Il pass disabili è legato alla persona o all’auto?

Il pass disabili è legato alla persona o all’auto? Nonostante la norma sia chiara da tempo, restano dei dubbi. Li chiariamo in questa agile guida dedicata a chi ha un contrassegno disabili.
 - 
12/06/2024

Il pass disabili è legato alla persona o all’auto? C’è una norma introdotta anni fa che specifica come il contrassegno sia personale. Eppure la questione continua a suscitare dei dubbi. Cerchiamo di fare chiarezza in questo post. (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

Il pass disabili è legato alla persona o all’auto?

Il pass disabili è dunque strettamente personale e non legato a un veicolo specifico. Significa che il titolare del pass può utilizzarlo su qualsiasi automobile desideri, a patto che sia fisicamente presente nel veicolo durante l’uso, sia in qualità di conducente o di passeggero.

Regolamenti specifici

Il pass non può essere lasciato in uso di altre persone, nemmeno in caso di urgenze, come l’acquisto di medicine. Tuttavia, in caso di multe per sosta irregolare, è possibile invocare lo stato di necessità, che potrebbe evitare contravvenzioni in situazioni particolari.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Acquista la nostra Guida Completa ai Permessi della Legge 104 oppure approfitta del pacchetto premium da 2 guide. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Pass disabili: chi ne ha diritto

Come sai il contrassegno per disabili definitivo, con una durata di validità di cinque anni, è riservato a persone che rientrano in specifiche categorie legate alla loro mobilità. Che sono queste:

Contrassegno temporaneo

Esiste anche la possibilità di ottenere un contrassegno per disabili temporaneo, della durata inferiore ai cinque anni, destinato a:

  • Persone invalide temporaneamente a causa di infortuni o altre condizioni patologiche, come specificato nell‘articolo 381, comma 4, del DPR 495/1992.
  • Persone che necessitano di assistenza continua per raggiungere luoghi di cura a causa della totale assenza di autonomia funzionale.

La certificazione medica necessaria per il contrassegno temporaneo deve indicare il periodo presumibile di durata dell’invalidità. Il rinnovo del contrassegno è possibile se l’Ufficio di Medicina Legale dell’Azienda Sanitaria Locale competente attesta che persistono le condizioni che giustificano il diritto al rilascio ulteriore.

Non è più collegato all’auto

Il contrassegno invalidi non è quindi più vincolato a una particolare automobile, come avveniva in passato. Il documento è di natura personale e può essere utilizzato liberamente su diversi mezzi di trasporto, siano essi di proprietà del titolare o di terzi, come familiari, amici o associazioni.

Cosa significa questo cambiamento?

Significa che il titolare del contrassegno può usufruire dei diritti di parcheggio e di transito in zone limitate a prescindere dal veicolo che sta utilizzando, garantendo così una maggiore mobilità e autonomia. È importante però che il contrassegno originale sia sempre presente nel veicolo durante l’uso.

Niente fotocopie

Il pass disabili deve essere sempre originale. Non è consentito l’uso di fotocopie, nemmeno se a colori. Questo aspetto è importante per evitare sanzioni e garantire che i diritti concessi dal contrassegno siano rispettati correttamente.

Implicazioni legali delle fotocopie

La Cassazione ha chiarito che l’uso di una fotocopia a colori del pass disabili non costituisce un reato, ma comporta comunque una sanzione amministrativa. Questa multa è paragonabile a quella per un eccesso di velocità.

Si rischia invece una denuncia per atto falso se non si espone una semplice copia, ma una riproduzione fotostatica plastificata realizzata in modo artigianale e presentata come se fosse l’originale.

Le regole per il pass disabili

Il contrassegno disabili offre a chi ne è titolare notevoli benefici in termini di mobilità urbana: consente di accedere al parcheggio in aree designate e di circolare nelle zone a traffico limitato (ZTL). Ecco un dettaglio delle regole.

Transito e sosta

Il pass consente ai veicoli che trasportano la persona disabile:

  • Di circolare nelle zone a traffico limitato (ZTL), zone a traffico controllato (ZTC) e aree pedonali urbane (APU), se è garantito l’accesso anche a una sola categoria di veicoli destinati a servizi di pubblica utilità, come descritto agli articoli 11, comma 1 e 3, e 12 del DPR 503/1996.
  • Di usufruire di corsie preferenziali riservate ai mezzi di trasporto pubblico e ai taxi, conforme all’articolo 11, comma 4, del DPR 503/1996.
  • Di parcheggiare gratuitamente nei parcheggi a pagamento (delimitati dalle cosiddette strisce blu) e negli spazi riservati nei parcheggi pubblici, senza esposizione del disco orario e senza limitazioni di orario, qualora gli spazi riservati risultino già occupati, come stabilito dal Comune.

Zone di divieto

Il contrassegno non autorizza la sosta in luoghi dove le norme principali di comportamento lo vietano, come:

  • Dove vige il divieto di sosta con rimozione forzata.
  • Dove vige il divieto di fermata.
  • In corrispondenza di attraversamenti pedonali, ponti, passaggi a livello, e altre aree sensibili dove la sosta potrebbe causare intralcio o pericoli.

Accesso regolato nei Comuni

Le modalità di accesso e sosta nelle ZTL possono variare da un Comune all’altro. In alcuni casi, può essere sufficiente esporre il contrassegno; in altri, specialmente con varchi elettronici, potrebbe essere necessario comunicare in anticipo il numero di targa del veicolo agli uffici comunali per evitare sanzioni.

Il pass disabili è legato alla persona o all’auto?
Nell’immagine posti auto riservati a chi ha un pass disabili.

FAQ (domande e risposte)

Il pass disabili è personale o legato all’auto?

Il pass disabili è specificamente legato alla persona e non al veicolo. Questo significa che il titolare del pass ha la libertà di utilizzarlo su qualsiasi automobile, indipendentemente dal fatto che sia proprietario o meno del veicolo. La legge ha definito che il contrassegno è personale, permettendo così una maggiore flessibilità e autonomia per la persona disabile.

Chi può utilizzare il contrassegno disabili su auto diverse?

Il titolare del contrassegno disabili può legalmente utilizzare il proprio pass su differenti auto, inclusi quelli di familiari e amici. È essenziale, però, che la persona disabile sia presente nel veicolo durante il suo utilizzo per parcheggiare negli spazi riservati o accedere a zone con restrizioni di traffico. Non è ammesso che altre persone usino il contrassegno in assenza del titolare.

Quali sono le regole per l’uso del contrassegno disabili?

Le regole per l’utilizzo del contrassegno disabili sono precise:

  • Il contrassegno deve essere esposto in modo chiaro sul veicolo quando utilizzato.
  • Il titolare deve essere presente nel veicolo per legitimare l’uso del pass.
  • Non è possibile utilizzare fotocopie del contrassegno; solo l’originale è valido.
  • Il pass permette l’accesso e la sosta in aree dedicate e in zone a traffico limitato, sempre che le regole comunali lo permettano.

Come si evitano multe usando il pass disabili?

Per evitare multe mentre si utilizza il pass disabili, è fondamentale:

  • Assicurarsi che il titolare del contrassegno sia presente nel veicolo.
  • Utilizzare sempre il contrassegno originale e non fotocopie.
  • Rispettare tutte le normative locali relative all’accesso nelle zone a traffico limitato e nelle aree di sosta.
  • In caso di emergenza, utilizzare correttamente il pass e, se necessario, citare lo stato di necessità in caso di contestazioni per sosta irregolare.

Chi ha diritto al contrassegno disabili temporaneo?

Il contrassegno disabili temporaneo è destinato a persone con una disabilità temporanea, come quelle in seguito a un infortunio. Per ottenerlo, è necessaria una certificazione medica che indichi la durata prevista della disabilità. Il pass temporaneo può essere rinnovato se le condizioni di salute del titolare richiedono prolungamenti ulteriori.

Il pass disabili autorizza la sosta in zone a traffico limitato?

Il pass disabili autorizza la sosta in zone a traffico limitato (ZTL) e in altre aree simili, sempre che il contrassegno sia visibile e il titolare presente nel veicolo. Tuttavia, l’accesso può variare a seconda delle normative comunali, quindi è sempre raccomandato verificare le specifiche regolamentazioni locali prima di accedere a queste zone.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.