Assegno ordinario per dipendenti pubblici, quando spetta

Assegno ordinario per dipendenti pubblici: quando spetta? Ecco le due eccezioni che consentono ai dipendenti pubblici di poter richiedere l'assegno ordinario di invalidità.
 - 
31/3/23

Quando spetta l’assegno ordinario per dipendenti pubblici? Ne parliamo in questo articolo (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

INDICE:

Assegno ordinario per dipendenti pubblici: spetta?

Quando spetta l’assegno ordinario per dipendenti pubblici? La domanda potrebbe spiazzare, dal momento che questa prestazione previdenziale riconosciuta a chi ha accusato una riduzione della capacità lavorativa pari o superiore a due terzi, non spetta ai dipendenti del pubblico impiego.

L’assegno ordinario di invalidità, infatti, è concesso ai lavoratori del settore privato e ai lavoratori autonomi con un’invalidità pari o superiore al 66%. Ed è parzialmente cumulabile con i redditi da lavoro.

Per poterlo richiedere e ottenere (leggi qui tutta la procedura necessaria) bisogna soddisfare anche il requisito contributivo: almeno 5 anni di contributi versati durante la vita lavorativa, di cui almeno 3 anni negli ultimi 5 anni precedenti alla presentazione della domanda per l’assegno ordinario di invalidità.

Inoltre è necessaria l’iscrizione presso l’AGO (Assicurazione Generale Obbligatoria), presso la Gestione Separata o presso una gestione sostitutiva. L’infermità che dà diritto alla prestazione può essere anche guaribile: il diritto all’assegno non è legato all’immutabilità dello stato invalidante del richiedente.

Infine, il diritto all’assegno sussiste anche quando la riduzione della capacità lavorativa sia già esistente prima di essere assunti, a patto che vi sia stato un aggravamento successivo o siano sopraggiunte altre infermità.

Ma perché questa prestazione non è riservata anche ai dipendenti del pubblico impiego? Semplice, perché questi hanno versato i contributi nell’ex Inpdap, che non prevede l’erogazione dell’assegno ordinario di invalidità.

Esistono, però, due casi per cui anche un dipendente pubblico può fare domanda per l’assegno ordinario di invalidità. Quali? Ne parleremo nei prossimi paragrafi.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Assegno ordinario per dipendenti pubblici: eccezioni

Assegno ordinario per dipendenti pubblici. Abbiamo visto che l’assegno ordinario di invalidità, che in alcuni casi può essere ridotto, non spetta ai dipendenti del pubblico impiego perché questi versano i contributi all’ex Inpdap.

Ma in due casi anche i dipendenti pubblici possono fare domanda per la prestazione, ovvero quando:

  • il dipendente pubblico ha versato contributi da lavoratore autonomo;
  • il dipendente pubblico ha versato anche alcuni anni di contributi nel Fondo Pensione dipendenti privati.

Quindi se un lavoratore o una lavoratrice, prima di essere assunti nel pubblico impiego, hanno svolto un lavoro autonomo oppure hanno lavorato nel settore privato, potrebbero aver maturato e versato anni di contributi tali da poter richiedere l’assegno ordinario di invalidità.

Assegno ordinario per dipendenti pubblici
Assegno ordinario per dipendenti pubblici

Il diritto non decade, infatti, anche se si viene assunti nel pubblico impiego, poiché i contributi versati nella cassa dei dipendenti privati e nella Gestione Separata consentono di poter accedere all’assegno ordinario di invalidità.

Questa prestazione, infatti, è negata esclusivamente ai lavoratori che hanno versato contributi soltanto al Fondo Pensione Lavoratori del Settore Pubblico (FPLD).

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

 

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.