoro e che possano competere su un piano di parità con gli altri lavoratori.

Come viene assunto un lavoratore disabile: Invalidità totale e lavoro sono compatibili?

Convenzioni

Le convenzioni tra i datori di lavoro e gli uffici competenti possono stabilire programmi di inserimento lavorativo mirato con scadenze prolungate e modalità di assunzione specifiche.

Tali convenzioni possono prevedere il coinvolgimento di soggetti terzi per concordare interventi finalizzati all’assunzione della persona disabile presso soggetti ospitanti (cooperative sociali, imprese sociali, ecc.), ai quali l’azienda si impegna ad affidare commesse di lavoro.

In questo modo, sia il datore di lavoro che l’ufficio possono intraprendere azioni specifiche per facilitare l’accesso al lavoro della persona disabile. Tali accordi possono anche motivare il datore di lavoro a investire in adattamenti del posto di lavoro e in altre misure che potrebbero consentire alla persona disabile di svolgere le proprie mansioni lavorative.

Come viene assunto un lavoratore disabile: Tutele per gli invalidi sul posto di lavoro

Come viene assunto un lavoratore disabile
Come viene assunto un lavoratore disabile?

Come viene assunto un lavoratore disabile: richiesta di riconoscimento assunzione

Nell’ambito di come viene assunto un lavoratore disabile, la richiesta di riconoscimento dell’assunzione ai sensi della Legge 68/99 consiste nella compilazione della richiesta di riconoscimento dei lavoratori collocati ai sensi della Legge 68/99, che consente di conteggiare il lavoratore nella quota di riserva prevista dalla normativa.

È importante sottolineare che il riconoscimento dell’assunzione è possibile se la richiesta dell’azienda perviene in anticipo, contestualmente o entro 60 giorni dalla data di assunzione. Se la richiesta perviene dopo 60 giorni dalla data di assunzione, il riconoscimento può essere concesso per l’invalidità civile con una percentuale di invalidità pari o superiore al 60% e per l’invalidità del lavoro con una percentuale pari o superiore al 34% (Circolare Ministeriale 66/2001).

Come viene assunto un lavoratore disabile: Esonero lavoro notturno invalidi, come funziona

Per compilare correttamente la domanda, è indispensabile indicare la denominazione, l’indirizzo e il numero di matricola dell’azienda, nonché il nome, la data di nascita e il codice fiscale dei lavoratori. Occorre inoltre specificare il tipo di contratto stipulato (a tempo determinato o indeterminato), la data di formalizzazione e la sua durata. Infine, è necessario indicare se esistono riconoscimenti precedenti concessi da altre aziende e, in caso affermativo, la loro data.

Ha diritto al riconoscimento dell’invalidità civile il dipendente con verbale di invalidità civile di data non anteriore a 36 mesi, o diversa data di revisione indicata nel verbale di invalidità civile, rispetto alla data di presentazione della domanda, se antecedente, o di impiego con percentuale di invalidità minima del 46%.

Come viene assunto un lavoratore disabile: Cambio lavoro per categorie protette: come funziona

Se la data del verbale è antecedente ai 36 mesi (o alla diversa data di revisione), il riconoscimento dell’impiego è subordinato alla visita medica di accertamento della permanenza della condizione invalidante. Tale visita stabilirà se il dipendente ha ancora diritto al riconoscimento dell’invalidità civile.

La certificazione di permanenza dello stato invalidante non è necessaria nel caso di persone riconosciute cieche civili o sordomute.

Ecco le 5 guide preferite dagli utenti:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.