Legge 104 e agevolazioni per l’università: tutte le regole

Scopri tutto quello che devi sapere a riguardo della Legge 104 e agevolazioni per l'università con i benefici riservati alle persone disabili.
 - 
07/02/2023

Legge 104 e agevolazioni per l’università: scopri, nel dettaglio, quali sono i benefici correlati alle condizioni di salute/percentuale di invalidità (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Quando si parla di spese scolastiche come le tasse universitarie, il costo complessivo annuale può variare a seconda della situazione economica della famiglia, che viene calcolata con il valore ISEE.

Esistono poi opportune agevolazioni aggiuntive come borse di studio o sostegni per studenti fuori sede o lavoratori, che possono essere riconosciute da ciascuna università.

Inoltre, la Legge 104 stabilisce specifiche esenzioni, addirittura complete, dal pagamento delle tasse collegate alla frequenza dei corsi per gli studenti disabili.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Vediamo, quindi, nel dettaglio cosa sapere a riguardo della Legge 104 e agevolazioni per l’università.

Indice

Legge 104 e agevolazioni per l’università: quasi sono i benefici?

Quando si tratta di pagamento delle tasse universitarie dei figli di invalidi, possono sorgere alcuni dubbi. Tuttavia, secondo la Legge 104, ci sono alcuni casi in cui si è esonerati dal pagamento di queste imposte.

Accade per:

  • Gli studenti con un grado di invalidità del 66%,
  • Quelli che hanno guadagnato una borsa di studio,
  • Chi ha un ISEE inferiore a 20.000 euro,
  • I figli dei percettori della pensione d’inabilità.

Chi rientra all’interno delle categorie sopra elencate può beneficare dall’esonero o di agevolazioni particolari per quanto riguarda il pagamento delle tasse universitarie.

In alcuni casi, le università italiane possono concedere un’esenzione dal pagamento delle tasse anche a studenti non disabili il cui genitore lo è.

Tuttavia, per conoscere i dettagli di tali agevolazioni e presentare eventualmente la propria candidatura, è importante informarsi presso l’ateneo interessato poiché non tutte le Università offrono gli stessi incentivi.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Legge 104 e agevolazioni per l’università: esonero totale tasse università

Gli studenti che presentano un grado di invalidità pari o superiore al 66% hanno diritto ad essere esonerati dal pagamento delle tasse universitarie, senza considerare altri requisiti di merito o economici.

Per quanto riguarda la Legge 104 e agevolazioni per l’università, anche quelli a cui sia stata riconosciuta una situazione di handicap ordinario (ai sensi dell’articolo 3 comma 1) o grave (ai sensi dell’articolo 3 comma 3) possono beneficiarne.

Talvolta si può essere tenuti a pagare un contributo per imposta di bollo, tassa di iscrizione e/o tassa regionale; le modalità ed eventuale esenzione dipenderanno dall’ateneo presso cui si ha intenzione di immatricolarsi.

Per poter accedere all’esonero dal pagamento delle tasse universitarie, gli studenti devono attenersi alle procedure definite dalle singole università.

Di norma queste richiedono la presentazione di una certificazione che attesti il grado di invalidità o lo status di disabilità secondo quanto stabilito dalla Legge 104.

Inoltre, i figli dei beneficiari della pensione di inabilità disciplinata dalla Legge 118/1971 hanno diritto ad un’esenzione completa; in questo caso bisognerà presentare un’autocertificazione entro una certa data definita dall’ateneo interessato.

Legge 104 e agevolazioni per l'università
Legge 104 e agevolazioni per l’università: nella foto un ragazzo in sedia a rotelle studia assistito da una ragazza.

Legge 104 e agevolazioni per l’università: esonero parziale tasse università

A seconda delle norme stabilite dal singolo ateneo, gli studenti con un grado di invalidità compreso tra il 45% e il 66% possono ottenere un’esenzione parziale dal pagamento delle tasse universitarie.

Un esempio è costituito dall’Università degli Studi di Milano che esonera chi ha un grado di invalidità inferiore al 66% dal pagamento della prima rata, mentre la seconda è proporzionata all’ISEE.

D’altro canto, l’Università di Padova non richiede il pagamento della seconda e terza rata a chi ha un grado di invalidità compreso tra il 50% e il 66%, ma solo se in possesso di ISEE inferiore a 28 mila euro.

Legge 104 e agevolazioni per l’università: esonero totale tasse università per ISEE 20 mila euro

Si raccomanda di sottolineare che il decreto del MIUR numero 234 pubblicato il 26 Giugno 2020 stabilisce l’esonero totale dal pagamento delle tasse universitarie per coloro che appartengono a nuclei familiari con ISEE non superiore a 20 mila euro (una soglia più alta rispetto a quella precedente, 13 mila euro).

Per i nuclei con ISEE fino a 30 mila euro è previsto un esonero parziale, modulato in base al valore dell’indicatore economico.

Gli atenei potranno disporre misure di agevolazione aggiuntive come ad esempio: innalzare la soglia per l’esonero totale oltre i 20 mila euro, incrementare i parametri per l’esonero parziale, offrire esonero totale o parziale a determinate categorie di studenti basandosi su situazione economica e carriera accademica, ed infine garantire un esonero parziale a chi possiede ISEE inferiore a 30 mila euro o presenta requisiti personali diversi da quelli di tipo economico ed accademico.

Legge 104 e agevolazioni per l’università: quali sono gli altri benefici?

A seconda delle università e degli enti territoriali coinvolti, gli studenti con disabilità possono beneficiare di ulteriori agevolazioni, come quelle già citate in precedenza.

Queste includono maggiorazioni degli importi delle borse di studio, fornitura gratuita di supporti didattici, informatici e tecnologici per i discenti, nonché la possibilità di ottenere testi universitari in formato elettronico o braille riservata a studentesse e studentesse ipovedenti, non vedenti e dislessici.

Inoltre, alcuni istituti potrebbero offrire servizio di ristorazione a condizioni favorevoli specialmente pensate per quest’ultima categoria di persone.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.