Legge 104 art 3 comma 3 parcheggio disabili

Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili: scopri se è sempre concesso il parcheggio riservato alle persone disabili gravi.
 - 
20/11/2023

In questo approfondimento parliamo di Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili(scopri le ultime notizie su Legge 104invalidità civilecategorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili: è sempre concesso per handicap grave?

No, la Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili non è automatica, nel senso che non basta aver riconosciuta la gravità dell’handicap per ottenere il permesso di avere un parcheggio riservato, anche se a causa della gravità hai diritto al contrassegno invalidi.

Per richiedere il parcheggio riservato è necessario che il verbale di riconoscimento riporti anche l’indicazione specifica “portatore di handicap con capacità motorie limitate o notevolmente ridotte”.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Gravità dell’handicap con difficoltà nella deambulazione e limitazione di mobilità

Abbiamo detto che la Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili non è automatica, ma che deve essere presente sul verbale 104 il riconoscimento di un determinato “tipo di disabilità”, legata alla difficoltà di deambulazione e alla limitazione della mobilità.

Le persone con effettiva difficoltà nella deambulazione o una significativa limitazione di mobilità, secondo quanto stabilito dall’articolo 381 del DPR 495/1992, così come per i non vedenti, come indicato dal DPR 506/1996, possono infatti ottenere il contrassegno disabili e anche diritto al parcheggio riservato per persone disabili con problemi di deambulazione.

Per ottenere questo pass, è fondamentale rivolgersi al servizio di medicina legale della propria Azienda USL. Qui, è possibile richiedere una certificazione medica che confermi la limitata capacità di deambulazione o la cecità. È importante notare che i certificati di invalidità civile o di handicap non sono sufficienti per questo scopo.

Tuttavia, alcuni verbali più recenti, quando presenti le condizioni sanitarie richieste dal Regolamento del Codice della strada, includono già l’annotazione: “persona con effettiva capacità di deambulazione impedita o sensibilmente ridotta (art. 381, DPR 495/1992)”.

In questi casi, se il verbale riporta questa precisazione, non è necessario sottoporsi a ulteriori visite mediche. È possibile rivolgersi direttamente al Comune di residenza per ottenere il contrassegno.

Questo approccio mira a semplificare il processo per coloro che soddisfano i requisiti stabiliti senza richiedere ulteriori certificazioni mediche.

L’articolo 3, comma 3 della Legge 104/1992 definisce i casi di disabilità grave come una situazione in cui c’è una significativa perdita di indipendenza da parte della persona, tale da richiedere assistenza costante e continua per eseguire le normali attività quotidiane.

Scopri se il parcheggio disabili in aeroporto è previsto in tutti gli scali italiani e come una persona disabile può sostare nei parcheggi aeroportuali senza pagare.

Quali soni i parcheggi riservati ai disabili

I parcheggi riservati alle persone con disabilità possono essere:

  • generali: utilizzabili da tutti i cittadini che espongono sul cruscotto del veicolo il pass invalidi;
  • personali: riservati a una determinata persona con disabilità e non occupabili da altri.

Contrassegno invalidi per malattie psichiche: ecco una comoda guida per saperne di più su come si usa, sui diritti e i divieti.

Chi rilascia il parcheggio personale riservato ai disabili

Il Comune di residenza valuta la concessione del parcheggio riservato. Le amministrazioni comunali, infatti, possono rifiutare la richiesta anche a chi ha una disabilità grave, ma è importante motivare la propria decisione.

Il cittadino avrà sempre la possibilità di fare ricorso, in questo caso si dice che impugnerà l’atto ritenuto illegittimo davanti al Tar (Tribunale amministrativo regionale). L’amministrazione comunale, di solito, riserva un parcheggio personale alla persona con disabilità nelle zone ad alta intensità di traffico, dove è più difficile trovare posto per l’auto (articolo 381 del Codice della strada).

La domanda per ottenere il parcheggio personale va presentata al Comune di residenza. Il modulo di richiesta per ottenere un parcheggio riservato cambia da Comune a Comune, ma di solito è simile a questo del Comune di Bronte.

Parcheggio disabili sulle strisce blu: cosa accade quando la persona con disabilità parcheggia tra le strisce blu perché i posti riservati sono occupati.

Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili
Legge 104 art 3 comma 3 e parcheggio per persone disabili. Nella foto: parcheggio per disabili.

Multe per chi occupa i parcheggi riservati ai disabili

I parcheggi destinati alle persone con disabilità sono delimitati dalle strisce gialle. Chi occupa questi spazi, senza averne di diritto, sarà multato come segue:

Occupazione indebita di parcheggi generali (utilizzabili da tutte le persone disabili):

  • multa da 40 a 164 euro per ciclomotori e moto;
  • multa da 85 a 338 euro per tutti gli altri veicoli con una decurtazione di due punti dalla patente.

Occupazione indebita di parcheggi personali (utilizzabili solo da una specifica persona)

  • siamo di fronte a un’ipotesi di reato di violenza privata con relative conseguenze penali.

FAQ sul parcheggio e sul contrassegno per persone disabili

Come richiedere un parcheggio per persone disabili in condominio se ho bisogno di parcheggiare vicino al portone di ingresso del condominio?

Se hai bisogno di parcheggiare vicino all’ingesso del condominio e non c’è un parcheggio condominiale, hai due possibilità:

  • puoi chiedere ai condòmini la possibilità di posteggiare l’auto all’interno di un’area comune dell’edificio, in modo che non crei intralcio e che non dia fastidio a nessuno;
  • se in condòmini non si dimostrano tolleranti, puoi sollecitare l’assemblea condominiale affinché deliberi per la trasformazione di un’area comune in parcheggio delle auto.

Posso richiedere un parcheggio riservato per persone disabili sul lavoro?

Chi è riconosciuto come disabile con il contrassegno di parcheggio per disabili può richiedere un parcheggio riservato vicino alla propria abitazione o luogo di lavoro, indipendentemente dalla capacità di guidare un veicolo.

Anche se un’altra persona guida l’auto, l’importante è che sia utilizzata principalmente per le esigenze del disabile.

La domanda per ottenere un parcheggio riservato per disabili vicino a casa o al luogo di lavoro è senza costi e va presentata al comando di polizia locale, usando un modulo specifico che può essere trovato sul sito web del proprio Comune.

Quali documenti sono necessari per richiedere il contrassegno per persone disabili?

Solitamente, per richiedere il contrassegno per invalidi, avrai bisogno di presentare una copia della certificazione medica che attesti la tua disabilità, insieme ai tuoi dati personali, come nome, indirizzo e numero di telefono.

Come usare il contrassegno disabili sulle strisce blu

Se ti stai chiedendo come utilizzare il contrassegno disabili sulle strisce blu, ecco cosa devi fare. Quando trovi una striscia blu riservata al parcheggio, puoi parcheggiare il tuo veicolo esponendo il contrassegno disabili sul cruscotto o sul parabrezza. Assicurati che il contrassegno sia ben visibile per evitare multe o inconvenienti. Ricorda sempre di rispettare le norme locali riguardanti l’utilizzo del contrassegno disabili.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sulla Legge 104:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1