Detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero

Detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero: spettano oppure no? Vediamo cosa dicono la normativa e l'Agenzia delle Entrate.
 - 
26/08/2023

In questo articolo affronteremo l’argomento detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero: spettano oppure no? (scopri le ultime notizie su Legge 104, invalidità civile, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero

Cosa prevede l’Agenzia delle Entrate riguardo la detrazione IRPEF al 19% (articolo 15, comma 1, lettera c del DPR numero 917 del 1986) per le auto acquistate all’estero?

La circolare numero 20 del 13 maggio 2011 specifica che l’agevolazione fiscale spetta anche sulle spese mediche di mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento di persone e sui veicoli per disabili, i cui acquisti sono stati effettuati all’estero da persone residenti in Italia.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Detrazioni ausili e auto acquistati all’estero: come funzionano?

Sull’acquisto di veicoli e di sussidi sostenuti all’estero, dunque, si applica lo stesso regime fiscale agevolato (IRPEF al 19%) delle spese sostenute in Italia.

Anche sull’acquisto di veicoli e sussidi effettuati all’estero sono confermate le condizioni previste dalla normativa italiana, per il diritto alla detrazione del 19%.

Vale a dire:

  • beneficiare una sola volta in 4 anni dell’agevolazione fiscale;
  • richiedere l’IRPEF agevolata su un solo veicolo di proprietà;
  • acquistare un veicolo per un massimo di spesa non superiore a 18.075,99 euro.

Detrazioni ausili e auto acquistati all’estero: chiarimenti

Attenzione, però: cosa succede se una volta acquistato un veicolo all’estero, ho intenzione di acquistarne un altro in Italia? Avrò diritto due volte all’IRPEF al 19%? Posso cumulare l’agevolazione fiscale oppure no?

La normativa, in questo caso, non consente al contribuente che ha già usufruito della detrazione per il veicolo acquistato all’estero, di usufruire nuovamente dell’agevolazione fiscale nel quadriennio successivo.

Se il contribuente dovesse acquistare un secondo veicolo, entro 4 anni dall’acquisto del primo, effettuato all’estero, non potrà avvalersi del beneficio fiscale.

Lo stesso vale se il primo acquisto è stato effettuato in Italia e il secondo all’estero.

Ricordiamo che, per avere diritto alla detrazione IRPEF al 19%, è obbligatorio che l’autoveicolo acquistato venga utilizzato in via esclusiva o prevalente a beneficio di persone titolari della Legge 104, con ridotte o impedite capacità motorie.

Nel caso in cui i veicoli acquistati dai disabili e sui quali è stata applicata la detrazione agevolata, dovessero alienarsi prima del decorso del termine di due anni dal loro acquisto, al contribuente è dovuta la differenza fra l’imposta prevista in assenza di agevolazioni e quella che risulta dall’applicazione delle stesse agevolazioni.

Detrazioni ausili e auto acquistati all’estero: quali documenti presentare?

Al momento della richiesta della detrazione IRPEF agevolata, alla documentazione delle spese in lingua originale è necessario allegare una traduzione in lingua italiana.

La condizione non è obbligatoria, se la traduzione della documentazione originale redatta in lingua inglese, francese, tedesca o spagnola, può essere eseguita e sottoscritta dal contribuente (secondo quanto riportato nelle istruzioni ai modelli di dichiarazione dei redditi delle persone fisiche 730 o Modello Unico).

Legge 104: elenco detrazioni e deduzioni fiscali

Con la Legge 104 spettano detrazioni fiscali di vario tipo.

Ecco l’elenco completo:

Le spese deducibili con la Legge 104 sono le seguenti:

Detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero
Detrazioni disabili per ausili e auto acquistati all’estero: in foto un’auto parcheggiata in un posto per disabili.

Faq su detrazioni e deduzioni fiscali Legge 104

Quali spese non sono deducibili?

Tra le spese deducibili non rientrano:

  • prestazioni svolte da un pedagogista. Secondo il Ministero della Salute, infatti, il pedagogista non può essere considerato un professionista sanitario, in quanto opera nei servizi socio-educativi, socio-assistenziali e socio-culturali;
  • spese sanitarie specialistiche (analisi, prestazioni chirurgiche e specialistiche) e quelle per l’acquisto dei dispositivi medici che, in ogni caso, rientrano tra le spese detraibili nella misura del 19% sulla parte che eccede 129,11 euro. Se il dispositivo medico rientra tra i mezzi necessari all’accompagnamento, alla deambulazione, alla locomozione e al sollevamento delle persone con disabilità (per esempio stampelle), il diritto alla detrazione del 19% può essere fatto valere sull’intero importo della spesa sostenuta;
  • spese corrisposte a una cooperativa per sostenere un minore portatore di handicap nell’apprendimento. Il Ministero della Salute ha precisato, infatti, che questa attività, di natura essenzialmente pedagogica e posta in essere da operatori non sanitari, pur se qualificati nel sostegno didattico – educativo, è priva di connotazione sanitaria. Non è rilevante il fatto che l’attività sia effettuata sotto la direzione di una psicologa.

Quali documenti servono per comprare un’auto con la Legge 104?

Per comprare un’auto con la Legge 104, devi presentare:

  • certificato di disabilità che mostra il diritto agli sconti;
  • documento d’identità;
  • codice fiscale.

Posso ottenere la detrazione IRPEF sull’acquisto della cucina?

Per richiedere l’agevolazione fiscale, l’art. 2, comma 2 del Decreto Ministeriale 14 marzo 1998 prevede che tu debba presentare la seguente documentazione:

  • il certificato attestante l’invalidità funzionale permanente rilasciato dall’ASL competente;
  • la specifica prescrizione autorizzativa rilasciata dal medico specialista dell’ASL competente dalla quale risulti il collegamento funzionale tra la certificata invalidità e il sussidio in questione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.