Bonus figli disabili maggio: nuova data di pagamento

Sono previste nuove date di pagamento del Bonus figli con disabilità per maggio 2023? Sì, l’INPS ha programmato una nuova data: scopri qual è e come fare a sapere se il pagamento del Bonus spetta anche a te.
 - 
09/05/2023

L’INPS ha pubblicato nuove date di pagamento del Bonus per figli con disabilità? A chi spetta il Bonus e a chi verrà erogato a maggio 2023? Ho ancora tempo per farne domanda? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi. Abbiamo anche una pagina Instagram dove pubblichiamo le notizie in formato grafico e un canale YouTube, dove pubblichiamo videoguide e interviste).

Molti utenti ci chiedono se sono in programmazione nuove date di pagamento del Bonus per figli con disabilità a maggio 2023.

Ebbene, l’INPS ha da poco pubblicato una nuova data: scopri qual è e come fare a controllare se è stato disposto anche per te il pagamento.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e ricevi con WhatsAppTelegram e Facebook tutti gli approfondimenti su invalidità, diritti e Legge 104.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità maggio 2023

A tutti i nostri utenti che aspettavano notizie su nuove date di pagamento del Bonus per figli con disabilità e a tutti coloro che cercano informazioni in merito, comunichiamo che l’INPS ha pubblicato una nuova data: si tratta di venerdì 12 maggio 2023.

Ti ricordiamo che il Bonus riguarda il sussidio destinato a genitori soli, disoccupati o monoreddito e può arrivare anche a 500 euro al mese.

Vediamo nel dettaglio a chi spetta il Bonus, come controllare la disposizione di pagamento e se ancora puoi presentare domanda per ottenerlo.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi. Abbiamo anche una pagina Instagram dove pubblichiamo le notizie in formato grafico e un canale YouTube, dove pubblichiamo videoguide e interviste).

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità: a chi spetta il Bonus

Abbiamo visto quali sono le date di pagamento del Bonus per figli con disabilità, ovvero il 12 maggio 2023.

Il Bonus di maggio spetta a chi ha già inoltrato domanda e aspetta le mensilità arretrate del sussidio.

Le erogazioni potrebbero non essere effettuate tutte nello stesso giorno, ecco perché parliamo di date: l’INPS potrebbe programmarle a partire dal 12 maggio e nei giorni a seguire.

L’Istituto, infatti, organizza i pagamenti “a blocchi”. Tra poco ti spiegheremo come fare a controllare se e in quale data l’INPS ha predisposto anche per te il pagamento del Bonus.

Bonus attività fisica per disabili, vediamo a quanto ammonta il risparmio sui costi sostenuti. L’Agenzia delle Entrate ha comunicato la percentuale di credito di imposta: è molto vicina al 100 per cento della spesa. Come funziona il beneficio e cosa sono gli sport adattati.

Nel video sotto ti parliamo di tutti i pagamenti INPS in programmazione per maggio 2023: Rdc, Assegno Unico, Bonus:

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità: come controllare il pagamento

Per sapere se rientri nelle date di pagamento del Bonus per figli con disabilità e quindi se l’INPS ha predisposto il pagamento nei tuoi confronti, dovrai accedere a MyINPS e cliccare su “Contributi genitori con figli con disabilità” e poi su “Pagamenti”.

Una volta entrato in “Pagamenti”, ti apparirà una schermata in cui vedrai il figlio o i figli a cui si applica il Bonus, con la data di disponibilità del pagamento.

Se non hai ancora fatto domanda per il sussidio e ne hai i requisiti, sei ancora in tempo? Ne parliamo nel prossimo paragrafo.

Anche i genitori che non possono portare al nido il proprio figlio perché soffre di una patologia cronica, hanno diritto al Bonus asilo nido per i bambini fragili. Vediamo quali sono i requisiti, come richiederlo e a quanto ammonta il Bonus.

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità: posso ancora presentare domanda per il sussidio?

Le date di pagamento del Bonus per figli con disabilità, come abbiamo detto, sono state programmate per chi ha già fatto domanda per il sussidio e aspetta le mensilità arretrate.

Se ti stai chiedendo se puoi ancora presentare domanda per ottenere il sussidio, purtroppo la risposta è negativa.

L’INPS, infatti, con il suo messaggio n. 422 del 27 gennaio 2023, aveva comunicato la riapertura della piattaforma per le domande relative al Bonus figli disabili 2023 a partire dal 1° febbraio 2023.

La circolare con tutte le istruzioni è stata pubblicata il 10 marzo 2022: Circolare n. 39 – 2022. I termini per la presentazione della domanda per il Bonus erano stati fissati al 31 marzo 2023.

Non sappiamo se e quando l’Istituto riaprirà la piattaforma per le domande, ma ti comunicheremo come sempre tutte le novità, quindi non smettere di seguirci.

Vediamo a questo punto quali sono gli importi previsti per i beneficiari del Bonus a maggio 2023.

Tutti i diritti dei bambini con DSA: le leggi e le disposizioni che tutelano chi ha disturbi dell’apprendimento. I tipi di DSA, a cosa ha diritto chi soffre di dislessia, disortografia, disgrafia e discalculia. Quando si ha diritto all’indennità di frequenza.

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità
Bonus figli disabili maggio: nuova data di pagamento. Nella foto: un papà e la sua bambina

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità: gli importi del sussidio

Una volta che hai conosciuto le date di pagamento del Bonus per figli con disabilità, vorrai anche sapere qual è l’importo del sussidio.

Per tutto l’anno 2023, il Bonus ammonta a 150 euro mensili per ogni figlio disabile. La cifra massima ottenibile con il Bonus è pari a 500 euro mensili netti.

Ricordiamo che il contributo è cumulabile con il Reddito di cittadinanza e non concorre alla formazione del reddito.

Nel caso i fondi stanziati non fossero sufficienti a soddisfare le domande, si darà la precedenza alle famiglie con ISEE più basso e, a parità di ISEE alle famiglie in cui siano presenti, nell’ordine:

Il Bonus verrà sospeso in caso di perdita dei requisiti. Vediamo quindi quando decade il diritto al sussidio.

Anche la GIL, la nuova misura che dovrebbe sostituire il Reddito di cittadinanza nel 2024, avrà una scadenza. I rinnovi della Garanzia per l’inclusione lavorativa saranno concessi solo se permangono i requisiti e se non decade il diritto.

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità: in quali casi decade il diritto al Bonus

Ci sono dei casi in cui il diritto al Bonus figli con disabilità può decadere, ovvero:

  • decesso del figlio;
  • perdita della potestà genitoriale;
  • affidamento del figlio a terzi o ricovero presso una struttura residenziale di cura a carico dello Stato.

In questo articolo parliamo di giochi per bambini con disabilità: cosa fare in base alle diverse disabilità e qual è l’approccio migliore da adottare con un bambino disabile durante il gioco.

Date di pagamento del Bonus per figli con disabilità. Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1