Permessi legge 104: scadono?

Vediamo se i permessi con la Legge 104 scadono e in quali casi è previsto il rinnovo: regole e procedure.
 - 
23/01/2023

I premessi con la Legge 104 scadono o possono essere fruiti per sempre, una volta ottenuti? Cosa succede se non utilizzi i giorni di permesso nello stesso mese? Puoi utilizzarli il mese successivo? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

La Legge 104, tra le agevolazioni più importanti permette di fruire di 3 giorni di permessi mensili, frazionabili anche in ore (in questo articolo ti mostriamo come cambiare in ore i giorni di permessi mensili).

Questo beneficio è concesso sia al lavoratore disabile che ai familiari che se ne prendono cura.

Ma cosa succede se un mese non si utilizzano i permessi? Possono essere usati il mese successivo e quindi cumularsi agli altri 3 giorni? I permessi con la Legge 104 scadono? Ne parliamo in questo approfondimento.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Indice

I permessi con la Legge 104 scadono da un mese all’altro?

Sì, si può dire che i permessi con la Legge 104 scadono da un mese all’altro, e ti spieghiamo perché.

La Legge 104/1992 stabilisce il “diritto a fruire di 3 giorni di permesso mensile retribuito”.

Il numero dei giorni mensili concessi, quindi, è sempre 3. Se non li utilizzi, non puoi riportarli al mese successivo e quindi cumularli, perché la norma non ti permette di usufruirne a tuo piacimento, ma come essa ha stabilito.

Quindi, come vedi si può dire che i permessi Legge 104 hanno una scadenza, in quanto se non li utilizzi, li perdi. Questo non vuol dire che ne perdi il diritto, perché utilizzerai i 3 giorni del mese successivo.

Facciamo un esempio: a gennaio non prendi i 3 giorni di permesso retribuito perché non ne hai bisogno in quanto lavoratore disabile o perché il tuo familiare portatore di handicap non richiede tue cure particolari (ad esempio perché in casa con lui c’è un altro familiare che se ne prende cura, per un periodo limitato).

A febbraio non puoi richiedere 6 giorni di permesso, cumulando quelli che non hai usato a gennaio più i 3 del mese corrente. I precedenti si annullano e li perdi, mentre mantieni il diritto a utilizzare quelli del nuovo mese.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Quando i permessi con la Legge 104 scadono e vanno rinnovati?

C’è poi il caso in cui i permessi con la Legge 104 scadono si può dire per sempre, se non li rinnovi, e se non hai i requisiti per rinnovarli.

Ci spieghiamo meglio. Quando la Commissione Medica convoca a visita per l’accertamento dell’handicap (e quindi per la concessione o meno della Legge 104), può stabilire che la condizione sanitaria dell’interessato sia:

  • definitiva, se la patologia accertata è irreversibile;
  • transitoria, se esiste una possibilità di guarigione della patologia accertata.

Nel caso in cui la condizione sanitaria sia giudicata transitoria, nel verbale di handicap sarà presente la dicitura “soggetto a revisione” e sarà specificata la data o il periodo entro il quale il portatore di handicap dovrà essere sottoposto a nuova visita, per verificare se lo stato di disabilità permane o è cessato.

Anche in questo caso, come vedi, la Legge 104 ha una scadenza, che coincide con quella la data riportata sul verbale.

Se la Commissione Medica stabilisce che ci siano le stesse condizioni riportate nel precedente verbale o siano peggiorate, ti conferma la Legge 104.

Se, invece, viene meno lo stato di handicap, i benefici previsti dalla Legge 104 scadono per sempre e cessano dal giorno successivo alla data del verbale di revisione con esito negato.

In questo caso, se ritieni che il giudizio della Commissione non sia corretto, puoi solo impugnare il verbale e fare ricorso contro il verbale della 104, come ti spieghiamo in questo articolo.

Il nuovo verbale 104 potrà essere definitivo o, ancora, transitorio. Nel caso in cui la condizione di handicap sia giudicata nuovamente transitoria, verrà indicata una nuova data di revisione dell’handicap nel verbale e ripeterai la stessa procedura.

In questo approfondimento ti spieghiamo nel dettaglio cosa prevede la Legge 104 nel 2023 in merito ai permessi e ai benefici: regole e novità.

Se i permessi con la Legge 104 scadono come devo richiedere la revisione dell’handicap?

Se i permessi con la Legge 104 scadono, ovvero se sul verbale di handicap è prevista una data o un periodo di revisione, non dovrai fare nulla, ma attendere la convocazione dell’INPS per ripresentarti di fronte alla Commissione Medica dell’ASL.

Solitamente, la revisione dell’handicap è fissata a 2 o 5 anni, oppure essere svolta al passaggio dell’età evolutiva, se si tratta di minore.

Fino a quando non riceverai la comunicazione, continuerai a beneficiare delle agevolazioni Legge 104 e dei permessi retribuiti (art. 25 del decreto semplificazioni del 2014).

Vediamo cosa succede con la Legge 104 al compimento dei 18 anni, ovvero in quali casi è previsto un nuovo accertamento dell’handicap e se si perde o si mantiene il beneficio.

Cosa succede se i permessi con la Legge 104 scadono e non mi presento a visita di revisione?

Se i permessi con la Legge 104 scadono e, dopo la comunicazione dell’INPS, non ti presenti a visita di revisione di fronte alla Commissione Medica, vedrai decadere i benefici della 104 dal giorno successivo alla mancata visita.

Se l’assenza è dovuta a problemi di salute o oggettivi e riesci a giustificarla, la Commissione Medica valuterà i motivi dell’assenza e, se li riterrà validi, ti convocherà a nuova visita.

Se hai da poco ottenuto la 104, ti spieghiamo come si programmano i permessi con la Legge 104 e perché non è obbligatorio ma è importante farlo.

I permessi con la legge 104 scadono
 Permessi legge 104: scadono? Nella foto: un lavoratore disabile che lavora al PC

Anche se i permessi con la Legge 104 scadono, possono abbinarli con altre misure nello stesso mese?

Abbiamo visto che i permessi con la Legge 104 scadono da un messe all’altro, ma che non perdi il diritto a usufruire di quelli del mese successivo.

Se hai bisogno di assentarti per più di 3 giorni dal lavoro, per un mese, puoi sempre cumularli con altri tipi di assenza riconosciuta dalla legge in relazione alla tua situazione personale in quanto lavoratore disabile o in quanto familiare del portatore di handicap.

Per esempio, potresti utilizzare il congedo straordinario, il congedo parentale, i permessi per allattamento e i periodi di malattia del figlio.

In tutti questi casi, i rispettivi benefici possono essere cumulati e fruiti alternativamente o anche in prosecuzione con i permessi retribuiti.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1