Spese mediche disabili deducibili: la nuova guida

Spese mediche disabili deducibili: l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova guida su tutte le agevolazioni fiscali riconosciute per le spese mediche. Ci soffermiamo in questo post sulle spese mediche che possono essere portate in deduzione da persone con invalidità, disabilità e legge 104. Un elenco chiaro, sintetico e dettagliato.
 - 
11/10/2023

Spese mediche disabili deducibili: l’Agenzia delle Entrate ha pubblicato la nuova guida sulla detrazioni e deduzioni fiscali per le spese mediche. Si tratta di un aggiornamento che può meritare più di qualche approfondimento. In questo post ci soffermiamo in particolare sui costi che possono essere portati in deduzione dalle persone con invalidità, legge 104 e i loro familiari. (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Spese mediche disabili: quali documenti servono?

Con l’uscita della versione aggiornata della Guida alle agevolazioni fiscali sulle spese sanitarie, è fondamentale capire quali documenti sono necessari per le detrazioni e deduzioni. Ecco una panoramica dettagliata:

  • Documentazione: i documenti principali sono le fatture, ricevute o quietanze rilasciate dal prestatore con indicazione del suo codice fiscale o numero di partita Iva.
  • Conservazione: non devi allegare questi documenti alla dichiarazione dei redditi, ma conservarli in originale. L’Agenzia delle Entrate potrebbe richiederli in futuro.

Qui sotto puoi trovare in Pdf la guida completa

Elenchi specifici dei documenti

  1. Fatture o ricevute di prestazioni mediche generiche.
  2. Fatture o ricevute di assistenza specifica.
  3. Documentazione che attesti invalidità o menomazione.
  4. Documenti che dimostrino la spesa sostenuta dagli eredi per una persona deceduta.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Spese mediche disabili deducibili: dettagli e chiarimenti

Le persone con disabilità possono beneficiare di deduzioni specifiche sulle spese mediche. Ma quali sono queste spese e in quali condizioni si possono dedurre?

Tipi di spese deducibili

  1. Spese mediche generiche:
    • Prestazioni rese da un medico generico.
    • Acquisto di farmaci o medicinali.
  2. Assistenza specifica:
    • Necessarie nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione.
  3. Spese sanitarie sostenute dagli eredi:
    • Sono deducibili le spese relative a una persona deceduta se sostenute dopo il suo decesso.

Come beneficiare delle deduzioni

  • Legislazione di riferimento: è possibile portare in deduzione le spese mediche ai sensi dell’art. 10 del Tuir.
  • Deduzione per eredi: nel caso le spese siano state sostenute da più eredi, ognuno di essi può beneficiare della deduzione sulla quota di spesa effettivamente sostenuta.

Chi può usufruire delle deduzioni?

Le spese mediche deducibili per i disabili sono un diritto per molte persone, ma non per tutti. Ecco chi può effettivamente beneficiare di queste deduzioni:

  1. Persone riconosciute dalla Commissione medica:
  2. Persone riconosciute da altre Commissioni mediche:
    • Individui ritenuti invalidi da commissioni dedicate all’invalidità civile, di lavoro o di guerra.
    • Deve essere stata accertata una grave e permanente invalidità. In assenza di questa indicazione esplicita, può essere comunque dedotta se è stata certificata un’invalidità totale o assegnata l’indennità di accompagnamento.
  3. Grandi invalidi di guerra e figure equiparate:
    • Riconosciuti come portatori di handicap in situazione di gravità basata su documentazione fornita dai ministeri competenti.

Quali spese sono deducibili?

Le spese che possono essere dedotte variano in base alla natura del servizio o del prodotto acquistato. In generale, si dividono in:

  1. Spese mediche generiche:
    • Medicinali
    • Prestazioni fornite da un medico generico
  2. Spese di assistenza specifica:

Assistenza specifica: quali spese?

L’assistenza specifica comprende una serie di servizi e attività mirate a garantire una qualità della vita migliore per chi vive con una disabilità. Ecco alcune spese considerate deducibili:

  1. Assistenza infermieristica e riabilitativa:
    • Servizi forniti da personale paramedico con una qualifica professionale specialistica.
  2. Prestazioni di assistenza di base:
    • Servizi resi da personale con la qualifica di addetto all’assistenza di base o operatore tecnico assistenziale, dedicato esclusivamente all’assistenza della persona.
  3. Coordinamento delle attività assistenziali:
    • Prestazioni fornite dal personale di coordinamento, personale qualificato come educatore professionale, e personale addetto ad attività di animazione e terapia occupazionale.
  4. Terapie alternative:
    • Ippoterapia e musicoterapia, se prescritte da un medico e svolte in centri specializzati da personale medico o sanitario specializzato.

Le spese che non sono deducibili

Anche se molte spese mediche per i disabili possono essere dedotte, ci sono alcune eccezioni importanti:

  1. Prestazioni di un pedagogista:
    • Il Ministero della Salute ha chiarito che il pedagogista non può essere considerato un professionista sanitario. Lavora principalmente in servizi socio-educativi, socio-assistenziali e socio-culturali.
  2. Spese sanitarie specialistiche:
    • Questo include spese come analisi, prestazioni chirurgiche e specialistiche.
    • Tuttavia, ci sono eccezioni come l’acquisto di dispositivi medici. Questi rientrano tra le spese detraibili al 19% oltre la soglia di 129,11 euro. Se il dispositivo medico è essenziale per la persona disabile (come le stampelle), la detrazione del 19% può essere applicata sull’intero importo.
  3. Sostenere un minore portatore di handicap nell’apprendimento:
    • Questa attività, principalmente pedagogica, è svolta da operatori non sanitari. Anche se sono specializzati nel sostegno didattico-educativo, l’attività non ha una connotazione sanitaria.

Limiti di deducibilità

Ci sono regole specifiche su quanto e come possono essere dedotte le spese:

  1. Deduzione parziale:
    • Se un portatore di handicap è ricoverato in un istituto, non è possibile dedurre l’intera retta. Solo le spese mediche e di assistenza specifica sono deducibili.
  2. Documentazione specifica:
    • Per dedurre le spese, devono essere indicate separatamente nella documentazione fornita dall’istituto di assistenza.
  3. Deduzioni per familiari:
    • Le spese mediche sono deducibili anche se sostenute dai familiari della persona disabile. Tuttavia, se il documento di spesa è solo a nome del disabile, il familiare che ha pagato deve annotare l’importo pagato sul documento.

I documenti necessari con tabella

Per dedurre le spese mediche, è fondamentale avere la documentazione adeguata:

  • Tipi di documenti:
    • Sono accettati fatture, ricevute o quietanze.
    • Questi documenti devono includere il codice fiscale o il numero di partita IVA del fornitore del servizio.
  • Conservazione:
    • Questi documenti devono essere conservati per tutto il periodo in cui l’Agenzia delle entrate potrebbe richiederli.
    • Non è necessario allegarli alla dichiarazione dei redditi, ma è fondamentale averli in caso di controlli.

Riassumiamo in questa tabella:

TIPOLOGIA DI SPESADOCUMENTI RICHIESTI
Spese mediche generiche– Fattura o scontrino fiscale parlante
– Ricevuta fiscale o fattura rilasciata dal medico
– Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap
– Autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare; se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta
Assistenza specifica– Fattura o ricevuta fiscale, rilasciata da chi ha erogato la prestazione, attestante che si tratta di assistenza medica o paramedica
– Fattura rilasciata dalla casa di assistenza e ricovero, in cui è chiaramente distinta la quota relativa all’assistenza dalla retta complessiva
– Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap
– Autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare; se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta
Ippoterapia e musicoterapia– Prescrizione medica
– Fattura o ricevuta fiscale rilasciata dal centro specializzato con attestazione che la prestazione è stata effettuata direttamente da personale medico o sanitario specializzato ovvero sotto la loro direzione e responsabilità tecnica
– Certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap
– Autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare; se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta
Spese mediche disabili deducibili: la nuova guida
Nella foto una donna con disabilità osserva le fatture per le spese mediche.

FAQ (domande e risposte)

Cosa dispone l‘Agenzia delle Entrate sulle spese mediche disabili deducibili?

La guida dell’Agenzia delle Entrate è un documento pubblicato dalla stessa Agenzia che offre informazioni aggiornate sulle detrazioni e deduzioni fiscali relative alle spese mediche. Questa guida fornisce indicazioni specifiche su quali costi possono essere portati in deduzione dalle persone con invalidità, da coloro che sono protetti dalla legge 104 e dai loro familiari.

Chi può portare in deduzione le spese mediche disabili?

Possono portare in deduzione le spese mediche disabili:

  • Le persone riconosciute dalla Commissione medica ai sensi dell’articolo 4 della legge 104. Qui, non è necessario un handicap grave, ma solo la condizione di handicap riportata all’articolo 3, comma 1.
  • Persone ritenute invalide da altre Commissioni mediche pubbliche incaricate per il riconoscimento dell’invalidità, sia civile, di lavoro o di guerra. In queste situazioni, deve essere stata verificata una grave e permanente invalidità o menomazione.
  • I grandi invalidi di guerra secondo l’articolo 14 del Testo Unico n. 915/1978 e le persone a loro equiparate, basandosi sulla documentazione fornita dai ministeri competenti.

Quali sono le spese mediche deducibili per le persone con disabilità?

Le spese mediche deducibili per le persone con disabilità comprendono:

  • Spese mediche generiche come l’acquisto di farmaci o le prestazioni fornite da un medico generico.
  • Spese di assistenza specifica nei casi di grave e permanente invalidità o menomazione.

Quali sono le spese di assistenza specifica deducibili?

Le spese di assistenza specifica deducibili includono:

  • Assistenza infermieristica e riabilitativa offerta da personale paramedico qualificato.
  • Prestazioni fornite da addetti all’assistenza di base o da operatori tecnico assistenziali che si occupano esclusivamente dell’assistenza diretta della persona.
  • Servizi forniti da coordinatori delle attività assistenziali, educatori professionali e personale qualificato per l’animazione e la terapia occupazionale.
  • Spese per ippoterapia e musicoterapia, a condizione che siano prescritte da un medico e svolte in centri specializzati da personale medico o sanitario specializzato.

Quali spese non sono deducibili per le persone con disabilità?

Le spese non deducibili per le persone con disabilità comprendono:

  • Servizi forniti da un pedagogista.
  • Spese sanitarie specialistiche come analisi e operazioni chirurgiche.
  • Spese per dispositivi medici, tranne in casi specifici.
  • Costi sostenuti per sostenere un minore portatore di handicap nell’apprendimento tramite una cooperativa.

Quali documenti sono necessari per dedurre le spese mediche disabili?

I documenti necessari per dedurre le spese mediche disabili sono:

  • Fatture, ricevute o quietanze rilasciate al contribuente da chi ha ricevuto i pagamenti, con indicazione del codice fiscale o numero di partita IVA.
  • Questi documenti devono essere conservati (non allegati alla dichiarazione dei redditi) per il periodo in cui l’Agenzia delle entrate potrebbe richiederli.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.