Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio: lo ha stabilito una recente sentenza della Corte dei Conti. I magistrati hanno stabilito che anche quando l’origine della patologia non è esclusivamente legata al lavoro si può parlare di malattia professionale. Una sentenza che apre le porte ai ricorsi di tanti altri lavoratori.
 - 
26/01/2023

L’ipertensione da stress da lavoro può essere causa di servizio e prevedere una indennità o una rendita mensile. (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

INDICE

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e ricevi con WhatsApp, Telegram e Facebook tutti gli approfondimenti su invalidità, diritti e Legge 104.

In una recente sentenza, la Corte dei Conti ha dato ragione a un lavoratore che ritiene di aver subito a causa dello stress da lavoro una infermità vascolare.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Si tratta di una decisione innovativa: riconosce le condizioni di lavoro come causa della malattia diagnosticata anche se viene accertata la presenza di  «agenti patogeni extralavorativi», come quelli genetici.

In pratica: basta che lo stress da lavoro amplifichi una patologia originata anche da fattori esterni all’occupazione per ritenere quella malattia di origine professionale.

Le ricadute di questa sentenza possono essere rilevanti per tanti lavoratori che si trovano in condizioni simili.

Schematizziamo per chiarezza:

  • lo stress da lavoro da solo non può causare una determinata patologia;
  • le condizioni esterne al lavoro da sole non originano la malattia;
  • ma se le due cose insieme comportano lo stato patologico si può parlare di malattia professionale.

Vediamo nel dettaglio come si è arrivati a questa rivoluzionaria decisione della magistratura contabile.

Su questo argomento puoi leggere un post che spiega come cambiare la mansione sul lavoro; c’è poi un articolo che approfondisce il tema lavoro notturno e caregiver con la 104; infine abbiamo verificato come funziona e chi decide l’idoneità sul lavoro.

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio: la storia

La questione si è chiusa solo pochi giorni, ma parte dal 2018. Più precisamente dal 18 maggio di quell’anno. Quel giorno un capo reparto dei vigili del fuoco presenta una domanda per il riconoscimento della causa di servizio e dell’equo indennizzo per una ipertensione arteriosa.

Il Comitato di verifica per le cause di servizio il 7 gennaio del 2019 respinge la domanda. Per due motivi:

  • la valutazione medico legale sarebbe generica;
  • non si ravvisano traumi collegati alla sua attività lavorativa.

Sulla seconda ragione i dubbi sono però più che legittimi: il vigile del fuoco fa turni da 12 ore, turni notturni, e interviene per incendi di fabbriche, civili abitazioni e incidenti stradali.

Difficile affermare che non ci siano stress o traumi derivanti dalla sua attività lavorativa.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio:  il Ministero

Passano altri due anni. Siamo arrivati al 28 settembre del 2021. Il vigile del fuoco con l’ipertensione non si è arreso. Si è rivolto al Ministero dell’Interno. La conclusione è però sempre la stessa: domanda infondata e quindi rigettata.

Il lavoratore chiede allora l’intervento della Corte dei Conti, che ha subito stabilito fosse necessario un approfondimento della valutazione sanitaria. L’incarico è stato affidato all’Ufficio medico legale del ministero della Salute di Roma, che ha competenze e professionalità specifiche.

Il giudice ha chiesto di rispondere a una precisa domanda: se l’ipertensione arteriosa sia riconducibile al servizio prestato nei vigili del fuoco.

Il consulente ha concluso dopo una lunga indagine che sì, la patologia poteva essere ricollegata al lavoro svolto.

Ma vediamo nel dettaglio cosa ha stabilito il medico legale. Le sue parole sono state poi determinanti per il giudizio finale.

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio: il consulente

Il medico legale ha scritto nella sua relazione che il lavoratore è sottoposto a una attività particolarmente stressante. Sia perché agisce in prima linea come vigile del fuoco, sia perché è un capo reparto, con rilevanti incarichi di responsabilità.

Questa è la premessa. Poi arriva la valutazione medica.

Per il medico legale è ormai risaputo e accertato che un forte stress può essere causa dell’insorgenza di una malattia arteriosa. È quindi del tutto credibile l’ipotesi che l’ipertensione sia stata causata dall’attività lavorativa. Anche perché il lavoratore non aveva altri fattori di rischio degni di nota.

E quindi non ha nessuna rilevanza il fatto che l’ipertensione sia una patologia che può essere causata da più fattori: il lavoro o è la causa o la concausa.

Sul punto il medico ha anche citato le istruzioni operative rilasciate dall’Inail il 16 febbraio del 2006.

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio: la conclusione

Sulla base di questa valutazione, la Corte dei Conti, ha emesso una sentenza che si può racchiudere in 2 punti:

  • se si accerta che una patologia ha come concausa le condizioni di lavoro, la patologia deve essere ritenuta di origine professionale;
  • se le condizioni di lavoro non sono sufficienti a causare la malattia, ma si aggiungono a condizioni esterne dal lavoro (come le cause genetiche) e insieme costituiscono la causa che origina la malattia, quest’ultima deve essere dichiarata di origine professionale. Perché senza l’esposizione al rischio connessa al lavoro quella patologia non si sarebbe manifestata.

La magistratura contabile ha anche chiarito un altro punto: se l’attività lavorativa da sola non è sufficiente a causare la patologia e concorre con fattori esterni al lavoro che da soli invece possono provocare la malattia, in questo caso si deve escludere l’origine professionale.

Nell’immagine un uomo misura la pressione – Ipertensione da stress da lavoro

Ipertensione da stress da lavoro è causa di servizio: che succede ora

Come appare evidente si tratta di una sentenza che apre le porte a tanti ricorsi giudiziari. In particolare a lavoratori che possono dimostrare come determinate patologie anche se non direttamente collegate alla mansione, non sarebbero insorte se non si svolgeva quel tipo di lavoro.

Oltre a dimostrare che anche una patologia come l’ipertensione arteriosa può essere causata dalle condizioni di lavoro.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.