Visite fiscali, cos’è Codice E sul certificato medico

Cerchiamo di capire qual è il significato del codice E sul certificato medico e se dà diritto all'esonero dalla visita fiscale.
 - 
19/01/2023

Il codice E sul certificato medico serve a evitare di essere sottoposti a visita fiscale? Quali sono i motivi che esonerano dalla visita, dove vengono segnalati e come documentarli? (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Molte persone credono che il codice E sul certificato medico voglia dire che si è esonerati dalla visita fiscale da parte del medico dell’INPS.

Non è proprio così: ti spieghiamo in vero significato del codice E in questo approfondimento.

Indice

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Qual è il significato del codice E sul certificato medico?

Il codice E sul certificato medico non indica l’esonero dalla visita fiscale da parte del medico dell’INPS ma quello dall’obbligo di reperibilità.

Questo vuol dire che il medico dell’INPS può sempre venire a casa tua per effettuare la visita fiscale, ma se non sei in casa e la tua assenza è “giustificabile”, non corri alcun rischio.

È importante sapere, a questo punto, capire in quali casi l’assenza può essere ritenuta giustificata.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Quando non rischi nulla con il codice E sul certificato medico?

Le disposizioni sul significato e sull’utilizzo del codice E sul certificato medico sono state date dallo stesso INPS nella sua circolare n. 7 giugno n. 95.

L’Istituto chiarisce che il medico curante può applicare l’esonero dalla reperibilità (e quindi non dalla visita fiscale) solo ed esclusivamente quando le agevolazioni previste dai decreti in vigore lo permettono.

Praticamente, l’esonero dalla reperibilità è dato ai soggetti che possono assentarsi improvvisamente per cause connesse alla propria patologia o invalidità.

Per fare un esempio: se hai bisogno nell’immediato di una terapia salvavita e ti assenti dal domicilio, ma in quel momento ricevi la visita fiscale, una volta documentata l’assenza non correrai alcun rischio.

Nel dettaglio, un lavoratore può avere l’esonero dalla reperibilità per malattia quando è lavoratore subordinato con:

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;

Oppure quando è un dipendente pubblico con:

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • stati patologici connessi alla situazione di invalidità riconosciuta pari o superiore al 6.

Se ci sono queste condizioni e ricevi la visita fiscale ma non sei in casa (reperibile), e se giustifichi la tua assenza motivandola, non corri alcun rischio.

Ci sono poi i casi in cui è permessa l’esenzione vera e propria dalla visita fiscale: vediamo quali sono.

Esonero della visita fiscale con il 74 per cento di invalidità: quando è previsto? Ecco cosa dice la legge.

Esenzione dalla visita fiscale senza codice E sul certificato medico

Ci sono poi i casi in cui si è esonerati dalla visita fiscale e non dalla reperibilità, così come succede con il codice E sul certificato medico.

La normativa vigente prevede che un lavoratore possa ottenere un’esenzione dalla visita fiscale in presenza dei seguenti motivi:

  • infortuni di lavoro;
  • patologie documentate e identificate le cause di servizio;
  • quadri morbosi inerenti alla circostanza di menomazione attestata;
  • gestazione a rischio;
  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita, come ad esempio le cure chemioterapiche;
  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita, come ad esempio le cure chemioterapiche;

Ora: mettiamo che tu abbia il codice E sul certificato medico ma sei assente da casa quando ricevi la visita fiscale per altri motivi non attinenti alla tua malattia o invalidità: cosa succede?

Con la Legge 104 niente visita fiscale? Vediamo se la visita fiscale deve essere predisposta anche per chi ha la 104.

Codice E sul certificato medico
Codice E sul certificato medico. Nella foto un medico compila un certificato medico.

Cosa succede se non riesco a motivare l’assenza con il codice E sul certificato medico?

Se hai il codice E sul certificato medico e il medico dell’INPS viene al tuo domicilio per effettuare la visita fiscale e tu non ci sei, lo appunterà e aspetterà che invii la giustificazione della tua assenza.

A quel punto, mettiamo il caso che ne avessi approfittato per andare semplicemente a comprare le medicine in farmacia (medicine che non siano farmaci salvavita: del paracetamolo, per esempio), rischi delle sanzioni.

Per legge, infatti, se il lavoratore è assente ingiustificato alla prima visita fiscale, perde qualsiasi trattamento economico per i primi dieci giorni di malattia. E succederebbe anche a te, se non riesci a giustificare la tua assenza, pur se con la presenza del codice E sul certificato medico, se i motivi sono estranei alla tua patologia o invalidità.

Se è assente anche alla seconda visita fiscale, oltre alla precedente sanzione si riduce del 50% il trattamento economico per il periodo di malattia rimasto.

Se risulta assente perfino alla terza visita fiscale, l’indennità INPS viene interrotta da quel momento e fino al termine del periodo di malattia, cioè la malattia non è riconosciuta ai fini del pagamento della relativa indennità.

Ricorda, però, che ci sono delle fasce orarie che il medico deve rispettare, per le visite fiscali, e se effettua la visita fuori da queste fasce, non puoi essere sanzionato. Vediamo quali sono queste fasce orarie.

Scopri quali sono i benefici e le agevolazioni quando il codice C01 viene assegnato a una persona con invalidità civile.

Quali sono le fasce orarie entro cui posso ricevere la visita fiscale?

Gli orari per le visite fiscali sono uguali per tutti, sia per coloro che hanno il codice E sul certificato medico e sia per coloro che hanno altri tipi di codice o nessuno.

Per i dipendenti privati le visite fiscali si effettuano sette giorni su sette, con le seguenti fasce di reperibilità:

  • dalle ore 10:00 alle ore 12:00;
  • dalle ore 17:00 alle ore 19:00.

Per i dipendenti pubblici, invece, le fasce orarie sono:

  • dalle ore 09:00 alle ore 13:00;
  • dalle ore 15:00 alle ore 18:00.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.