Differenze congedo 104 per dipendenti pubblici e privati

Cerchiamo di capire quali sono le differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati.
 - 
08/02/2023

Quali sono le differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati? A chi va inoltrata la domanda e quali sono i tempi di concessione dell’agevolazione? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Ci sono delle differenze nel congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati, che riguardano soprattutto l’invio della richiesta e i tempi di concessione dell’agevolazione.

Vediamo quindi cosa prevede nel dettaglio la normativa e quali sono, nello specifico, queste differenze.

Indice

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa alle agevolazioni su auto e sussidi della Legge 104. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Quali sono le differenze nel congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati?

È possibile richiedere il congedo 104 per dipendenti pubblici e privati, mentre non possono accedere all’agevolazione i lavoratori autonomi.

Le regole per il congedo straordinario retribuito d.lgs. 151/2001 sono le stesse per i dipendenti pubblici e per quelli privati.

Le differenze riguardano perlopiù la presentazione della domanda e i tempi di evasione della richiesta, come ti riportiamo nella tabella di seguito:

Congedo Legge 104Modalità di presentazione della domandaTempi di evasione della richiesta
Congedo Legge 104 per dipendenti pubbliciLa domanda deve essere presentata all’amministrazione o all’ente di appartenenza (circolari INPDAP del 10 gennaio 2002 n. 2 e del 28 dicembre 2011, n. 22). Non esiste un modulo prestampato per la domanda.La circolare INPDAP n. 22 del 10 gennaio 2022, chiarisce che il congedo Legge 104 ai dipendenti pubblici deve essere concesso entro 60 giorni dalla richiesta. Tuttavia, spesso non è rispettata la data di inizio del congedo cui si fa riferimento nella domanda
Congedo Legge 104 per dipendenti privatiLa domanda va inviata telematicamente all’INPS, attraverso il suo sito web (circolare INPS n. 171 del 30 dicembre 2022)Il congedo straordinario ha decorrenza dalla data indicata sulla domanda, salvo diversa decorrenza indicata dal datore di lavoro (circolare INPS n. 64 del 15 marzo 2001).
Tabella con le differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati

Per tutto il resto, l’agevolazione è la stessa, sia per i dipendenti pubblici che per quelli privati: in questo articolo ti spieghiamo tutto sul congedo Legge 104.

Andiamo a vedere nel dettaglio in cosa consistono queste differenze.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati: qual è la modalità di presentazione della domanda per congedo Legge 104 per un dipendente pubblico?

Abbiamo visto, dalla tabella, che ci sono delle differenze nella presentazione delle domande per il congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati.

Se sei un dipendente del settore pubblico, la domanda per il congedo straordinario dovrà essere inoltrata alla tua amministrazione o al tuo ente di appartenenza.

Non esiste un modulo predefinito, ma nella domanda dovrai riportare i seguenti dati:

  • lo stato di handicap del familiare da assistere;
  • il grado di parentela;
  • i tuoi dati anagrafici e quelli del familiare con handicap da assistere;
  • la convivenza (se sei coniuge, fratello/sorella, figlio o parente affine entro il 3° grado) della persona da assistere.

Alla domanda dovrai poi allegare il certificato di handicap grave articolo 3 comma 3 Legge 104/92.

Differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati: qual è la modalità di presentazione della domanda per congedo Legge 104 per un dipendente privato?

Se invece sei un dipendente del settore privato, la domanda per il congedo con Legge 104 dovrà essere presentata esclusivamente in modalità telematica attraverso uno dei seguenti canali:

  • sul sito web INPS, accedendo con le tue credenziali (SPID, CIE o CNS) al servizio “Invio On line di Domande di Prestazioni a Sostegno del Reddito”;
  • tramite CAF o patronato, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi;
  • mediante contact center dell’INPS, chiamando i numeri 803 164 (da rete fissa) e 06 164 164 (da cellulare).

In  questo articolo ci chiediamo se è possibile raddoppiare questa agevolazione legge 104 e a chi spettano 4 anni di congedo straordinario.

Congedo con legge 104 per dipendenti pubblici e privati
Differenze congedo 104 per dipendenti pubblici e privati. Nella foto: un uomo e una donna si abbracciano

Differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati: quanto tempo passa dalla richiesta del congedo 104 per dipendenti pubblici alla sua concessione?

In realtà, per la concessione del congedo con Legge 104 per i dipendenti pubblici e privati, la domanda dovrebbe essere accettata il prima possibile in entrambi i casi, per permettere al lavoratore di beneficiarne nei tempi indicati nella domanda stessa.

Tuttavia, la normativa prevede che la domanda debba essere accolta – sempre che ci siano i requisiti – entro 60 giorni dal suo inoltro.

Le amministrazioni pubbliche sono generalmente puntuali in questo, ma a volte i tempi si allungano, per ritardi nell’evasione delle pratiche, per esempio.

Tuttavia, proprio per questi motivi, questa differenza con il congedo 104 ai dipendenti privati si può ritenere probabile, e non del tutto certa.

Si può interrompere il congedo straordinario? Scopri in quali casi è possibile e come funziona.

Differenze del congedo con Legge 104 per dipendenti pubblici e privati: quanto tempo passa dalla richiesta del congedo 104 per dipendenti privati alla sua concessione?

La circolare INPS n. 64 del 15 marzo 2001, riporta che il congedo Legge 104 per i dipendenti privati debba decorrere dalla data indicata sulla domanda, salvo diversa decorrenza fissata dal datore di lavoro (da comunicare al lavoratore e all’INPS).

Il datore di lavoro è comunque tenuto ad accogliere sempre la richiesta del congedo 104 del dipendente entro 60 giorni.

Generalmente, il datore di lavoro che conosce la normativa, fa partire il congedo proprio dal giorno indicato sulla domanda.

Tuttavia, anche in questo caso, ci sono datori di lavoro che attendono la comunicazione dell’INPS per autorizzare la fruizione del beneficio, anche se l’Istituto non fa mai esplicito riferimento all’attesa di un’autorizzazione da parte sua al datore di lavoro.

Quindi, se il tuo datore di lavoro dovesse prendere tempo in attesa di una comunicazione dell’Istituto per l’accettazione della domanda di congedo Legge 104, puoi benissimo citare la circolare che ti abbiamo riportato a inizio paragrafo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1