Come avere l’Ape sociale: devi muoverti, scade il 15 luglio!

Come avere l’Ape sociale: requisiti e finestre temporali utili per fare domanda. Scopri i dettagli in questo articolo.
 - 
27/5/23

Come avere l’Ape sociale? Siamo ormai vicinissimi alla seconda finestra di tempo per fare domanda di Ape sociale e avere una risposta entro il 15 ottobre. Corri a scoprire le novità sul sussidio (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Indice

Come avere l’Ape sociale: cos’è e a chi spetta

L’Ape sociale è una indennità a carico dello Stato che viene erogata dall’Inps a chi ha compiuto 63 anni e fino al raggiungimento dell’età per accedere alla pensione di vecchiaia. La misura è entrata in vigore il primo maggio del 2017 in via sperimentale.

Con la Legge di Bilancio 2022 la scadenza è stata prorogata al 31 dicembre del 2022. Alla proroga, si aggiungono poi ulteriori novità descritte nella circolare INPS n.62/2022.

Ma prima di tutto, facciamo un riepilogo sui destinatari di questa misura di sostegno. L’Ape sociale spetta in particolare a queste categorie:

  • Disoccupati involontari. Si tratta di coloro che si trovano in stato di disoccupazione per licenziamento (anche collettivo), dimissioni per giusta causa o risoluzione consensuale del contratto di lavoro (articolo 7 della legge 15 luglio 1966), scadenza del termine per il lavoro a tempo determinato. A questi si aggiungono anche coloro che perdono il lavoro per mancato superamento del periodo di prova.
  • Caregiver. Questa categoria comprende le persone che assistono, da almeno 6 mesi, il coniuge, un parente o affine di primo grado con handicap in situazione di gravità (articolo 3, comma 3 della Legge 104 del 1992), un parente o affine fino al secondo grado convivente (se i genitori della persona disabile hanno più di 70 anni o sono affetti da patologie invalidanti);
  • Inabili, ossia le persone che hanno una riduzione della capacità lavorativa, riconosciuta dalle commissioni mediche per l’invalidità civile, superiore o uguale al 74%;
  • Lavoratori gravosi. Tra questi vi sono coloro che svolgono delle professioni considerate gravose, ossia:
    • professori di scuola primaria, pre-primaria e professioni assimilate;
    • tecnici della salute;
    • addetti alla gestione dei magazzini e professioni assimilate;
    • professioni qualificate nei servizi sanitari e sociali;
    • operatori della cura estetica;
    • professioni qualificate nei servizi personali e assimilati;
    • artigiani, operai specializzati e agricoltori;
    • conduttori di impianti e macchinari per l’estrazione e il primo trattamento dei minerali;
    • operatori di impianti per la trasformazione e lavorazione a caldo dei metalli;
    • conduttori di forni e altri impianti per la lavorazione del vetro, della ceramica e di materiali assimilati;
    • conduttori di impianti per la trasformazione del legno e la fabbricazione della carta;
    • operatori di macchinari e di impianti per la raffinazione del gas e dei prodotti petroliferi, per la chimica di base e la chimica fine e per la fabbricazione di prodotti derivati dalla chimica;
    • conduttori di impianti per la produzione di energia termica e di vapore, per il recupero dei rifiuti e per il trattamento e la distribuzione delle acque;
    • conduttori di mulini e impastatrici;
    • conduttori di forni e di analoghi impianti per il trattamento termico dei minerali;
    • operai semi qualificati di macchinari fissi per la lavorazione in serie e operai addetti al montaggio;
    • operatori di macchinari fissi in agricoltura e nella industria alimentare;
    • conduttori di veicoli, di macchinari mobili e di sollevamento;
    • personale non qualificato addetto allo spostamento e alla consegna merci;
    • personale non qualificato nei servizi di pulizia di uffici, alberghi, navi,ristoranti, aree pubbliche e veicoli;
    • portantini e professioni assimilate;
    • professioni non qualificate nell’agricoltura, nella manutenzione del verde, nell’allevamento, nella silvicoltura e nella pesca;
    • professioni non qualificate nella manifattura, nell’estrazione di minerali e nelle costruzioni.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Come avere l’Ape sociale: requisiti

Per avere accesso all’Ape sociale i destinatari descritti nel paragrafo precedente devono anche rientrare in una serie di requisiti.

Nello specifico, è necessario:

  • avere almeno 63 anni di età;
  • avere almeno 30 anni di anzianità contributiva;
  • avere almeno 36 anni di anzianità contributiva per i lavoratori che svolgono delle attività gravose;
  • per gli operai edili, per i dipendenti delle imprese edili e affini, per i ceramisti e per i conduttori di impianti per la fornitura di articoli in ceramica e terracotta, il requisito dell’anzianità contributiva è ridotto ad almeno 32 anni;
  • non bisogna essere titolari di alcuna pensione diretta;
  • che sia cessata l’attività di lavoro dipendente, autonomi e parasubordinato (in Italia o all’estero);
  • per le lavoratrici madri è prevista una riduzione di un anno (12 mesi) per ciascun figlio, fino a un massimo di 24 mesi. Questa riduzione si applica anche sui 32 anni contributivi.

Forse potrebbe interessarti questo articolo di TheWam.net sulla pensione anticipata per genitori di figli disabili.

Come avere l’Ape sociale: domanda e scadenze

Eccoci arrivati finalmente al cuore del nostro articolo: la domanda ape sociale 2022.

Rispetto all’anno scorso, non è cambiato nulla da questo punto di vista. Infatti, la procedura prevede innanzitutto di fare una verifica delle condizioni per accedere all’Ape sociale e poi la successiva istanza per ricevere il sussidio.

Ecco come richiedere la pensione anticipata per invalidità: scopri i dettagli qui.

Per il riconoscimento delle condizioni sono previste tre scadenze da rispettare.

La prima, che è già passata, corrispondeva al 31 marzo 2022; la seconda, alla quale devi prestare attenzione, è il 15 luglio 2022. Dopo quest’ultima ci sarebbe ancora la scadenza del 30 novembre 2022, tuttavia in quel caso la domanda sarà lavorata solo se ci sono ancora risorse disponibili.

A ogni finestra temporale corrisponde un periodo entro il quale si riceverà risposta dall’INPS. In particolare, le scadenze delle risposte con gli esiti sono:

  • 30 giugno, per le domande di verifica delle condizioni presentate entro il 31 marzo;
  • 15 ottobre, per le domande di verifica delle condizioni presentate entro il 15 luglio;
  • 31 dicembre, per le domande di verifica delle condizioni presentate tra il 15 luglio e il 30 novembre.

La procedura per richiedere la verifica dei requisiti di accesso per l’Ape Sociale, come per la maggior parte delle prestazioni legate all’INPS, si svolge online sul sito dell’Istituto di Previdenza Sociale.

Una volta fatto l’accesso con la propria identità digitale, bisogna andare su “Prestazioni e Servizi” > “Prestazioni” > “APE Sociale-Anticipo pensionistico” > “Accedi al servizio” e da lì scaricare i moduli appositi.

Come avere l’Ape sociale: scadenze

Come avere l’Ape sociale: importi

Se non ricordi a quanto corrispondono gli importi dell’Ape sociale, sei nel posto giusto, perché te lo diciamo noi.

Nel caso di iscrizione a una sola gestione, l’Ape sociale è pari all’importo della rata mensile di pensione calcolata al momento dell’accesso alla prestazione (se inferiore a 1.500 euro) o pari a 1.500 euro (se la pensione è pari o maggiore a questo importo).

In poche parole, il massimo erogabile è di 1.500 euro al mese.

Per ulteriori dettagli sull’Ape sociale, ti interesserà consultare questa guida pratica.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.