Quanto costa un montascale per disabili? Prezzi a confronto

Quanto costa un montascale per persone con disabilità? Come sceglierlo, i prezzi medi e gli sconti applicabili.
 - 
6/10/22

Quanto costa un montascale? Prima di acquistare questo ausilio per disabili e anziani è necessario capire qual è più adatto alle tue esigenze. Vediamo insieme quanti tipi ne esistono e quanto costano (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le ultime notizie sulla Legge 104. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

INDICE

Quanto costa un montascale: differenza tra montascale e servoscale

Molto spesso, le parole montascale e servoscala sono usate come sinonimi, quando invece non sono esattamente la stessa cosa. Tuttavia, è giustificato il fatto che vengano assimilati poiché sono entrambi ausili pensati per superare le barriere architettoniche come rampe di scale o semplici gradini. Ovviamente, questi tornano utili soprattutto per le persone che hanno difficoltà motorie, per esempio gli anziani o i disabili in carrozzina.

Ma qual è la differenza? Ve lo diciamo subito.

Il servoscala, conosciuto anche come montascale per disabili, è un dispositivo costituito da una guida da agganciare alle scale su cui è installata una pedana. Ne esistono di vari modelli, disponibili per scale dritte e curve. La funzione della pedana o piattaforma è di agevolare generalmente le persone in sedia a rotelle.

Dall’altro lato, il montascale è un dispositivo per il sollevamento delle persone costituito da una poltrona o seggiolino su cui sedersi. Anche questo è munito di una guida per agganciare la poltroncina alla ringhiera delle scale. Questo ausilio è adatto soprattutto alle persone autosufficienti o limitate solo parzialmente (per esempio, le persone anziane che trovano difficoltà nel salire e scendere gradini o scale).

Quindi, la scelta del montascale o del servoscala dipende sostanzialmente dalle proprie esigenze e dall’utilizzo che se ne farebbe.

Dai un’occhiata a questa guida su quale sedia a rotelle scegliere. Su thewam.net trovi invece un approfondimento sul maxi-sconto con detrazione per l’acquisto di materassi sanitari.

Tipologie di montascale

Quando si pensa di acquistare un montascale bisogna considerare che ne esistono di due tipi principali:

  1. Montascale a poltroncina:si adattano facilmente a tutti i tipi di scale e hanno un ingombro ridotto, sono sicuri, facili da usare e perfetti per le persone anziane;
  2. Montascale mobili: facilmente smontabili e trasportabili da un luogo all’altro, i montascale a cingoli o con ruote permettono di trasportare persone in carrozzina o anziani per una o più rampe di scale grazie all’aiuto di un accompagnatore.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Quanto costa un montascale: fattori determinanti

La scelta di un montascale deve essere tutt’altro che superficiale, sia perché è una spesa importante sia perché deve adattarsi perfettamente alle esigenze di chi lo utilizzerà.

Inoltre, quando ci si interroga sul costo di un montascale e si cerca così di fare un preventivo, è necessario prendere in considerazione alcuni fattori che sicuramente influiscono sul prezzo. Per esempio le caratteristiche del dispositivo in sé (dal punto di vista tecnico ed estetico) e quelle della scala a cui sarà agganciato.

Nello specifico, le variabili che condizionano maggiormente il prezzo sono:

  • tipologia e lunghezza della scala: la presenza di curve, fermate intermedie, scala interna o esterna. Senza dubbio un dispositivo che dovrà superare più rampe di scale o più curve o pianerottoli (fermate intermedie) ha un costo superiore rispetto a un montascale che deve adattarsi a una sola rampa di scale, dritta e non particolarmente lunga;
  • modello di montascale: ci si riferisce in questo caso a caratteristiche come la grandezza e forma della pedana o le finiture della poltroncina;
  • finiture personalizzate: ovviamente il costo aumenta anche in base alle richieste di finiture e materiali particolari legati all’estetica dell’impianto di sollevamento;
  • installazioni particolari: alcune tipologie di scale sono fatte in modo tale da richiedere un dispositivo realizzato ad hoc che prevede delle modifiche al montascale o servoscala.

Nel prossimo paragrafo analizziamo i costi e le agevolazioni previste per l’acquisto di un montascale.

Quanto costa un montascale? Ecco i prezzi

Quanto costa un montascale: prezzo e agevolazioni

L’acquisto di un montascale rappresenta sicuramente una spesa molto importante, soprattutto se si hanno delle esigenze specifiche. Tuttavia, è sconsigliato sceglierne uno solo in base al prezzo, in quanto una volta acquistato dovrà essere visto come un investimento e un miglioramento per la vita di chi lo utilizzerà.

Come hai potuto notare, sul prezzo dei montascale influiscono vari fattori, tra cui il modello scelto e la tipologia di “percorso” a cui adattarlo.

Il sito muoversiliberi ha fornito una tabella, riportata qui in basso, per dare un’idea generale sulle fasce di prezzo che ci si può aspettare.

Tipologia MontascalePrezzo montascale
Costo montascale mobile a cingoli o ruoteda € 2.000 a € 3.000 circa
Possibilità di noleggio o di acquisto di usato
Costo montascale a poltroncina per scale dritteda  € 2.500 a € 7.000 circa 
Costo montascale a poltroncina per scale curveda € 6.000 a € 15.000 circa
Costo montascale con pedana per scale dritteda circa € 6.000
Costo montascale con pedana per scale curveda circa € 8.000
Tabella prezzi montascale

Scopri tutte le agevolazioni fiscali per disabili in questa guida.

Costo montascale: agevolazioni fiscali

Visti i prezzi non certo economici dei montascale, ti interesserà sicuramente sapere che per l’acquisto e l’installazione di un dispositivo del genere esistono delle agevolazioni fiscali, per venire incontro a chi ne ha bisogno.

Tra queste, ricordiamo:

  • Detrazione Irpef del 50%. Si tratta di una detrazione del 50% della spesa sostenuta suddivisa in 10 anni e detratta nella dichiarazione dei redditi. L’aspetto interessante di questa agevolazione è che è destinata a tutti i tipi di contribuenti, a prescindere dal loro stato di salute e dalla residenza nell’immobile in cui il dispositivo viene installato;
  • Detrazione del 19%. Le persone con disabilità hanno diritto a un’ulteriore detrazione del 19%; la sorpresa in questo caso è che l’agevolazione è estesa anche alla persona che sostiene la spesa per il montascale o che ha fiscalmente a carico il disabile;
  • Iva agevolata al 4%. Hanno diritto all’Iva agevolata le persone che rientrano nei requisiti previsti nel D.P.R. n.633/72.
  • contributi e/o agevolazioni statali o regionali a fondo perduto. Si tratta di contributi dall’importo variabile (dipende ad esempio dalla spesa sostenuta) a cui si può accedere presentando apposita domanda entro il 1 marzo di ogni anno presso il proprio Comune di residenza.

A volte, può anche capitare che sia la ditta produttrice a fornire delle agevolazioni all’acquirente, come ad esempio il finanziamento della spesa sostenuta.

Infine, essendo equiparato a un qualsiasi elettrodomestico, anche per il montascale bisogna tenere in considerazione le spese di manutenzione.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.