Esenzione ticket invalidità, con quale percentuale

Scopri di più a riguardo dell'esenzione ticket per invalidità con quale percentuale e quali sono le casistiche che hanno diritto a tale beneficio nel dettaglio.
 - 
12/09/2023

Esenzione ticket per invalidità con quale percentuale? Vediamo nel dettaglio quale percentuale di invalidità è necessaria per richiedere l’esenzione dal pagamento del ticket (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Qual è la percentuale di invalidità civile necessaria per l’esenzione dal ticket?

L’esenzione dal pagamento del ticket sanitario è concessa agli individui con invalidità civili riconosciute al di sopra del 66,66%. Questa esenzione si applica a diverse categorie di invalidi civili:

  1. Coloro che hanno un’invalidità civile al 100% senza ricevere l’indennità di accompagnamento (codice di esenzione C01).
  2. Coloro che hanno un’invalidità civile al 100% con l’indennità di accompagnamento (codice di esenzione C02).
  3. Coloro che hanno una riduzione della capacità lavorativa compresa tra il 67% e il 99% di invalidità (codice di esenzione C03).

Per queste categorie di invalidi civili, è prevista un’esenzione totale dal pagamento dei costi per servizi come la diagnostica strumentale, i test di laboratorio e altre prestazioni specialistiche.

Inoltre, è importante sottolineare che anche i minori di 18 anni che ricevono un’indennità di frequenza rientrano nella categoria degli invalidi civili che godono di questa esenzione (codice di esenzione C04).

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Gli invalidi per lavoro hanno diritto all’esenzione dal ticket?

Le persone considerate invalidi per lavoro sono coloro che hanno subito un’invalidità superiore al 20% a causa di un infortunio o di una malattia collegata all’attività lavorativa.

La percentuale di invalidità determina il tipo di esenzione dal pagamento del ticket sanitario:

  1. Totale: Le persone con un’invalidità significativa dovuta al lavoro, dette “grandi invalidi per lavoro”, sono esenti dal pagamento del ticket quando la loro invalidità è compresa tra l’80% e il 100% (codice di esenzione L01). Questa esenzione si applica anche a coloro che hanno subito una riduzione della capacità lavorativa superiore ai 2/3, ovvero dal 67% al 79% di invalidità (codice di esenzione L02).
  2. Parziale: I cittadini che hanno subito una riduzione della capacità lavorativa fino a un massimo di 2/3, cioè dall’1% al 66% di invalidità, ricevono un’esenzione parziale dal pagamento del ticket (codice di esenzione L03).

Inoltre, gli individui infortunati sul lavoro o affetti da malattie professionali non devono pagare il ticket sanitario, ma questa esenzione si applica solo alle prestazioni relative alla patologia che ha causato l’invalidità (codice di esenzione L04).

Quali sono gli altri invalidi che hanno diritto all’esenzione dal ticket?

Altri gruppi di persone con invalidità possono beneficiare dell’esenzione dal pagamento del ticket sanitario in base a diverse categorie e condizioni:

  1. Ciechi e sordomuti: Sono esenti dal pagamento del ticket per visite mediche e prestazioni sanitarie i ciechi totali o con una vista residua inferiore a 1/10 in entrambi gli occhi, riconosciuti dalla Commissione invalidi ciechi civili, e i sordomuti, ovvero coloro che sono nati sordi o hanno perso l’udito prima di apprendere la lingua parlata.
  2. Invalidi di guerra: Questi sono individui che hanno subito un’invalidità a causa di eventi bellici mentre prestavano servizio per lo Stato. L’esenzione totale si applica alle categorie dalla 1° alla 5°, titolari di pensione diretta vitalizia e ai deportati in campi di sterminio (codice di esenzione G01).
  3. Invalidi per servizio: Questa categoria si applica esclusivamente ai militari delle forze armate, dei corpi a ordinamento militare, alle forze di polizia, compresa quella penitenziaria, al corpo forestale dello Stato e ai vigili del fuoco. L’esenzione totale si estende alla 1° categoria, titolari di specifica pensione, e alle categorie dalla 2° alla 5° (codici di esenzione S01 e S02).
  4. Vittime del terrorismo e della criminalità organizzata: Questi sono individui che hanno subito un’invalidità permanente a causa di atti di terrorismo, eversione dell’ordine democratico o fatti delittuosi legati alle associazioni di tipo mafioso. L’esenzione totale si applica a loro e ai loro familiari (codice di esenzione V01).
  5. Vittime del dovere: Questa categoria include coloro che hanno subito lesioni o danni fisici mentre svolgevano servizi in contrasto con la criminalità, operazioni di soccorso, servizi di ordine pubblico e altre attività di tutela della pubblica incolumità, anche in contesti internazionali. L’esenzione totale si applica a loro e ai loro familiari superstiti.

Per alcune di queste categorie, l’esenzione è totale, mentre per altre è parziale e si applica solo alle prestazioni sanitarie correlate alla patologia che ha causato l’invalidità.

Esenzione ticket per invalidità con quale percentuale
Esenzione ticket per invalidità con quale percentuale – L’immagine mostra un medico che sta compilando una scheda.

Cosa non comprende l’esenzione ticket per invalidità?

L’esenzione dal ticket per le persone con invalidità civile non comprende la copertura delle spese per i farmaci (per informazioni riguardo alla compartecipazione ai costi dei farmaci di fascia A, è necessario consultare l’agenzia sanitaria locale).

Tuttavia, solo gli invalidi di guerra che ricevono una pensione diretta vitalizia e le vittime del terrorismo hanno il diritto di ottenere gratuitamente i farmaci appartenenti alla classe “C”, previa prescrizione medica che ne attesti l’effettiva necessità terapeutica.

FAQ sull’esenzione ticket per invalidità con quale percentuale

A cosa ho diritto con 75% di invalidità?

I cittadini con un’invalidità civile al 75% hanno diritto a diversi benefici e agevolazioni, tra cui:

  • Assegno mensile di invalidità civile
  • Ape sociale
  • Pensione anticipata
  • Esenzione totale dal pagamento del ticket

Che invalidità bisogna avere per non pagare il bollo auto?

I cittadini che possono beneficiare dell’esenzione dal pagamento del bollo auto sono coloro ai quali è stato riconosciuto lo stato di disabilità secondo i termini stabiliti dalla Legge 104/92.

A cosa si ha diritto con l’esenzione C03?

Il codice C03 garantisce l’esenzione dal pagamento del ticket sia per le visite ambulatoriali che per l’acquisto di farmaci.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1