/ Contrassegno disabili per parcheggio a pagamento: è gratis?
  / Contrassegno disabili per parcheggio a pagamento: è gratis?

Contrassegno disabili per parcheggio a pagamento: è gratis?

Scopri cosa sapere a riguardo del contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento. È possibile sostare gratuitamente?
 - 
03/03/2023

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: vediamo nel dettaglio come funziona (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le altre guide complete di IED. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Il Senato ha approvato il 4 novembre 2021 un disegno di legge per la conversione del Decreto legge 10 settembre 2021 numero 121, riguardante investimenti e sicurezza delle infrastrutture, dei trasporti e della circolazione stradale, al fine di garantire la funzionalità del Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili, del Consiglio superiore dei lavori pubblici e dell’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali.

La nuova Legge di conversione (Legge n. 156 del 9 novembre 2021 in vigore dal giorno successivo) contiene importanti novità riguardanti il Codice della strada, la mobilità sostenibile, l’autotrasporto, la portualità e i trasporti marittimi, oltre ad una serie di interventi per il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR).

Tra le novità, particolare attenzione è stata dedicata ai portatori di handicap. Adesso gli stalli riservati ai disabili nelle “strisce blu” saranno a sosta gratuita se occupati.

Inoltre, le sanzioni per coloro che parcheggiano senza contrassegno negli spazi dedicati ai disabili sono state aumentate.

Vediamo, quindi, più nel dettaglio cosa conoscere a riguardo del contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento.

Indice

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: come funziona?

L’articolo 1 comma 1 lettera f) del Decreto Legge 121/2021, che ha modificato il Nuovo Codice della Strada (D. Lgs. n. 285/1992), prevede che i veicoli al servizio di persone con disabilità, che abbiano l’apposito contrassegno, possano parcheggiare gratuitamente nelle aree delimitate dalle “strisce blu” solo se gli stalli riservati a loro sono già occupati o indisponibili.

Nel caso in cui le entrate degli enti locali subiscano una riduzione a causa di questa agevolazione per i veicoli con contrassegno, gli enti stessi dovranno rivedere le tariffe per la sosta o il parcheggio nelle aree a pagamento, al fine di compensare le minori entrate.

In sintesi, il Decreto Legge 121/2021 introduce l’opportunità per i portatori di handicap di parcheggiare gratuitamente nelle aree a pagamento in presenza di una mancanza di stalli riservati, ma gli enti locali potrebbero dover modificare le loro tariffe di sosta per compensare la riduzione delle entrate.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: quali sono le sanzioni?

Il Decreto Legge 121/2021 prevede un aumento delle sanzioni per chi parcheggia senza contrassegno nelle aree riservate alle persone con disabilità, come previsto dall’articolo 1 comma 1 lettera f). La somma da pagare in caso di infrazione è stata aumentata, passando da un range di 87 a 344 euro a un range di 168 a 672 euro.

Inoltre, sono state rivedute le misure contro chi, avendo il diritto di parcheggiare nelle zone riservate, non rispetta le condizioni e i limiti per il corretto utilizzo del contrassegno.

Le nuove sanzioni previste dal Decreto Legge vanno da 87 a 344 euro, contro le precedenti sanzioni che oscillavano tra 42 e 173 euro.

In sintesi, il Decreto Legge 121 prevede un aumento delle sanzioni per chi parcheggia senza contrassegno nelle aree riservate ai disabili e una revisione delle sanzioni per chi non rispetta le condizioni e i limiti per il corretto utilizzo del contrassegno.

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento
Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: in foto auto parcheggiate viste dall’alto.

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: a cosa dà diritto il contrassegno?

Il contrassegno per disabili permette ai veicoli al servizio di persone con disabilità di accedere alle zone a traffico limitato (ZTL) e alle aree pedonali urbane (APU), se l’accesso è consentito anche ad almeno una categoria di veicoli di servizio pubblico o di utilità pubblica.

È possibile anche circolare e sostare, previa autorizzazione delle autorità competenti e purché non costituisca un grave intralcio al traffico, quando la circolazione è sospesa o limitata per motivi di sicurezza pubblica, pubblico interesse o esigenze militari.

Inoltre, i veicoli possono circolare nelle vie e nelle corsie riservate ai mezzi di trasporto pubblico e ai taxi. Tuttavia, è necessario rispettare gli obblighi e i divieti permanenti o temporanei, così come le disposizioni anti-inquinamento, relativi alla circolazione e alla sosta.

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: ti potrebbe interessare anche Contrassegno disabili per camper: regole e requisiti

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: come funziona il parcheggio per invalidi?

Il parcheggio riservato ai disabili è destinato solo a coloro che sono in possesso di un tesserino di colore arancio o europeo azzurro che attesta la loro disabilità. Il tesserino non è legato al veicolo, ma alla persona disabile, il che significa che il disabile può utilizzare qualsiasi veicolo e avere comunque diritto al parcheggio riservato.

Non è sufficiente esporre il tesserino sul cruscotto dell’auto, ma il titolare deve essere presente al momento del parcheggio. È importante sapere che le giustificazioni come “ho appena scaricato il titolare del tesserino” non sono accettabili e non proteggono dalla multa se il controllore è attento.

Contrassegno per persone disabili e parcheggi a pagamento: scopri Contrassegno disabili: che percentuale di invalidità serve?

Il tesserino è rilasciato solo alle persone con disabilità motoria significativa o alle persone non vedenti.

È possibile ottenere un permesso temporaneo, non superiore ai cinque anni, dimostrando di avere una disabilità motoria a causa di un infortunio o di una patologia.

Ecco le 5 guide preferite dagli utenti:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1