Per le badanti è più facile controllare i contributi

Con il nuovo servizio messo a disposizione dall’INPS per le badanti è più facile controllare i contributi. Un importante passo avanti nel nome della trasparenza. Il servizio sarà d’aiuto anche ai datori di lavoro. Vediamo come funziona.
 - 
14/05/2024

Per le badanti è più facile controllare i contributi: l’INPS ha attivato un nuovo servizio che consente in modo elementare di controllare l’estratto conto contributivo dei collaboratori domestici. Possono ovviamente utilizzarlo anche i datori di lavoro. Vediamo come funziona. (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Per le badanti è più facile controllare i contributi: trasparenza

L’INPS ha attivato un nuovo servizio online destinato ai datori di lavoro e ai lavoratori domestici. Lo strumento consente di visualizzare i dati di dettaglio dei contributi versati per ciascun periodo lavorativo.

Caratteristiche del nuovo servizio

Il servizio è più ricco rispetto a quelli offerti in precedenza e offre la possibilità agli utenti di effettuare controlli tempestivi sulla contribuzione accreditata. Le informazioni aiutano a garantire che i contributi siano correttamente registrati e gestiti.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Il servizio INPS

Dettagli del nuovo servizio offerto dall’INPS

L’INPS, con il messaggio n. 1773/2024, ha dunque annunciato che il nuovo estratto conto contributivo è ora disponibile sul sito internet dell’Istituto. Può essere raggiunto attraverso il servizio “Cassetto previdenziale (Datori di lavoro domestico)“.

Modalità di accesso al servizio

Gli utenti possono accedere al servizio utilizzando diverse credenziali di sicurezza come SPID, CIE, CNS, eIDAS o Pin dispositivo. Quest’ultimo è specifico per i residenti all’estero che non possiedono un documento di riconoscimento italiano e non possono quindi richiedere lo SPID.

Funzionalità avanzate per una verifica accurata

Il sistema è progettato per riconoscere automaticamente il ruolo dell’utente autenticato, sia esso datore di lavoro o lavoratore domestico. In base al codice fiscale inserito, il servizio mostra la pagina relativa, offrendo una navigazione personalizzata. Se un utente ha ricoperto entrambi i ruoli nel tempo, gli sarà richiesto di selezionare il tipo di estratto conto che desidera consultare.

Come funziona per il datore di lavoro

I datori di lavoro, accedendo al sito INPS, possono consultare l’elenco di tutti i rapporti di lavoro domestico registrati, sia quelli attivi che quelli cessati. Questa funzionalità è fondamentale per la gestione trasparente e aggiornata delle relazioni lavorative.

Visualizzazione e download delle informazioni

Con la selezione di una casella specifica, i datori di lavoro hanno la possibilità di visualizzare e scaricare in formato PDF le attestazioni dei pagamenti effettuati. Questi documenti sono disponibili per anno contributivo o per anno di pagamento, permettendo una verifica dettagliata e periodica.

Dettaglio dei versamenti effettuati

Utilizzando la lente d’ingrandimento presente nel servizio, è possibile accedere a una visualizzazione dettagliata dei dati dei versamenti. Inoltre, è possibile scaricare l’attestazione di pagamento di ogni singolo trimestre, anch’essa in formato PDF, facilitando così la documentazione e il controllo continuo dei contributi.

Come funziona per la badante

Le badanti, accedendo al servizio INPS, visualizzano l’estratto conto con la stessa struttura dell’estratto contributivo. Include periodi lavorati, retribuzione imponibile, e settimane accreditate ai fini del diritto e della misura della pensione.

Verifica dettagliata dei contributi

Utilizzando la funzione di lente di ingrandimento, le badanti possono esaminare i dettagli dei contributi versati dai loro datori di lavoro per ciascun periodo. Questo strumento è importante per una verifica accurata e per assicurarsi che tutti i contributi siano stati correttamente accreditati.

Funzione “Dettaglio settimane”

Un’altra funzionalità importante è la “Dettaglio settimane”, che permette alle badanti di verificare le settimane coperte da contribuzione. Questo aspetto è fondamentale per la validazione dei diritti pensionistici e per garantire che il calcolo della pensione sia esatto in base ai contributi versati.

Conclusioni

In conclusione, l’INPS ha semplificato il processo di controllo dei contributi per le badanti e i loro datori di lavoro attraverso l’introduzione di questo nuovo servizio online. L’innovazione aumenta la trasparenza e fornisce strumenti efficaci per una gestione accurata dei contributi previdenziali.

Vantaggi del servizio

  • Accessibilità migliorata: l’accesso facilitato e le varie modalità di autenticazione rendono il servizio fruibile a un’ampia fascia di utenti, in Italia e all’estero.
  • Trasparenza aumentata: la possibilità di visualizzare i contributi versati e le informazioni relative ai periodi lavorativi consente una maggiore chiarezza e previene possibili incomprensioni o errori.
  • Gestione effettiva dei diritti pensionistici: la verifica delle settimane di contribuzione accreditate garantisce che i diritti pensionistici siano calcolati correttamente.

Queste innovazioni rappresentano un passo importante verso una maggiore facilità di gestione dei contributi previdenziali, assicurando che badanti e datori di lavoro possano avere piena fiducia nella correttezza delle registrazioni effettuate dall’INPS.

Per le badanti è più facile controllare i contributi
Nell’immagine una badante verifica sul suo smartphone se le sono stati versati i contributi previdenziali.

FAQ (domande e risposte)

Come le badanti possono controllare i contributi INPS?

Le badanti possono controllare i propri contributi INPS attraverso il nuovo servizio online messo a disposizione dall’istituto. Accedendo con le proprie credenziali (SPID, CIE, CNS, eIDAS o Pin dispositivo), le badanti possono visualizzare un estratto conto dettagliato che mostra i periodi lavorati, la retribuzione imponibile e le settimane accreditate, cruciali per i diritti pensionistici. Inoltre, possono utilizzare strumenti come la lente di ingrandimento per esaminare i dettagli specifici dei contributi versati dai loro datori di lavoro per ogni periodo lavorativo.

Quali funzioni offre il nuovo servizio INPS per badanti?

Il nuovo servizio INPS per badanti offre diverse funzionalità utili:

  • Visualizzazione dettagliata degli estratti conto contributivi, inclusi periodi lavorati e retribuzioni.
  • Verifica dei contributi versati per singolo periodo lavorativo.
  • Funzione “Dettaglio settimane” per controllare le settimane coperte da contribuzione. Queste funzioni assicurano trasparenza e permettono una gestione precisa dei propri diritti previdenziali.

Come i datori di lavoro accedono ai contributi su INPS?

I datori di lavoro possono accedere ai contributi su INPS attraverso lo stesso servizio online, denominato “Cassetto previdenziale (Datori di lavoro domestico)”. Dopo aver effettuato l’accesso tramite le proprie credenziali, possono visualizzare e scaricare in formato PDF le attestazioni dei pagamenti effettuati, suddivise per anno contributivo o per anno di pagamento. Il servizio permette anche di visualizzare dettagliatamente i dati dei versamenti effettuati attraverso strumenti di ingrandimento specifici.

Quali dati mostra il nuovo servizio INPS per badanti?

Il nuovo servizio INPS per badanti mostra diversi dati essenziali per la gestione dei contributi previdenziali:

  • Periodi lavorati e retribuzione imponibile.
  • Settimane accreditate ai fini del diritto e della misura della pensione.
  • Dettagli specifici dei contributi versati dai datori di lavoro per ciascun periodo, accessibili attraverso funzionalità di ingrandimento e dettaglio.

INPS ha facilitato il controllo dei contributi per le badanti?

Sì, l’INPS ha significativamente facilitato il controllo dei contributi per le badanti attraverso il lancio di questo nuovo servizio online. Con una maggiore trasparenza e accesso a dati dettagliati, le badanti ora hanno gli strumenti per verificare in modo indipendente e accurato i contributi versati, garantendo così una corretta accumulazione dei diritti pensionistici.

Come funziona il “Cassetto previdenziale” di INPS per badanti?

Il “Cassetto previdenziale” di INPS per badanti è una sezione del sito web dell’INPS accessibile tramite credenziali digitali sicure. Una volta autenticati, gli utenti possono visualizzare una pagina personalizzata che riflette il loro ruolo (datore di lavoro o lavoratore). Per le badanti, il servizio mostra un estratto conto contributivo dettagliato, con la possibilità di verificare le settimane di contribuzione e altri dati importanti per la gestione dei propri diritti pensionistici. Questo sistema garantisce una gestione efficiente e trasparente dei contributi previdenziali.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1