Invalidità civile patologie tiroide

È possibile avere invalidità civile e patologie della tiroide? Scopri quando ciò può avvenire e come richiedere l'invalidità.
 - 
08/09/2023

Invalidità civile e patologie della tiroide: vediamo nel dettaglio quando è possibile effettuare la richiesta (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Quando si può richiedere l’invalidità civile con le patologie della tiroide?

Recentemente, sono circolate notizie su vari siti web riguardanti un presunto “bonus tiroide” fornito dall’INPS. Tuttavia, è importante sottolineare che queste notizie sono completamente infondate, poiché non esiste alcuna misura specifica di questo tipo destinata alle persone affette da patologie della tiroide.

La tiroide è una ghiandola importante situata nella parte anteriore del collo, e svolge un ruolo cruciale nella regolazione del metabolismo attraverso la produzione di ormoni.

Quando questa ghiandola produce troppi ormoni (ipertiroidismo) o troppo pochi (ipotiroidismo), possono verificarsi diverse malattie e condizioni patologiche, che possono avere un impatto significativo sulla salute del paziente.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Dal punto di vista medico-legale, ciò che assume importanza non sono tanto le patologie tiroidee in sé, ma piuttosto le conseguenze patologiche che possono derivarne. Queste conseguenze possono essere così gravi da causare una vera e propria condizione di invalidità, che può essere valutata dall’INPS.

Quindi, non esiste un “bonus tiroide” come si è erroneamente affermato, ma esiste la possibilità, come per qualsiasi altra malattia, che le complicanze derivanti dalle malattie tiroidee possano portare a un livello significativo di invalidità percentuale, che giustificherebbe l’accesso ai relativi benefici economici.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

A quali benefici si ha diritto con l’invalidità civile e patologie della tiroide?

Il processo di richiesta di invalidità civile segue le procedure standard. Inizialmente, il paziente dovrebbe consultare il suo medico curante per ottenere una certificazione medica della sua malattia, includendo la valutazione delle condizioni di invalidità e il relativo grado percentuale.

Con il codice rilasciato dal medico, il paziente successivamente dovrebbe presentare una domanda di invalidità, esclusivamente in formato elettronico, sia personalmente che con l’assistenza di un patronato.

In seguito, il paziente sarà convocato davanti a una Commissione medica che condurrà un esame medico-legale per valutare le patologie riscontrate e determinare la percentuale di invalidità riconosciuta al paziente.

Una volta riconosciuta l’invalidità civile, possono essere riconosciuti una serie di benefici che variano in base alla percentuale di invalidità che è stata riconosciuta:

  1. Pensione di inabilità: Per inabilità lavorativa totale e permanente (invalidità al 100%) tra i 18 e i 65 anni, con limiti di reddito annuo personale.
  2. Assegno mensile di invalidità: Per invalidità tra il 74% e il 99% tra i 18 e i 65 anni, con limiti di reddito annuo personale.
  3. Indennità di accompagnamento: Per invalidità totale (100%) con necessità di assistenza continua, indipendentemente dall’età.
  4. Indennità mensile di frequenza: Sostegno alle famiglie di minori invalidi per spese legate all’istruzione o alla terapia, con condizioni specifiche e limiti di reddito.

Quali sono le percentuali di invalidità correlate alle patologie della tiroide?

Per quanto riguarda le percentuali di invalidità per le patologie tiroidee, esse sono stabilite da normative specifiche, come il D.M. del 5 febbraio 1992, che prevede diverse percentuali di invalidità per ipertiroidismo, ipotiroidismo grave con ritardo mentale, iperparatiroidismo primario e ipoparatiroidismo non suscettibile di trattamento utile.

ICD9-CMClasse FunzionalePatologia% Minima% MassimaFissa
1931– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età < 45 anni stadio I
– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età > 45 anni stadi I e II
1130
1932– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età < 45 anni stadio II
– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età > 45 anni stadio III
– Carcinoma tiroideo midollare stadi I e II
3150
1933– Carcinoma tiroideo midollare stadio III5170
1934– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età > 45 anni stadi IVa e IVb
– Carcinoma tiroideo midollare stadi IVa e IVb
7190
1935– Carcinoma tiroideo papillare o follicolare insorto in età > 45 anni stadio IVc
– Carcinoma tiroideo midollare stadio IVc
– Carcinoma tiroideo indifferenziato
100
240– Gozzo semplice e non specificato5
241– Gozzo nodulare non tossico5
2421– Ipotiroidismo in compenso con terapia farmacologica10
2422– Ipotiroidismo in fase attiva non controllabile farmacologicamente in attesa di trattamento radicale30
2441– Ipotiroidismo in buon compenso con terapia sostitutiva10
2442– Ipotiroidismo in compenso non ottimale con terapia sostitutiva per patologie concomitanti1115
Percentuali di invalidità correlate alle patologie della tiroide: tabella
Invalidità civile e patologie della tiroide
Invalidità civile e patologie della tiroide – L’immagine mostra una ragazza che si sta tenendo delle mani sul collo.

FAQ su invalidità civile e patologie della tiroide

Chi soffre di ipotiroidismo ha diritto alla pensione?

L’assegno di invalidità civile è assegnato solamente per le condizioni mediche associate ai problemi di funzionamento della tiroide, ma è concesso solo se l’invalidità supera il 74%. In altre parole, non è sufficiente aver subito un’asportazione della tiroide per essere idonei a ricevere questo assegno.

Chi soffre di tiroide ha diritto alla 104?

Nel momento in cui si presenta la richiesta per l’assegno di invalidità civile, i dipendenti hanno l’opportunità di fare richiesta anche per i benefici previsti dalla Legge 104 come, ad esempio, i permessi mensili.

Quali sono le malattie che danno diritto alla pensione di invalidità?

Le patologie invalidanti sono numerose e sono suddivise in classi funzionali. Per ottenere benefici, l’INPS valuta attentamente il quadro clinico di un individuo attraverso visite mediche e ispezioni. Le patologie possono essere legate a vari sistemi corporei, tra cui il cardiocircolatorio, il respiratorio, il digerente, l’urinario, l’endocrino e l’osteo-articolare. Altre malattie invalidanti possono essere legate a disturbi neurologici, psichiatrici, dell’udito, della vista e delle vie respiratorie. Inoltre, le malattie congenite e rare come la fibrosi cistica, la sindrome di Patau, la sindrome di Down e altre, danno diritto a forme di assistenza in base al grado di invalidità.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1