Pensione di inabilità, guida completa alla prestazione

Pensione di inabilità, la guida completa per ottenere la prestazione economica erogata dall'INPS. Scopri i requisiti.
 - 
8/12/22

La pensione di inabilità è una prestazione previdenziale (e quindi non assistenziale, come invece la pensione di inabilità agli invalidi civili) che viene erogata su richiesta ai lavoratori per i quali è stata riconosciuta una assoluta e permanente impossibilità a svolgere una qualsiasi attività lavorativa. (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le altre guide complete di IED. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

Si considera tutta la contribuzione che il lavoratore ha versato nell’Assicurazione Generale Obbligatoria (AGO) e nelle forme sostitutive ed esclusive della stessa Gestione Separata.

La condizione di inabilità può anche essere precedente all’assunzione.

Pensione di inabilità: a chi spetta

La pensione di inabilità erogata dall’INPS spetta:

  • ai dipendenti;
  • agli autonomi: artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri;
  • gli iscritti alla gestione Separata.

Scopri le tabelle con tutte le agevolazioni per l’invalidità civile, le malattie che danno diritto ai contributi economici erogati dall’INPS e quali sono i requisiti per il bonus 200 euro riservato alle persone con disabilità.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebookconfrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Pensione di inabilità: decorrenza

La pensione di inabilità lavorativa, descritta in questo utile approfondimento del sito TheWam.net, decorre dal primo giorno del mese successivo a quello nel quale è stata presentata la domanda. Ovviamente se si rispettano i requisiti sanitari e amministrativi previsti.

Questo tipo di trattamento può essere soggetto a revisione e viene revocato se si accerta il recupero della capacità lavorativa.

Scopri quali agevolazioni sono previste per chi una una invalidità al 100% e quando alle persone disabili totali è permesso guidare.

Pensione di inabilità: requisiti

La pensione di inabilità viene concessa quando l’assistito ha una assoluta e permanente impossibilità a svolgere qualsiasi attività lavorativa. Sia a causa di una infermità, sia a causa di un difetto fisico e mentale. L’inabilità deve essere valutata e certificata dalla Commissione medica legale dell’Inps.

Questi sono gli altri requisiti:

  • almeno 5 anni di contribuzione, di cui 3 versati nel quinquennio precedente la domanda;
  • la cessazione di qualsiasi attività lavorativa;
  • la cancellazione dagli elenchi anagrafici degli operai agricoli e dagli elenchi di categoria dei lavoratori autonomi;
  • la cancellazione dagli albi professionali;
  • la rinuncia ai trattamenti contro la disoccupazione e ogni altro trattamento che è sostitutivo o integrativo della retribuzione.

Pensione di inabilità: importo

Ora vediamo quanto spetta a chi accedere alla pensione di inabilità lavorativa. L’importo può essere calcolato con il sistema misto (una quota retributiva e una contributiva), se il lavoratore ha iniziato la sua attività prima del 31 dicembre 1995.

L’anzianità contributiva maturata viene incrementata (fino a un limite massimo di 40 anni, 2080 settimane di contributi) aggiungendo all’anzianità contributiva che è stata maturata i contributi sufficienti a coprire il periodo che manca al compimento dei 60 anni di età, quando scatta la pensione di vecchiaia. Un limite anagrafico che è uguale sia per le donne, sia per gli uomini.

Pensione di inabilità: compatibilità

La pensione di inabilità è compatibile con l’assegno per l’accompagnamento che viene concesso alle persone con disabilità non più in grado deambulare senza l’aiuto costante di un accompagnatore o che non sono capaci di compiere da soli gli atti quotidiani della vita (mangiare, lavarsi, vestirsi).

Pensione di inabilità: incompatibilità

Il trattamento non è invece compatibile:

con la rendita Inail in caso di infortunio sul lavoro o malattia professionale liquidata per lo stesso evento invalidante;

viene concesso in misura ridotta per chi già fruisce di una prestazione simile erogata da altre forme di assistenza sociale (la riduzione corrisponde all’importo della prestazione analoga);

non è reversibile ai superstiti.

Pensione privilegiata di inabilità

Hanno invece diritto alla pensione privilegiata di inabilità solo gli iscritti all’Assicurazione Generale Obbligatoria per i lavoratori dipendenti se l’inabilità è stata causata dall’attività svolta durante un rapporto di lavoro soggetto all’obbligo assicurativo per l’invalidità, la vecchiaia e i superstiti.

Attenzione: la pensione di inabilità privilegiata non può essere riconosciuta quando per l’evento che ha causato l’inabilità scaturisce il diritto di rendita a carico dell’assicurazione contro gli infortuni sul lavoro e le malattie professionali.

Pensione di inabilità: la domanda

Vediamo come presentare la domanda per accedere alla pensione di inabilità lavorativa.

Alla domanda deve essere allegata la certificazione medica (il modulo SS3 compilato e inviato dal medico curante).

La domanda può essere presentata online direttamente sul portale Inps.

Oppure:

chiamando il Contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) o lo 06 164 164 da rete mobile;

è possibile, ovviamente, rivolgersi anche enti di patronato e intermediari dell’istituto.

Pensione di inabilità: ricorso

È comunque consigliabile per pratiche di questo tipo e anche per una valutazione preliminare, recarsi in un patronato sindacale che potrà anche effettuare un calcolo preliminare per l’importo della possibile pensione.

Se la domanda venisse rigettata è possibile presentare ricorso entro 90 giorni dalla comunicazione di rigetto.

Il ricorso deve essere presentato al Comitato Provinciale Inps.

Ecco le 5 guide preferite dagli utenti:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.