Come restare nel mercato tutelato dell’energia con la 104

Come fare a restare nel mercato tutelato dell’energia con la Legge 104? Ecco la domanda da inoltrare al fornitore e cosa sapere sul mercato tutelato.
 - 
15/05/2024

Come restare nel mercato tutelato dell’energia con la Legge 104? Ne parliamo in questo approfondimento (scopri le ultime notizie su Legge 104, invalidità civile, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Cosa significa mercato tutelato?

Praticamente ogni giorno si sente parlare di mercato tutelato. Ma cosa significa? Con mercato tutelato si intende la fornitura di energia elettrica erogata con le tariffe contrattuali regolate direttamente dall’Arera.

I clienti domestici che non hanno scelto un contratto dal mercato libero godono dei servizi di tutela, ovvero servizi di fornitura di energia elettrica alle condizioni economiche stabilite dall’Arera.

Detto questo, ricordiamo che i servizi di tutela, a breve, non potranno più essere scelti, se non dai clienti domestici vulnerabili, ovvero quelli di età avanzata, in difficoltà economica o con disabilità.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Cosa significa Servizio a Tutele Graduali?

La data da segnare in rosso sul calendario è il 1° luglio 2024: da questo giorno, il cliente domestico non vulnerabile, che non abbia un contratto in essere sul mercato libero, passerà automaticamente al Servizio a Tutele Graduali (STG), della durata di circa 3 anni (scadrà il 31 marzo 2027).

Significa che il cliente domestico verrà assegnato al venditore vincitore dell’asta nella zona in cui è domiciliato. Senza una scelta da comunicare entro il 30 giugno 2024, il cliente riceverà l’energia elettrica dallo stesso venditore, in base all’offerta di mercato libero più favorevole.

Le procedure per l’identificazione degli operatori del Servizio a Tutele Graduali sono iniziate da gennaio 2024. In questo servizio rientrano gli utenti non vulnerabili, circa 5 milioni di utenze su un totale di 10 milioni di clienti ancora nel tutelato. L’altra metà, quella dei cosiddetti “vulnerabili”, potrà rimanere nel mercato tutelato.

Come restare nel mercato tutelato dell’energia con la Legge 104?

Ma come restare nel mercato tutelato dell’energia con la Legge 104? Chi presenta una disabilità ai sensi dell’articolo 3 della Legge 104 potrà rimanere nel mercato di maggiore tutela, in quanto considerato cliente vulnerabile.

Oltre alle persone con disabilità riconosciute dalla Legge 104, rientrano tra i clienti vulnerabili anche:

  • le persone con più di 75 anni di età;
  • le persone in condizioni economiche svantaggiate;
  • le persone che si trovano in gravi condizioni di salute, tali da richiedere l’utilizzo di apparecchiature mediche alimentate da energia elettrica;
  • le persone che vivono in una casa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;
  • le persone che vivono e hanno un’utenza elettrica su un’isola d’Italia minore non interconnessa.

Per tutti questi clienti, l’Arera ha già dichiarato che nulla cambierà. Continueranno a essere serviti alle stesse condizioni, dal servizio di maggiore tutela, con variazioni trimestrali.

Mercato tutelato e clienti vulnerabili: cosa fare?

Tra il mese di aprile e il mese di giugno 2024, il fornitore di energia elettrica invierà al cliente vulnerabile con Legge 104 (e alle altre categorie) una comunicazione in bolletta, con le informazioni sul mercato libero, sul servizio a tutele graduali e sulla vulnerabilità.

Per essere riconosciuti clienti vulnerabili e rimanere nel mercato tutelato dell’energia elettrica basta compilare un’autocertificazione con la quale si dichiara di essere in possesso di tutti i requisiti richiesti, che consentono di restare nel mercato tutelato.

Di seguito è possibile scaricare l’autocertificazione di vulnerabilità:

Il modulo va compilato e firmato dall’intestatario della bolletta. Quindi va inviato al fornitore dell’energia elettrica. Una volta verificata la domanda e i requisiti richiesti, il fornitore procederà all’approvazione della richiesta.

Mercato tutelato dell’energia con la Legge 104
Mercato tutelato dell’energia con la Legge 104: in foto un ragazzo con la sindrome di Down davanti a un computer.

Faq su energia elettrica e Bonus

Come richiedere il Bonus bollette 2024

Per richiedere il Bonus bollette 2024 ai pensionati con disabilità è necessario avere l’ISEE 2024, che si può ottenere compilando la DSU tramite il portale dedicato all’ISEE Precompilato sul sito dell’INPS, accedendo con le credenziali SPID, CIE o CNS.

In alternativa, è possibile chiedere assistenza ai Caf o ai commercialisti. Una volta ottenuto l’ISEE valido, se si soddisfano i requisiti di accesso, l’INPS attiverà automaticamente il Bonus bollette, applicando lo sconto direttamente senza ulteriori richieste da parte dell’utente.

Cosa cambia nel Bonus bollette 2024 rispetto al 2023?

In merito al Bonus bollette, nel 2024 ci sono alcune variazioni significative rispetto all’anno precedente. La prima e più rilevante è la riduzione dei fondi: nel primo trimestre del 2024, i fondi disponibili saranno solo 200 milioni, a differenza dei 400 milioni disponibili nel 2023. Questa decisione deriva dalla bozza della manovra di bilancio proposta dal governo.

Qual è l’importo del beneficio del bonus bollette 2024?

L’importo del beneficio dipenderà dalla platea considerata. Se si tratta della platea più ristretta (ISEE fino a 9.530 euro. Se, invece, si considera l’ISEE fino a 15.000 euro, l’importo del contributo sarà ridotto dell’80%.

L’importo extra del bonus bollette c’è ancora nel 2024?

No, l’importo extra per il Bonus bollette 2024 ad aprile 2024 è stato eliminato.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1