Bonus figli disabili fino a 500 euro

Bonus figli disabili fino a 500 euro: dal primo febbraio al 31 marzo sarà possibile chiedere il contributo. È destinato ai genitori soli, disoccupati o con monoreddito di figli disabili. Vediamo quali sono i requisiti, a chi spetta e come presentare la domanda.
 - 
17/01/2023

Bonus figli disabili fino a 500 euro: dal primo febbraio dovrebbe essere attivata la piattaforma INPS per la richiesta del contributo. Sarà possibile farlo fino al 31 marzo. (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sull’invalidità civile. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

INDICE

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e ricevi con WhatsApp, Telegram e Facebook tutti gli approfondimenti su invalidità, diritti e Legge 104.

Questo bonus è destinato ai genitori di figli con una disabilità superiore al 60 per cento. Il sostegno economico è stato previsto, fino appunto al 2023, dall’articolo 1, comma 365 e 355 della legge numero 178 del 2020. Questo contributo serve ad aiutare i genitori soli, disoccupati o con monoreddito.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Vediamo nel dettaglio a chi spetta e come si può richiedere.

Su questo argomento può interessarti un approfondimento sugli aiuti per disabili nel 2023; c’è un articolo che spiega se gli studenti disabili devono pagare le tasse universitarie; in un altro articolo ci siamo invece occupati di tutte le agevolazioni fiscali nel 2023 per le persone con disabilità.

Bonus figli disabili fino a 500 euro: a chi spetta

Questo bonus mensile, che può arrivare come abbiamo detto fino a un tetto massimo di 500 euro, è destinato alle famiglie monoparentali. Ossia ai nuclei familiari composto da un solo genitore (madre o padre) con uno o più figli disabili. L’altra condizione riguarda lo stato di disoccupazione del genitore o  una di queste altre condizioni:

  • reddito da lavoro dipendente inferiore a 8.145 euro annui;
  • reddito da lavoro autonomi inferiore a 4.800 euro annui;
  • famiglia con monoreddito (in pratica il reddito del nucleo familiare è ricavato da un solo componente, in questo caso il genitore solo).

Questi sono gli altri requisiti richiesti al genitore:

  • essere residente in Italia;
  • essere cittadino/a italiano/a, comunitario o straniero, titolare di permesso di soggiorno;
  • avere un Isee in corso di validità, con un valore inferiore a 3000 euro, dove sia indicato la disabilità del figlio;
  • avere un figlio o più figli a carico con una disabilità pari o superiore al 60% , con un reddito imponibile irpef inferiore a 4000 (se il figlio è minore di 24 anni) e 2840,51 euro se il figlio disabile ha un’età superiore a 24 anni.

Così recita la legge: il contributo spetta «ad uno dei genitori disoccupati o monoreddito facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità  riconosciuta in misura non inferiore al 60 per cento, è concesso un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023. A tale fine è autorizzata la spesa di 5 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023  che costituisce limite massimo di spesa».

Bonus figli disabili fino a 500 euro: chi è a carico

Sono considerati a carico:

i figli fino al compimento dei 24 anni se hanno un reddito non superiore a 4.000 euro e i figli di età superiore a 24 anni se hanno un reddito non superiore a 2.840,51 euro (art. 1, comma 1, lettera c), del decreto interministeriale).

Ovviamente l’altro requisito fondamentale è la convivenza. Al momento della presentazione della domanda il genitore e il figlio con disabilità devono essere coabitanti ed avere dimora abituale nello stesso comune italiano.

Nel caso dei “nuclei familiari monoparentali”, l’eventuale altro genitore non deve fare parte del nucleo familiare ordinario ai fini ISEE di chi richiede il beneficio.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Bonus figli disabili fino a 500 euro: gli importi

Il contributo economico viene erogato dall’INPS direttamente al genitore che ne fa richiesta. L’importo dipende dal numero di figli con disabilità a carico:

  • 150 euro mensili per un figlio disabile,
  • 300 euro mensili per due figli disabili,
  • 500 euro mensili per tre o più figli disabili.

Queste somme sono versate a favore del genitore per 12 mensilità. Il contributo è esentasse e può essere cumulato con il Reddito di Cittadinanza.

Bonus figli disabili fino a 500 euro: la domanda

Per avere diritto a ricevere questo contributo economico sarà indispensabile presentare il modello Isee 2023, accertarsi di rientrare nei requisiti richiesti dalla legge e inoltrare la richiesta telematica all’INPS.

Per inviare l’istanza bisognerà collegarsi al portale INPS, al servizio “Contributi genitori con figli con disabilità”. È ovviamente indispensabile avere lo SPID o la Carta d’Identità Elettronica (CIE) o la Carta Nazionale dei Servizi (CNS, la tessera sanitaria).

Questo è il percorso via web:

  • servizio “Contributi con figli con disabilità”
  • nel menu a sinistra sotto la voce i miei dati c’è una sottosezione per indicare il codice IBAN del conto corrente (del genitore richiedente che è l’intestatario della modalità di pagamento). In alternativa può anche essere utilizzata la carta prepagata o il libretto.

Se non si ha troppa dimestichezza con i servizi digitali la domanda potrà essere inoltrata anche rivolgendosi a un patronato.

Dopo aver acquisito la domanda l’INPS verifica il possesso dei requisiti per l’accesso al contributo economico.

Nell’immagine una mamma con il suo bambini su una spiaggia

Bonus figli disabili fino a 500 euro: pagamento

Come detto i pagamenti saranno effettuati dall’INPS ogni mese e sulla modalità che è stata scelta da chi ha presentato la richiesta.

L’erogazione dell’assegno verrà sospesa in caso di ricovero del figlio disabile presso istituti di cura di lunga degenza o altre strutture residenziali a totale carico dello Stato. In questo caso il genitore avrà l’obbligo di informare tempestivamente l’istituto previdenziale che sospenderà il pagamento del contributo.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.