Da patente normale a speciale: come convertirla (l’iter)

Vediamo come puoi convertire la patente normale in patente speciale in caso di sopraggiunta invalidità.
 - 
26/01/2023

Per convertire la patente normale in patente speciale devi sostenere nuovamente l’esame di guida? È necessario fare sia l’esame orale che la pratica? Quanto costa prendere la patente speciale? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

In caso di sopraggiunta invalidità, la patente normale non può permetterti di circolare alla guida di un veicolo o di un motoveicolo.

È necessario quindi prendere la patente speciale B (per gli autoveicoli) o la patente speciale A (per i motoveicoli).

In questo approfondimento ti spieghiamo come convertire la patente normale in patente speciale.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

Come convertire la patente normale in patente speciale?

Se hai già una patente di guida, per convertire la patente normale in patente speciale dovrai sostenere solo la prova pratica e non l’esame orale.

La prova pratica è necessaria per testare l’uso di adattamenti eventualmente necessari e prescritti dalla Commissione Medica dell’ASL.

Quindi, i passi da compiere per il rinnovo sono i seguenti:

  • prenotare una visita di idoneità alla guida presso la tua ASL territoriale di riferimento;
  • presentarti alla visita di fronte alla Commissione Medica con tutta la documentazione rilasciata da un medico specialista e attestante la malattia invalidante. Se hai una protesi, è opportuno presentare anche la certificazione di qualità rilasciata dalla ditta costruttrice;
  • una volta che la Commissione Medica ti avrà rilasciato la certificazione di idoneità alla guida, in cui verranno elencati eventuali adattamenti necessari per l’automobile, dovrai recarti presso una scuola guida o la Motorizzazione per prenotare un esame di guida per patente speciale;
  • una volta sostenuto l’esame, ti verrà rilasciata la patente speciale.

Come vedi, non devi sostenere un esame orale. Ma come si svolge l’esame di guida pratica per prendere la patente speciale? E quali sono i costi che dovrai sostenere?

In questo approfondimento ti spieghiamo quando non viene data la patente speciale a chi percepisce indennità di accompagnamento.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Come si svolge la prova pratica per convertire la patente normale in patente speciale?

La prova pratica per convertire la patente normale in patente speciale deve essere effettuata su un veicolo adattato secondo le indicazioni contenute nel certificato di idoneità rilasciato dalla Commissione Medica.

Purtroppo, spesso né le autoscuole né la Motorizzazione hanno i veicoli adattati per questi tipi di esami pratici (per esempio frizione automatica, freno manuale o acceleratore manuale). In questo caso, se non è a disposizione il mezzo, dovrai prima acquistarlo, per poi utilizzarlo per l’esame pratico di guida.

Ricorda che, se hai la Legge 104 e sei portatore di handicap grave, hai diritto a delle agevolazioni importanti sull’acquisto del veicolo e sugli adattamenti dell’auto per disabili.

Nel dettaglio, puoi ottenere l’Iva agevolata al 4% (anziché al 22%) e la detrazione del 19%: ti spieghiamo tutto in questo approfondimento.

In questo approfondimento vediamo come utilizzare le agevolazioni per l’acquisto dell’auto con la Legge 104 e a chi intestare l’automobile.

Cosa succede se la Commissione medica non rilascia l’idoneità per convertire la patente normale in patente speciale?

Può succedere che la Commissione medica dell’ASL rilasci invece un certificato di non idoneità alla guida e che quindi tu non riesca a convertire la patente normale in patente speciale.

La non idoneità non ti può permettere di rimetterti alla guida. La Commissione, in questo caso, decide proprio la tua inidoneità a guidare una vettura.

Se si verifica questa situazione, puoi:

  • sottoporti, a tue spese e previa richiesta, a nuova visita medica presso gli organi sanitari periferici della Rete ferroviaria Italiana SpA, inviando un modulo precompilato per la richiesta della visita con raccomandata A/R. In questo caso, il costo della certificazione di idoneità alla guida conclusiva è di 250 euro;
  • proporre ricorso al Tar, entro 60 giorni dalla data della notifica del provvedimento;
  • proporre ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, entro 120 giorni dalla data della notifica del provvedimento.

Il documento di non idoneità deve essere allegato al ricorso stesso ed è importante farselo rilasciare dopo la visita.

Puoi presentare ricorso anche nel caso in cui non accetti gli adattamenti eventualmente prescritti dalla Commissione Medica dell’ASL.

I disabili possono guidare anche un mezzo a due ruote. Vediamo quali sono i requisiti per le persone con disabilità che guidano scooter.

Convertire la patente normale in patente speciale
Da patente normale a speciale: nella foto il primo piano del volante di una macchina.

Quanto tempo è valida la patente speciale?

Dopo aver visto come convertire la patente normale in patente speciale e cosa fare nel caso in cui la Commissione Medica dell’ASL rilasci un certificato di non idoneità, vediamo qual è la durata della patente speciale.

La durata massima di una patente speciale è di 5 anni. Diciamo “massima” perché, in base alla tipologia della patologia invalidante, la Commissione medica può anche decidere un tempo minore per il suo rinnovo.

Tuttavia, il decreto legge n. 90 del 14 giugno 2014, convertito in Legge 114 dell’11 agosto 2014, ha stabilito che, per le persone affette da patologie non degenerative e quindi stabilizzate (ovvero che non peggiorano con il tempo) e che quindi non necessitano della modifica delle prescrizioni o delle limitazioni, i successivi rinnovi della patente speciale potranno essere effettuati senza passare dalla visita della Commissione Medica.

Quindi: nel caso in cui tu non soffra di una patologia degenerativa e la tua invalidità sia stabilizzata, la Commissione potrà decidere che potrai rinnovare la patente dopo 10 anni e senza passare dall’ASL, dalle autoscuole o dalle agenzie di pratiche auto: come tutti gli altri patentati, praticamente.

In questo articolo spieghiamo quando una persona disabile non può avere la patente di guida.

Quanto spendo per convertire la patente normale in patente speciale?

Il costo della pratica per convertire la patente normale in patente speciale con il solo esame di guida pratica è compreso tra i 370 e i 450 euro.

Nei prezzi sono inclusi anche i costi per le prove pratiche effettuate con veicolo adattato e istruttore.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.