I sordi possono guidare? Cosa dice la legge e perché

Scopri se i sordi possono guidare e cosa dice la normativa a riguardo del conseguimento della patente in questa situazione.
 - 
29/05/2024

I sordi possono guidare: scopriamo cosa dice la normativa a riguardo e se è possibile conseguire la patente di guida (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104, categorie protette, diritto del lavoro, sussidi, offerte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsApp, Telegram e Facebook).

I sordi possono guidare?

Sì, le persone sorde possono guidare. Nonostante l’udito sia un senso importante per mettersi alla guida, la sua perdita può essere nella maggior parte dei casi compensata con adeguate modifiche al veicolo e con supporti tecnologici che aiutino il conducente a udire i suoni dell’ambiente circostante, oltre a quelli del mezzo che sta guidando.

Le persone con sordità totale o con deficit uditivo significativo possono ottenere una patente speciale dopo essere state sottoposte a un’adeguata valutazione da parte una commissione medica allo scopo di attestare la loro idoneità a guidare in sicurezza.

Inoltre, chi ha un deficit uditivo, ma fa uso di apparecchi acustici che gli permettono di udire in modo sufficiente, può conseguire una patente normale senza necessità di ottenere delle ulteriori autorizzazioni.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Quali sono i problemi alla guida delle persone sorde?

L‘ipoacusia, che può presentarsi a vari livelli di gravità, compromette la capacità di percepire stimoli sonori esterni, come il suono del clacson, il rumore di un guasto meccanico o i segnali acustici all’interno del veicolo stesso. Questi suoni sono fondamentali per riconoscere eventuali situazioni di pericolo e per reagire prontamente in modo adeguato.

Le persone affette da ipoacusia dovrebbero, quindi, evitare di aggiungere ulteriori fonti di rumore nell’abitacolo mentre sono alla guida. I rumori supplementari, che possono variare dai 60 ai 100 decibel (come la radio, la musica o il telefono in modalità viva voce), possono, infatti, compromettere ulteriormente la capacità del conducente di riconoscere i suoni importanti in caso di emergenza.

Di conseguenza, una ridotta capacità uditiva può aumentare il rischio di incidenti, motivo per cui la legge richiede che i guidatori soddisfino degli specifici requisiti uditivi per poter conseguire la normale patente di guida.

Sia il rinnovo che il rilascio della patente sono, quindi, condizionati dalla capacità di guida del conducente, che viene valutata anche attraverso esami medici che includono test dell’udito.

Quali sono i requisiti di udito necessari per la patente di guida?

L’articolo 119 del Codice della Strada stabilisce i requisiti uditivi necessari per ottenere o rinnovare la patente di guida.

La normativa specifica in particolare che:

  • Per le patenti di categoria A e B, è necessario che l’individuo sia in grado di sentire e distinguere la voce parlata, con chiarezza delle parole, da una distanza minima di due metri per ciascun orecchio.
  • L’udito può essere verificato utilizzando apparecchi acustici correttivi, la cui efficacia deve essere certificata dal fabbricante con una documentazione non più vecchia di tre mesi. L’uso di questa tipologia di apparecchi (come avviene per occhiali e lenti) sarà annotato sulla patente.
  • Per le patenti di categoria C, D ed E, è richiesto che il candidato possa percepire chiaramente la voce parlata da una distanza di almeno otto metri, e di almeno due metri per l’orecchio meno funzionante, senza l’ausilio di dispositivi correttivi.

La responsabilità della verifica di questi requisiti uditivi spetta a personale medico qualificato. Questa valutazione può essere eseguita sia da medici singoli, tra cui quelli delle ASL, medici militari e altri, sia da Commissioni Mediche Locali (CML), costituite da più specialisti che forniscono un giudizio congiunto.

I sordi possono guidare
I sordi possono guidare: in foto una signora anziana alla guida di un’auto.

Se non si rispettano i requisiti per la patente di guida cosa succede?

Per le patenti di tipo A e B, se i requisiti uditivi non sono soddisfatti nemmeno con l’ausilio di apparecchi acustici, è possibile richiedere alla Commissione Medica Locale l’emissione di una patente speciale (AS o BS).

In seguito alla valutazione della Commissione, il rilascio della patente potrebbe includere alcune restrizioni specifiche, come il divieto di guidare di notte in autostrada o la necessità di essere accompagnati da un’altra persona durante la guida. Generalmente, queste patenti impongono anche l’uso obbligatorio di due specchi retrovisori laterali, caratteristica comune a tutti i moderni veicoli.

Per le categorie C e D, l’ottenimento dei requisiti può essere valutato con l’uso di protesi uditive, ma l’esame deve essere condotto dalla Commissione Medica Locale. La patente che viene rilasciata in questi casi è di tipo speciale (CS o DS) e viene associata a limitazioni precise.

FAQ su i sordi possono guidare

Chi non può conseguire la patente di guida?

Non è permesso partecipare all’esame per la patente di guida a chiunque soffra di condizioni fisiche o mentali, insufficienze organiche o limitazioni anatomiche o funzionali che rendano la persona incapace di guidare veicoli a motore in modo sicuro.

Cosa vuol dire codice 67 sulla patente?

La presenza del codice 67 sulla propria patente di guida significa che non si è autorizzati a guidare i veicoli in autostrada.

Chi è sordo ha la 104?

Le persone sorde possono essere riconosciute come portatori di handicap, considerando le sfide che incontrano nella vita sociale piuttosto che le specifiche disabilità fisiche. In virtù di questo riconoscimento, godono dei benefici previsti dall’articolo 3 della Legge 104, come confermato da una nota del Dipartimento della Funzione Pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri, datata 4 aprile 1995.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1