Stipendi badanti 2023: tutti gli aumenti (tabelle)

Stipendi badanti 2023: tutti gli aumenti previsti a partire da gennaio, con esempi, schemi e tabelle. La trattativa per spalmare l’aumento su tutto il 2023 è fallito: bisogna dare tutto e subito. In difficoltà i datori di lavoro: famiglie e anziani non autosufficienti. Tutte le cifre.
 - 
25/01/2023

Stipendi badanti 2023: gli aumenti ci saranno, a partire da gennaio, è fallita la trattativa con i sindacati. Si puntava a spalmare quel 9,2 per cento in più su tutto l’anno. Non è stato possibile. (entra nella community di Invalidità e Diritti. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi).

INDICE

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e ricevi con WhatsApp, Telegram e Facebook tutti gli approfondimenti su invalidità, diritti e Legge 104.

Vediamo in questo post quali saranno i minimi contributivi per le badanti nel 2023. Si tratta di un aumento consistente e che rischia di mettere in serie difficoltà i datori di lavoro. Molto spesso famiglie, in tanti casi gli stessi anziani non autosufficienti.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Un incremento di spesa per l’assistenza domestica che va anche oltre il semplice aumento dello stipendio. Bisognerà infatti aggiungere anche i costi in crescita per i contributi e il Tfr. Un incremento complessivo che raggiunge i 1.500 euro l’anno.

Riguarda ovviamente tutto il settore della collaborazione domestica. Comprese quindi le baby sitter e le colf.

In questo post verifichiamo, anche con l’aiuto di specifiche tabelle, come cambierà lo stipendio e la paga oraria delle badanti (a seconda del tipo di contratto che è stato stipulato).

Su questo argomento potrebbe interessarti sapere quando pagare i contributi alle badanti, tutte le date; c’è anche un focus che spiega come pagare le badanti con il libretto di famiglia; e infine quali rischi comporta il netto aumento della retribuzione delle badanti per le famiglie (e non solo).

Stipendi badanti 2023: l’aumento

L’aumento dello stipendio è regolato dall’articolo 38 del contratto collettivo nazionale per il lavoro domestico. L’adeguamento automatico all’inflazione si applica in questo modo:

  • 80% del valore sulle retribuzioni minime;
  • 100 per cento del valore su vitto e alloggio.

E quindi: se l’inflazione nel 2022 è stata dell’11,5 per cento, il valore definitivo sarà del 9,2 per cento (che è l’80 percento dell’11,5).

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi.

Stipendi badanti 2023: tabella paga oraria

Vediamo subito come cambia la paga mensile e quella oraria per le badanti a seconda del tipo di contratto che hanno stipulato con il datore di lavoro.

Il contratto dipende ovviamente dalla prestazione che viene richiesta. Ci spieghiamo meglio: una badante convivente che si occupa dell’assistenza di una persona non autosufficiente avrà una retribuzione diversa da quella che riceve una collaboratrice che ha solo compiti di “compagnia”.

Nei paragrafi successivi, per maggiore chiarezza, abbiamo anche spiegato quali sono e come si diversificano i diversi livelli del contratto di lavoro dei collaboratori domestici.

Verifichiamo prima questa tabella. Poi analizzeremo nel dettaglio le retribuzione mensile e oraria delle collaboratrici.

Tabella ATabella BTabella CTabella DTabella E Tabella G
Lavoratori conviventiLav. non conviventi meno di 30 ore settimanaliLav. non conviventi 40 ore settimanaliAssistenza notturnapresenza notturnaLavoratori per copertura riposo
Valori mensiliValori mensiliValori orariValori mensiliValori mensiliValori orari
Livello A725,195,27
Livello AS857,066,21
Livello B922,98659,276,58
Livello BS988,9692,256,991.137,23
Livello C1.054,85764,747,38
Livello CS1.120,767,791.288,878,36
Livello D1.138,469,361.592,1710,09
Livello DS
Livello unico761,45

Stipendi badanti 2023: conviventi

Le badanti conviventi hanno un orario massimo di lavoro settimanale di 54 ore, sono suddivise in 10 ore tra il lunedì e il venerdì e 4 il sabato.

Nelle 10 ore è previsto un riposo di 2 ore da concordare con l’assistito e un riposo di almeno 8 ore consecutive tra un turno e l’altro.

Questi sono gli stipendi medi delle badanti conviventi (sono riportati i vali livelli, nel paragrafo in basso spieghiamo a cosa si riferiscono):

  • Livello A: 725,19 euro;
  • Livello AS: 857,06 euro;
  • Livello B: 922,98 euro;
  • Livello BS: 988,9 euro;
  • Livello C: 1.054,85 euro; 
  • Livello CS: 1.120,76  euro;
  • Livello D: 1.318,54 (più indennità: 194,98 euro);
  • Livello DS: 1.384,46 (più indennità: 194,98 euro).

Stipendi badanti 2023: non convivente

Lo stipendio delle badanti non conviventi viene calcolato in base alle ore di effettivo lavoro che viene svolto. Il tetto massimo è di 40 ore. Nel contratto nazionale di lavoro si stabilisce inoltre che:

  • l’orario massimo giornaliero non può essere superiore a 8 ore al giorno;
  • le ore lavorative devono essere svolte tra le 6 e le 22.

Questi sono i valori medi per la retribuzione oraria:

  • Livello A: 5,27 euro;
  • Livello AS: 6,21 euro;
  • Livello B: 6,58 euro;
  • Livello BS: 6,99 euro;
  • Livello C: 7,38 euro;
  • Livello CS: 7,79 euro;
  • Livello D: 8,98 euro;
  • Livello DS:  9,36.

Stipendi badanti 2023: assistenza notturna

Questi sono invece i valori medi della retribuzione mensile delle badanti che devono svolgere assistenza notturna:

  • Livello BS: 137,23 euro, per persone autosufficienti;
  • Livello CS: 1.288,87 euro per persone non autosufficienti;
  • Livello DS: 1.592,17 euro per persone non autosufficienti.
Nell’immagine una badante assiste una persona con disabilità

Stipendi badanti 2023: i livelli del contratto

Per comprendere meglio le tabelle che abbiamo riportato sopra è utile ricordare quali sono i diversi livelli di assistenza. E quindi a cosa corrispondono sigle come BS, CS e così via.

Vediamo:

  • Livello A. Assistenti familiari che non sono addetti all’assistenza di persone, non hanno esperienza professionale. Sono incluse anche le assistenti familiari che svolgono con competenza le proprie mansioni, relative ai profili lavorativi indicati, a livello esecutivo e sotto il diretto controllo del datore di lavoro
  • Livello AS / A Super. Addetto alla compagnia: svolge dunque solo mansioni di compagnia a persone adulte autosufficienti.
  • Livello B.  Assistenti familiari che svolgono con specifica competenza le proprie mansioni.
  • Livello BS / B Super – Babysitter.  Assistono bambini o persone autosufficienti, che svolgono con specifica competenza le proprie mansioni.
  • Livello C. Assistenti familiari, in possesso di specifiche conoscenze di base, sia teoriche che tecniche, che operano con totale autonomia e responsabilità.
  • Livello CS / C Super. Assistenti familiari a persone non autosufficienti che, in possesso di specifiche conoscenze di base, sia teoriche che tecniche, operano con totale autonomia e responsabilità.
  • Livello D. Assistenti familiari, in possesso dei necessari requisiti professionali, che ricoprono specifiche posizioni di lavoro caratterizzate da responsabilità, autonomia decisionale e/o coordinamento.
  • Livello DS / D Super. Assistenti familiari di persone non autosufficienti in possesso dei requisiti professionali, ricoprono specifiche posizioni di lavoro caratterizzate da responsabilità, autonomia decisionale e/o coordinamento.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’assistenza domestica:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.