Un genitore disabile può adottare un bambino?

Scopri se un genitore disabile può adottare un bambino e quali sono i requisiti da soddisfare in questa determinata situazione al fine di ottenere l'adozione.
 - 
13/06/2023

Un genitore disabile può adottare un bambino: vediamo insieme se ci sono preclusioni (entra nella community di Invalidità e Diritti e scopri le altre guide complete di IED. Unisciti al gruppo Telegram, alla chat tematica e a WhatsApp per ricevere tutte le news direttamente sul cellulare. Entra nel gruppo Facebook per parlare con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi. Abbiamo anche una pagina Instagram dove pubblichiamo le notizie in formato grafico e un canale YouTube, dove pubblichiamo video guide e interviste).

L’adozione è un atto d’amore che permette a una coppia o a un individuo di dare una famiglia e un futuro a un bambino in cerca di affetto. Tuttavia, per le coppie in cui uno dei partner è disabile, il processo di adozione può sembrare complicato e pieno di ostacoli.

Nonostante ciò, non esistono divieti legali all’adozione per i genitori disabili, ma ci sono alcune barriere di fatto che rendono il cammino difficile.

In questo articolo, esploreremo la questione se un genitore disabile può adottare un bambino, analizzando le sfide che devono affrontare e le opportunità che possono cogliere per realizzare il sogno di formare una famiglia attraverso l’adozione.

Un genitore disabile può adottare un bambino: ci sono delle preclusioni?

Non esiste alcun divieto legale all’adozione, ma ci sono barriere di fatto che rendono il cammino difficile, soprattutto per le adozioni internazionali. Tuttavia, l’ottenimento dell’idoneità all’adozione è possibile anche per le coppie disabili.

Il giudizio di idoneità tiene conto di molti fattori, tra cui lo stato di salute, ma la presenza di una disabilità non preclude l’adozione. È possibile presentare un certificato medico per attestare la buona qualità di vita del genitore disabile.

Alla luce di ciò, un genitore disabile può adottare un bambino, ma gli potrebbe essere richiesta della documentazione sanitaria per attestare che la disabilità non influirà sul ruolo di genitore.

Entra nella community e nella chat di Invalidità e Diritti e aggiungiti al gruppo Telegram di news su invalidità e Legge 104 e a quello di WhatsApp per tutte le news. Nel nostro gruppo Facebook confrontati con migliaia di persone che hanno i tuoi stessi interessi. Abbiamo anche una pagina Instagram dove pubblichiamo le notizie in formato grafico e un canale YouTube, dove pubblichiamo video guide e interviste.

Un genitore disabile può adottare un bambino: come si adotta un bambino?

In Italia, il percorso per adottare un bambino è ben preciso e richiede l’avvio di una procedura presso il tribunale per i minorenni competente per la residenza. La coppia che desidera adottare deve presentare un’istanza accompagnata da una serie di documenti, tra cui certificati medici, dichiarazione dei redditi e la dichiarazione di assenso all’adozione da parte dei “futuri nonni adottivi”.

Dopo aver ricevuto la domanda, il giudice minorile esamina i documenti e, se ritiene la coppia idonea, trasmette il tutto ai servizi sociali territoriali. A questo punto, gli assistenti sociali valutano se un genitore disabile può adottare un bambino, le potenzialità genitoriali della coppia tramite incontri, indagini mediche e psicologiche e accertamenti da parte degli organi di pubblica sicurezza.

Se la coppia viene ritenuta idonea, viene inserita in una lista di attesa per poi essere abbinata a un minore che sia stato dichiarato adottabile dal tribunale dei minori.

Successivamente, inizia il periodo di affidamento preadottivo, che dura almeno 12 mesi e durante il quale la coppia e il bambino possono conoscersi e stabilire un legame. Al termine di questo periodo, dopo una relazione dei servizi sociali al giudice minorile competente, l’adozione nazionale diventa definitiva.

Un genitore disabile può adottare un bambino: qual è la procedura per un’adozione internazionale?

Nel caso di adozioni internazionali, la coppia dichiarata idonea ha un anno di tempo per scegliere uno degli enti autorizzati dalla Commissione per le adozioni internazionali. Questi enti sono agenzie, associazioni e Onlus iscritte in un apposito albo, che forniscono assistenza alla coppia nei rapporti con il paese di provenienza del bambino, nella formazione della coppia e nell’assistenza post-adozione.

La scelta dell’ente autorizzato è importante perché fornisce un riferimento nel periodo successivo all’adozione, quando possono sorgere difficoltà o problemi. Dopo aver individuato il bambino, sono previsti degli incontri conoscitivi nel Paese di origine del minore, al termine dei quali viene prodotta una documentazione necessaria per l’autorizzazione dell’ingresso e della permanenza del bambino in Italia.

Una volta che il bambino giunge in Italia, diventa un cittadino italiano e un membro effettivo della nuova famiglia.

Un genitore disabile può adottare un bambino
Un genitore disabile può adottare un bambino: in foto la mano di un bambino poggiata su quella di un adulto.

Un genitore disabile può adottare un bambino: quali sono i requisiti necessari per l’adozione?

Secondo le norme italiane sull’adozione, solo coppie eterosessuali e coniugate possono adottare un bambino. Al momento, non è possibile l’adozione da parte di genitori single o conviventi. Inoltre, gli aspiranti genitori devono essere sposati da almeno tre anni o aver convissuto in modo continuativo per altrettanto tempo prima del matrimonio.

Esiste anche un limite di età per l’adozione: il membro più giovane della coppia non deve avere una differenza d’età inferiore a 18 anni, né superiore a 45 anni rispetto al figlio adottivo. Tuttavia, ci sono alcune eccezioni, ad esempio se il bambino soffre di una malattia, se i coniugi hanno già figli (naturali o adottivi), o se l’adozione riguarda un fratello o una sorella di un minore già adottato dalla stessa coppia.

La scelta dell’età del bambino può influire sulla durata dell’iter, poiché è possibile adottare un bambino di pochi mesi, ma i futuri genitori non devono superare i limiti di età previsti dalla legge, e il tribunale deve dichiarare il bambino adottabile.

Inoltre, nella documentazione richiesta per inoltrare la disponibilità ad adottare, bisogna allegare la dichiarazione dei redditi. Tuttavia, la normativa non stabilisce un limite di reddito per poter adottare, sebbene sia importante avere una situazione economica stabile.

Faq su un genitore disabile può adottare un bambino

Può un genitore disabile adottare un bambino?

Assolutamente sì, un genitore disabile può adottare un bambino. Non esistono divieti legali a riguardo, ma potrebbero esserci alcune difficoltà pratiche da affrontare. Ricorda, la presenza di una disabilità non preclude l’adozione. Sarà però necessario fornire documentazione medica per dimostrare che la disabilità non interferisce con le responsabilità genitoriali.

Come fa un genitore disabile a adottare un bambino?

Il percorso per adottare un bambino è ben delineato. Dovrai presentare una domanda al tribunale per i minorenni competente per la tua residenza. Dopo la valutazione dei documenti e l’approvazione dell’idoneità, sarai inserito in una lista di attesa per essere abbinato a un minore dichiarato adottabile.

Quali passaggi sono necessari per un’adozione internazionale da parte di un genitore disabile?

Per le adozioni internazionali, dopo essere stato dichiarato idoneo, avrai un anno di tempo per scegliere un ente autorizzato dalla Commissione per le adozioni internazionali. Questi enti ti aiuteranno a gestire i rapporti con il paese di origine del bambino e ti assisteranno anche nel periodo successivo all’adozione.

Quali sono i requisiti necessari per l’adozione da parte di un genitore disabile?

I requisiti per l’adozione in Italia sono specifici. Solo le coppie sposate da almeno tre anni o che hanno vissuto insieme in modo continuativo per altrettanto tempo possono adottare. Inoltre, devono essere rispettati certi limiti di età. Infine, dovrai fornire una prova di stabilità economica, anche se non esiste un limite di reddito specifico.

Esistono supporti per un genitore disabile che vuole adottare un bambino?

Sì, esistono diverse comunità che possono offrire supporto e orientamento, come la community di Invalidità e Diritti. Puoi anche unirti a gruppi su vari canali di comunicazione come Telegram, WhatsApp, e Facebook per ricevere notizie e confrontarti con persone che condividono i tuoi stessi interessi. Inoltre, il canale YouTube di Invalidità e Diritti pubblica video guide e interviste che potrebbero esserti utili.

Ecco le 5 guide preferite dagli utenti:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.