Invalidità senza visita, nuove disposizioni INPS

Nuove disposizioni INPS sull’invalidità senza visita medica: il servizio di invio dei documenti medici per le richieste di invalidità, Legge 104, cecità e sordità, ora è disponibile non solo presso le commissioni dell'INPS, ma anche presso le commissioni ASL, per rendere più semplici le richieste dei cittadini.
 - 
12/02/2024

Parliamo delle novità dell’INPS sull’invalidità senza visita medica (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Novità INPS sull’invalidità senza visita medica

La possibilità di richiedere il riconoscimento dell’invalidità senza visita medica davanti alla Commissione è stata ampliata, includendo ora anche le ASL, oltre alle commissioni mediche di verifica dell’INPS, che già usufruivano di questa procedura.

L’INPS ha comunicato questa novità attraverso il messaggio n.77 dell’8 gennaio 2024, riguardante l’estensione del servizio di “Allegazione Documentazione Sanitaria” per le domande di invalidità civile.

In questa fase sperimentale, il servizio non è automaticamente attivo presso le ASL, ma richiede l’adesione da parte delle stesse, che devono richiedere specificamente l’abilitazione al servizio.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Invalidità senza visita: la valutazione basata sulla documentazione medica

È quindi possibile ottenere il riconoscimento di invalidità civile anche solo presentando la documentazione medica online all’INPS, senza necessità di visita fisica.

Questa modalità è stata introdotta durante l’emergenza COVID e successivamente confermata.

L’articolo 29-ter del decreto-legge 76/2020, convertito dalla Legge 120/2020, prevede questa possibilità di valutazione degli atti, consentendo di inviare la documentazione sanitaria attraverso il servizio “Allegazione Documentazione Sanitaria Invalidità Civile” dell’INPS.

Con questa procedura, le commissioni mediche dell’INPS sono autorizzate a redigere verbali di invalidità anche solo basandosi sulla documentazione inviata online, a condizione che sia sufficiente per una valutazione obiettiva. In caso contrario, il richiedente sarà convocato per una visita diretta.

In ritardo rispetto alla tabella di marcia precedentemente comunicata, il Ministro Locatelli annuncia come cambierà la domanda di invalidità civile nel 2025. Vediamo insieme quali sono le novità.

Nuove procedure per le ASL

L’INPS ha ampliato questa procedura di valutazione basata sulla documentazione anche alle Commissioni Mediche Integrate (CMI) delle ASL, in via sperimentale, per la prima richiesta e gli aggravamenti, dove la competenza della prima visita è delle Aziende Sanitarie Locali. Le ASL possono scegliere se aderire o meno a questa modalità.

Invalidità civile e requisiti 2024: a chi spetta l’invalidità civile, quali sono le prestazioni e le agevolazioni associate in base al grado di invalidità e come fare domanda.

Invalidità senza visita
Invalidità senza visita. Nella foto: un medico con una cartella clinica.

Procedura per le commissioni ASL

La documentazione allegata viene valutata dalla Commissione Medica Integrata ASL, che redige un verbale basandosi su di essa. Questo verbale viene poi trasmesso all’INPS per la validazione.

Se la documentazione non è sufficiente, la Commissione può convocare il richiedente per una visita diretta.

Questa nuova procedura comporta alcune variazioni nel flusso operativo:

  • le nuove domande non vengono immediatamente calendarizzate, ma rimangono in attesa che il richiedente allega la documentazione sanitaria, il cui termine varia a seconda della tipologia di domanda e può essere definito da ciascuna ASL;
  • la Commissione può consultare la documentazione allegata e chiedere di aggiungere ulteriori documenti, se necessario;
  • è stata introdotta una nuova funzione di valutazione preliminare della documentazione da parte del medico che procede alla validazione;
  • durante la redazione del verbale, è possibile associare altri documenti sanitari considerati utili per la valutazione.

Queste modifiche mirano a semplificare e accelerare il processo di valutazione dell’invalidità civile, garantendo nel contempo un’adeguata valutazione medica.

Ecco come inviare la documentazione per l’invalidità online.

FAQ sull’invalidità senza visita medica

Come allegare la documentazione sanitaria per richiedere l’accertamento o la revisione dell’invalidità senza visita medica?

Prima di allegare la documentazione sanitaria, il tuo medico curante avrà dovuto compilare e inviare telematicamente all’INPS il certificato medico introduttivo.

Con il codice univoco che ti avrà sempre rilasciato il medico, dovrai compilare la domanda per primo accertamento, aggravamento, handicap o revisione dell’invalidità civile, sempre sul sito web INPS.

Una volta che il sistema avrà acquisito la domanda, quindi, avrai la possibilità di allegare la documentazione sanitaria, cliccando sul pulsante “Allegazione documentazione sanitaria” (art. 29-ter della Legge n. 120/2020).

Attenzione: anche se avevi già inviato la domanda ma stai scoprendo solo adesso che puoi allegare la documentazione sanitaria, puoi sempre farlo, accedendo al servizio. Vale anche se hai già ricevuto comunicazione dall’INPS riguardante una revisione: il servizio può essere utilizzato fino alla conclusione dell’iter sanitario, ovvero finché la Commissione non definisce il verbale.

Ti ricordiamo che il sistema accetta solo documenti in formato PDF e di dimensione massima di 2 MB per ogni documento.

Cosa succede dopo l’invio della documentazione sanitaria per l’accertamento o la revisione dell’invalidità senza visita medica?

Una volta che avrai inviato telematicamente la documentazione sanitaria per l’accertamento dell’invalidità senza visita medica, la Commissione medica potrà consultarla e si pronuncerà con l’emissione di un verbale. Il verbale ti verrà inviato per mezzo raccomandata A/R.

Cosa succede se la documentazione per richiedere l’invalidità senza visita medica non è sufficiente?

In alcuni casi, può succedere che la Commissione medica non ritenga la documentazione sanitaria che hai inviato sufficiente a fare una valutazione obiettiva e completa.

In questo caso, la possibilità di richiedere l’accertamento o la revisione dell’invalidità senza visita medica si annulla, perché comunque verrai convocato a visita presso i locali della tua ASL di appartenenza.

Rischi di doverti presentare comunque di fronte alla Commissione anche se non presenti telematicamente la documentazione sanitaria per la revisione dell’invalidità entro 40 giorni dalla richiesta inoltrata tramite raccomandata dalla stessa Commissione.

Cosa succede se non mi presento davanti alla Commissione dopo il suo “rifiuto” alla mia richiesta di revisione di invalidità senza visita medica?

Se la Commissione ritiene che la documentazione inviata telematicamente non sia sufficiente per una valutazione sugli atti, ti convoca a visita diretta e se non ti presenti, in caso di revisione dell’invalidità la prestazione di cui stai beneficiando viene sospesa temporaneamente ai sensi dell’articolo 37 della Legge 23 dicembre 1998, n. 448 e dell’articolo 20, comma 2, del DL 1° luglio 2009, n. 78 convertito, con modificazioni, dalla Legge 3 agosto 2009, n. 102.

La sospensione può essere fatta direttamente dal medico dell’ASL che avrebbe dovuto valutare la documentazione sanitaria. Anche se non lo fa, il sistema registrerà comunque la tua assenza entro 3 giorni, in mancanza del caricamento del verbale sanitario da parte della Commissione, e la prestazione verrà sospesa.

A quel punto, verrai informato della sospensione della prestazione e avrai 90 giorni di tempo per presentare all’INPS un’idonea giustificazione.

Se l’Istituto accetterà la giustificazione, ti convocherà a nuova visita. Se non presenti la giustificazione o l’INPS la ritiene inidonea, ti verrà definitivamente revocata la prestazione e il provvedimento di revoca verrà formalizzato tramite una comunicazione, sempre per posta raccomandata.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.