Pensione di invalidità 2024: chi può chiedere l’aumento

Ecco chi può richiedere l’aumento della pensione di invalidità nel 2024, quale importo si può raggiungere e come ottenerlo.
 - 
24/01/2024

Parliamo di aumento della pensione di invalidità nel 2024 (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Chi può ottenere l’aumento della pensione di invalidità nel 2024

Sono gli invalidi civili al 100% che, anche nel 2024, possono richiedere l’aumento della pensione di invalidità, fin dal compimento della maggiore età.

Questo diritto è stato confermato dalla sentenza n.152 del 2020 della Corte Costituzionale, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n. 30 del 22 luglio 2020.

La sentenza ha esteso il diritto alla maggiorazione sociale chiamata “incremento al milioneanche ai percettori di invalidità civile con un’età inferiore ai 65 anni.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Da diversi anni, l’aumento della pensione di invalidità civile è garantito al raggiungimento dei 18 anni, a condizione che siano soddisfatti specifici requisiti reddituali.

È importante notare che solo l’invalido al 100% può richiedere l’aumento della pensione di invalidità civile.

In caso di ricorso, è possibile richiedere gli arretrati per gli ultimi 5 anni, offrendo a chi non si è ancora adeguato alla sentenza la possibilità di farlo e di ricevere importi arretrati.

Sia l’importo della maggiorazione che i limiti di reddito (individuale e, se del caso, coniugale) vengono annualmente adeguati in base all’incremento del costo della vita.

A seguire, verranno esaminati gli importi aggiornati al 1° gennaio 2024 e le regole per calcolare l’incremento al milione percepito sulla pensione di invalidità.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Perché l’aumento della pensione di invalidità civile

L’articolo 38 della Legge n. 448 del 2001, nota come finanziaria per il 2002, ha introdotto la maggiorazione sociale dell’incremento al milione.

Questa disposizione riguarda le pensioni di invalidità civile, nonché l’assegno sociale e i trattamenti previdenziali, riconoscendo il diritto a un aumento fino al raggiungimento della soglia del milione delle vecchie lire.

In passato, per i pensionati, questo diritto si acquisiva solo a 70 anni, con la possibilità di scendere di 1 anno, fino a un massimo di 5, ogni 5 anni di contributi maturati.

Tuttavia, per le pensioni di invalidità civile, il limite era fissato a 65 anni. La sentenza sopra menzionata ha dichiarato incostituzionale questa disposizione, sostenendo che l’importo base della pensione di invalidità civile viola l’articolo 38 della Carta Costituzionale.

L’INPS si è adeguata prontamente, estendendo il diritto alla maggiorazione a tutti gli invalidi civili con una percentuale del 100%, inclusi quelli al di sotto dei 65 anni, purché soddisfino determinati requisiti.

Scopri se è possibile ottenere la maggiorazione sociale per persone invalide civili parziali.

Chi ha diritto all’aumento della pensione di invalidità civile

Come già accennato, la prima condizione per accedere alla maggiorazione prima dei 60 anni è l’accertamento della piena impossibilità di svolgere qualsiasi attività lavorativa, ovvero il riconoscimento del 100% di invalidità.

Ci sono poi dei limiti di reddito da rispettare, recentemente aggiornati per adeguarsi alla rivalutazione dei valori delle pensioni e alle soglie di reddito per garantire il diritto a determinati trattamenti, in linea con l’aumento del costo della vita.

Nel dettaglio, si considera sia il reddito individuale che, se del caso, quello coniugale. Nel primo caso, la soglia massima è di 9.555,65 euro, mentre nel secondo è di 16.502,98 euro.

Per il calcolo del limite reddituale, vengono presi in considerazione tutti i redditi, compresi quelli esenti da Irpef, ad eccezione di alcuni come il reddito della casa di abitazione, le pensioni di guerra, l’indennità di accompagnamento, il bonus tredicesima e i trattamenti di famiglia.

Come calcolare gli aumenti della rivalutazione delle pensioni 2024? Ecco tabelle e alcuni esempi per conoscere i nuovi importi delle pensioni.

Importo dell’aumento della pensione di invalidità

Quest’anno, la pensione di invalidità per gli invalidi al 100% è aumentata a 333,33 euro.

Partendo da questo valore, è possibile calcolare l’incremento al milione, poiché l’integrazione è destinata a far aumentare la prestazione fino all’importo del trattamento minimo di pensione maggiorato di 136,44 euro (importo fisso dal 2008).

Pertanto, la formula da utilizzare quest’anno è la seguente:

  • (598,61+136,44)−333,33(598,61+136,44)−333,33

Il risultato è un aumento di 401,72 euro, portando l’importo totale a 735,05 euro. Tuttavia, affinché l’importo sia pieno, non devono esserci altri redditi oltre alla pensione di invalidità percepita.

Per i pensionati singoli, è possibile utilizzare la formula:

  • [[9.555,65−(Redditopersonale+4.333,29)]/13

Mentre per i pensionati coniugati:

  • 16.502,98−(Redditoconiugale+4.333,29)]/13

L’importo spettante è quello più basso tra i due risultati.

Fino a poco tempo fa percepivi un importo della pensione di invalidità maggiore, ma poi si è ridotto. Se hai avuto diritto alla maggiorazione sociale, la causa potrebbe essere proprio quella, nel senso che potresti averne perso il diritto. Vediamo quindi in quali casi si applica la revoca della maggiorazione sociale sull’invalidità civile.

Aumento della pensione di invalidità
Aumento della pensione di invalidità. Nella foto: banconote in euro.

Esempio di calcolo

Supponiamo di avere un invalido civile con un reddito personale di 2.000 euro, sposato con un coniuge che percepisce un reddito annuo di 3.000 euro.

Applicando questi valori alle formule, il risultato è una maggiorazione di 247,87 euro, portando la pensione di invalidità civile da lui percepita a 581,20 euro.

Ecco quanto dura l’incremento al milione.

Come fare richiesta

Per effettuare la richiesta, è disponibile il servizio telematico del consulente digitale delle pensioni.

Una volta effettuato l’accesso, sarà l’INPS a suggerire se si ha diritto a delle maggiorazioni, compreso l’incremento al milione, indirizzando eventualmente alla procedura per presentare la richiesta. In alternativa, è possibile rivolgersi a Caf e patronati per il supporto adeguato.

FAQ sull’aumento della pensione di invalidità con l’incremento al milione nel 2024

Come si riduce il requisito anagrafico per avere diritto all’incremento al milione per pensionati previdenziali?

Il requisito anagrafico può essere ridotto in base alla contribuzione versata, in questo modo:

  • di 1 anno (69 anni) con almeno 2 anni e 6 mesi di contributi (da 130 fino a 389 settimane contributive)
  • di 2 anni, (68 anni) con almeno 7 anni e 6 mesi di contributi (da 390 fino a 649 settimane contributive)
  • di 3 anni, (67 anni) con almeno 12 anni e 6 mesi di contributi (da 650 fino a 909 settimane contributive)
  • di 4 anni, (66 anni) con almeno 17 anni e 6 mesi di contributi (da 910 fino a 1169 settimane contributive)
  • di 5 anni (65 anni) oltre 17 anni e 6 mesi di contributi (da 1170 in poi settimane contributive)
  • a 67 anni, per i titolari di assegno sociale e pensione sociale anche invalidi, sordomuti, ciechi assoluti.

Quali redditi vengono considerati per il calcolo dell’incremento al milione?

Per calcolare l’incremento al milione si tengono in considerazione i seguenti redditi:

  • I redditi assoggettabili ad IRPEF, come il reddito di lavoro dipendente
  • I redditi assoggettabili a tassazione separata, come il TFR e l’indennità di mancato preavviso
  • I redditi tassati alla fonte
  • I redditi esenti da tassazione ordinaria Irpef, come la stessa pensione di invalidità.

Quali redditi non vengono considerati per il calcolo dell’incremento al milione?

Alcuni redditi non rientrano nel calcolo dell’aumento mensile della pensione. Questi includono:

La casa di abitazione e la pertinenza,

  • I trattamenti di famiglia,
  • L’indennità di accompagnamento,
  • Le pensioni di guerra,
  • Redditi soggetti a tassazione separata,
  • Redditi tassati alla fonte.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1