/ Bonus 1000 euro ai lavoratori fragili: tutti gli esclusi

Bonus 1000 euro ai lavoratori fragili: tutti gli esclusi

Bonus 1000 euro ai lavoratori fragili: l’elenco di tutti gli esclusi. I requisiti e le istruzioni dell’INPS ai beneficiari per inoltrare la domanda.
 - 
10/08/2022

È online il servizio per fare domanda per il bonus 1000 euro ai disabili. Vediamo in che cosa consiste il bonus, chi può richiederlo e quali sono tutti gli esclusi. (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Indice

Bonus 100 euro ai lavoratori fragili: chi sono gli esclusi

Il bonus 1000 euro ai disabili è una misura che rientra nell’ambito delle tutele per l’emergenza Covid-19 riconosciute ai lavoratori fragili, ossia con disabilità grave o in condizione di rischio derivante da immunodepressione.

Approfondiremo a breve questo aspetto, ma prima precisiamo che il bonus non può essere richiesto da tutte le categorie di lavoratori. Sono infatti esclusi dalla platea dei beneficiari del bonus 1000 euro:

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

  • collaboratori familiari (colf e badanti);
  • impiegati dell’industria;
  • quadri (industria e artigianato);
  • dirigenti;
  • portieri;
  • lavoratori autonomi;
  • lavoratori iscritti alla gestione separata.

Se appartieni a una di queste categorie, quindi, non hai diritto al bonus 1000 euro.

Vediamo invece quali sono i beneficiari di questo bonus, le motivazioni che hanno portato alla decisione della misura e come fare domanda all’INPS.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

A chi è rivolto il bonus 1000 euro

Il bonus 1000 euro è stato introdotto dalla Legge di Bilancio 2022 in favore dei lavoratori fragili che hanno fruito del periodo massimo di malattia indennizzabile.

Si fa riferimento in particolare ai lavoratori:

  • con disabilità grave ai sensi della legge 104;
  • in possesso di certificazione medica attestante la condizione di rischio derivante da immunodepressione, esiti di patologie oncologiche o svolgimento di terapie salvavita.

Ai sensi dell’articolo 26, comma 2 del decreto legge n. 18/2020, a copertura di periodi di assenza dal lavoro non indennizzati dall’INPS e in caso di superamento del periodo massimo coperto a titolo di malattia, è previsto il bonus 1000 euro una tantum, finanziato da un totale di 5 milioni di euro. Il periodo di riferimento è quello che va dal 17 marzo 2020 al 31 marzo 2022.

Scopri che fine hanno fatto gli arretrati dei pagamenti del bonus figli disabili.

Bonus 1000 euro: modalità e termini per la domanda

L’INPS, con il messaggio numero 3106 dell’8 agosto 2022, ha comunicato che è già possibile fare domanda per il bonus 1000 euro ai disabili. Il termine ultimo per presentare domanda è fissato al 30 novembre 2022.

La circolare INPS numero 96 del 5 agosto 2022, poi, ha poi fornito le prime istruzioni sulla modalità e sui requisiti previsti per i destinatari del bonus 1000 euro per i periodi di assenza dal lavoro non coperti dalla malattia INPS.

Per quanto riguarda le modalità, è possibile presentare la domanda in maniera telematica, utilizzando il servizio “Bonus lavoratori fragili – Indennità una tantum”, accessibile tramite SPID, CIE o CNS.

In alternativa, sarà possibile fare richiesta tramite il Contact Center dell’INPS, chiamando al numero verde gratuito 803 164 da telefono fisso o al numero 06 164 164 da cellulare (a pagamento, in base alla tariffa applicata dal proprio gestore telefonico).

Infine, puoi anche rivolgerti a un Caf o a un patronato, che inoltrerà la richiesta a tuo nome.

Durante la compilazione della domanda ti saranno richiesti:

  • dati anagrafici, residenza e contatti personali;
  • dichiarazioni varie. In questa sezione dichiarerai di essere in possesso di tutti i requisiti previsti dalla disciplina normativa vigente e quelle relative alla tua posizione lavorativa prevalente nel 2021;
  • informazioni per l’accredito del pagamento. Il pagamento del bonus verrà effettuato tramite accredito sul tuo IBAN. Ricorda che l’IBAN deve essere intestato a te o cointestato, altrimenti rischi di non vederti accreditare il bonus 1000 euro, così come è accaduto per molti beneficiari dell’assegno unico. Inoltre, nel caso di richiesta di accredito su IBAN Area SEPA, se non è stato già prodotto dall’INPS dovrai allegare il modulo di identificazione finanziaria, codice MV70, disponibile sul sito dell’Istituto.

Le domande che rispettano i requisiti saranno accolte entro il limite di spesa pari complessivamente a 5 milioni di euro, per cui affrettati a richiederlo prima che finiscano i fondi.

Congedo straordinario legge 104 anche alle coppie di fatto: scopri le novità dell’applicazione di una direttiva europea da parte del Governo italiano.

Bonus 100 euro: requisiti

La circolare INPS numero 96 del 5 agosto 2022 ha anche specificato i requisiti necessari per ottenere il bonus 1000 euro ai lavoratori fragili, che è esente IRPEF e non è coperto da contribuzione figurativa.

Nello specifico, i requisiti per avere il bonus 1000 euro ai disabili, che dovranno essere autocertificati nella domanda da presentare entro il 30 novembre 2022, sono i seguenti:

  • essere stato, nel corso del 2021, lavoratore dipendente del settore privato e avere diritto, in tale periodo, alla tutela previdenziale della malattia a carico dell’INPS;
  • avere presentato nell’anno 2021 uno o più certificati di malattia afferenti al comma 2 dell’articolo 26 del decreto legge n. 18/2020 convertito, con modificazioni, dalla legge n. 27/2020, in quanto lavoratore in possesso del riconoscimento dello stato di disabilità con connotazione di gravità (art. 3, comma 3, della legge 104) o di certificazione rilasciata dai competenti organi medico-legali, i quali attestino una condizione di rischio derivante da immunodepressione o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di relative terapie salvavita;
  • avere raggiunto, nell’anno 2021, il periodo massimo indennizzabile di malattia disciplinato dalla specifica normativa che si applica al rapporto di lavoro in riferimento al quale viene presentata la domanda;
  • non avere reso, nell’anno 2021, la prestazione lavorativa in modalità agile nei periodi per i quali il richiedente ha presentato certificati di malattia.

Indennità di accompagnamento: la dichiarazione di responsabilità va presentata ogni anno. Ti spieghiamo perché e come fare.

Bonus 1000 euro: le categorie di lavoratori che ne hanno diritto

Dopo averti detto chi sono gli esclusi dal bonus 1000 euro ai lavoratori disabili, vediamo i lavoratori che ne hanno diritto:

  • operai del settore industria;
  • operai e impiegati del settore terziario e servizi:
  • lavoratori dell’agricoltura;
  • lavoratori dello spettacolo;
  • lavoratori marittimi.

Se appartieni a una di queste categorie e hai i requisiti di cui abbiamo parlato, puoi fare già da subito domanda per il bonus 1000 euro.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.