Permessi 104, come cambiare i giorni in ore

Vediamo se è possibile e come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104: esempi di calcolo ore, regole e limiti.
 - 
22/01/2023

Se hai richiesto di poter usufruire dei permessi retribuiti per 3 giorni al mese, puoi chiedere di cambiare la fruizione in ore, anche nello stesso mese di utilizzo? Come frazionare in ore i giorni di premesso con la 104? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

La Legge 104/1992 prevede, tra le più importanti agevolazioni, quella di fruire di 3 giorni di premesso al mese per assistere il familiare portatore di handicap.

I 3 giorni possono essere frazionati anche in ore, la cui quantità dipende dall’orario di lavoro che viene svolto (informativa INPDAP, 9 dicembre 2022, n. 33).

Ci chiediamo: se si sta usufruendo dei 3 giorni di permesso e si ha la necessità di convertirli in ore giornaliere, è possibile farlo? Come frazionare in ore i giorni di premesso? Ne parliamo in questo approfondimento.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

INDICE

Come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 se sono lavoratore dipendente full time?

Vediamo subito come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 se sei lavoratore full time, part time o a turni, per poi andare a capire in quali casi è possibile farlo.

Innanzitutto, precisiamo che il calcolo dei permessi Legge 104 a ore viene effettuato sempre in base al tuo contratto di lavoro.

Facciamo qualche esempio pratico considerando che tu abbia un contratto di lavoro full time. Se sei un lavoratore dipendente(pubblico o privato non fa differenza) e lavori 40 ore settimanali su 5 giorni, quindi 8 ore al giorno, dovrai moltiplicare l’orario giornaliero per i 3 giorni di permesso.

Quindi: 3 giorni di permesso x 8 ore di lavoro giornaliero = 24 ore mensili, ovvero circa 1 ora e 20 minuti al giorno.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 se sono lavoratore part time?

Vediamo come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 se sei lavoratore part time.

Se hai un contratto di lavoro a tempo parziale, invece, e lavori per esempio 24 ore settimanali su 5 giorni, quindi 6 ore al giorno, il calcolo è questo:

3 giorni di permesso x 6 ore di lavoro giornaliero = 18 ore mensili, ovvero circa 1 ora di permesso al giorno.

Vediamo cosa prevede la Legge 104 nel 2023 in merito ai permessi e ai benefici: regole e novità.

Il video sotto ti spiega a chi spettano i permessi retribuiti Legge 104:

Come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 se sono un lavoratore soggetto a turni di lavoro?

E se invece sei un lavoratore con turni di lavoro, come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104? In questo caso, l’orario non è fisso ma varia da settimana a settimana.

Per il calcolo, quindi, dovrai considerare l’orario medio e dividere il numero medio dei giorni lavorati per poi moltiplicarlo per 3 giorni mensili di permesso.

Ma è sempre possibile richiedere di frazionare in ore i giorni di permesso con la 104?

È possibile usufruire dei permessi 104 in smart working? Scoprilo all’interno della nostra guida completa.

Come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104
Permessi 104, come cambiare i giorni in ore. Un lavoratore con handicap con i suoi colleghi

Come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104? È possibile richiedere il frazionamento in ore mentre si utilizzano i 3 giorni di permessi mensili?

Abbiamo visto come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104. Devi sapere, però, che è possibile modificare la scelta della fruizione dei permessi retribuiti, ma solo ad alcune condizioni.

Come probabilmente saprai, è buona prassi comunicare al datore di lavoro la fruizione dei permessi retribuiti il mese precedente a quello di utilizzo.

Questo, perché è giusto che il datore di lavoro organizzi sia la tua attività lavorativa che anche quella degli altri dipendenti, in base alle tue necessità.

Quindi, ogni mese organizzerai insieme al datore l’utilizzo dei permessi e sceglierai se fruirne a ore o in giorni (in questo articolo abbiamo parlato di come programmare i permessi 104).

Una volta che avrai pianificato i permessi, puoi chiedere di frazionare in ore i giorni di permesso, per lo stesso mese, solo nel caso di effettiva e documentata necessità, relativa alle necessità del disabile.

Per fare un esempio: mettiamo il caso che tu abbia scelto di fruire dei 3 giorni di permesso per il mese di febbraio. Nel corso del mese, però, il tuo familiare disabile accusa problemi di salute e ha bisogno della tua presenza giornaliera.

Certificando il suo stato di salute e la malattia in corso, hai il diritto di richiedere di modificare l’utilizzo dei permessi per lo stesso mese in cui avevi pianificato la fruizione dei permessi a giorni.

Se invece non c’è una reale necessità, ma vuoi cambiare comunque l’utilizzo dei permessi, attenderai il mese successivo per pianificarli diversamente insieme al datore di lavoro, dandogli la possibilità di organizzarsi per tempo.

Permessi 104 e congedo biennale nello stesso mese: ci chiediamo se e quando è possibile e cosa dice la legge.

Bisogna sapere come frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 sia per i dipendenti pubblici che per i dipendenti privati?

È necessario che tu conosca coma frazionare in ore i giorni di permesso con la 104 sia se sei dipendente del settore pubblico che di quello privato (ti ricordiamo che a autonomi e liberi professionisti non spetta questa agevolazione).

In particolare, se sei un dipendente del settore pubblico sei costretto a comunicare prima la modalità di fruizione dei permessi, in quanto offrendo un servizio al pubblico è necessario assicurarlo nel migliore dei modi.

In questo caso, se avrai necessità di cambiare modalità nello stesso mese sarà un po’ più difficile, perché l’Amministrazione Pubblica richiede una programmazione preventiva (il mese precedente per il mese successivo).

Tuttavia, viene sempre data precedenza alle esigenze del disabile, per cui in casi di urgenza non può negartelo neanche la Pubblica Amministrazione.

Per quanto riguarda il settore privato, non ci sono delle regole ferree, ma è sempre buona prassi comunicarlo prima al datore di lavoro e richiedere il frazionamento dei giorni di permesso in ore quando esista la reale necessità, anche perché è necessario documentare l’esigenza.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.