Assistenza disabili: detrazioni fiscali

Assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali: questo articolo spiega chi può beneficiare di detrazioni e deduzioni, e quali spese possono essere dedotte o detratte dal reddito complessivo.
 - 
19/09/2023

In questo approfondimento spieghiamo tutto quello che devi sapere in merito ad assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali (scopri le ultime notizie su Invalidità e Legge 104categorie protettediritto del lavorosussidiofferte di lavoro e concorsi attivi. Leggile gratis su WhatsAppTelegram e Facebook).

Assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali

Vediamo innanzitutto cosa è previsto per quanto riguarda l’assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali. Andremo poi a parlare anche delle spese deducibili.

È possibile detrarre dal reddito complessivo le spese sostenute per gli addetti all’assistenza personale di persone non autosufficienti, con una detrazione del 19%.

Questa detrazione è calcolata su spese fino a 2.100 euro e si applica solo se il reddito complessivo del contribuente è inferiore a 40.000 euro.

Acquista la nostra Guida più dettagliata sull’Invalidità Civile con oltre 150 pagine e le risposte a tutte le domande. Leggi gratis l’indice e il primo capitolo.

La non autosufficienza deve essere certificata da un medico e può includere difficoltà nelle attività quotidiane come alimentarsi, deambulare e vestirsi.

La detrazione può essere richiesta solo se le spese sono effettuate tramite sistemi di pagamento tracciabili e sono documentate in modo adeguato.

L’importo massimo di 2.100 euro per le detrazioni per gli addetti all’assistenza personale si riferisce al contribuente singolo, indipendentemente dal numero di persone per cui è stata fornita assistenza.

Se più contribuenti hanno sostenuto spese per assistenza alla stessa persona non autosufficiente, l’importo deve essere suddiviso tra di loro.

Queste agevolazioni fiscali sono un sostegno fondamentale per chi fornisce assistenza a persone disabili o non autosufficienti.

È importante assicurarsi di conservare la documentazione necessaria e di rispettare le condizioni per beneficiare delle detrazioni fiscali.

Entra nella community, informati e fai le tue domande su YouTube e Instagram.

Cumulabilità con altre agevolazioni

La detrazione per l’assistenza alle persone non autosufficienti è cumulabile con altre agevolazioni, come la deduzione dei contributi previdenziali e assistenziali obbligatori versati per gli addetti ai servizi domestici e familiari. Questi contributi possono essere dedotti fino a un importo massimo di 1.549,37 euro.

Parliamo di cosa è previsto per la nuova assistenza alle persone con disabilità: tutto quello che il Governo dovrà attuare entro il 2024 e cosa cambierà.

Assistenza per persone disabili e deduzioni fiscali: chi ne ha diritto

Le persone con disabilità, riconosciute dalla Commissione medica istituita ai sensi dell’articolo 4 della Legge n. 104/1992 o da altre Commissioni mediche pubbliche (invalidità civile, di lavoro, di guerra), possono dedurre le spese mediche e di assistenza specifica. Anche i grandi invalidi di guerra e coloro equiparati a essi rientrano in questa categoria.

Per ottenere la deduzione, è importante considerare la definizione di disabilità e non autosufficienza.

Nel caso delle persone con handicap, è sufficiente la condizione di handicap riportata nell’articolo 3, comma 1, della Legge n. 104/1992 (handicap senza connotazione di gravità). Per gli invalidi civili, occorre accertare la grave e permanente invalidità o menomazione.

Detrazioni per disabili: come funziona per l’IRPEF al 19% e quali documenti presentare per godere dell’agevolazione fiscale?

Spese deducibili

Le spese ammesse in deduzione comprendono le spese mediche generiche come medicinali e prestazioni mediche generiche, oltre alle spese di assistenza specifica. Quest’ultima categoria include:

  • Assistenza infermieristica e riabilitativa da personale paramedico con qualifica professionale specialistica.
  • Prestazioni da personale con qualifica di addetto all’assistenza di base o operatore tecnico assistenziale, dedicato esclusivamente all’assistenza diretta della persona.
  • Prestazioni fornite da personale di coordinamento delle attività assistenziali di nucleo, educatori professionali, personale addetto ad attività di animazione e di terapia occupazionale.

Le prestazioni sanitarie rese da professionisti elencati nel Dm 29 marzo 2001 sono deducibili anche senza la specifica prescrizione da parte di un medico, a condizione che dal documento di spesa risultino la figura professionale e la prestazione resa.

È possibile, inoltre, portare in deduzione anche le spese sostenute per le attività di ippoterapia musicoterapia, a condizione che:

  • siano prescritte da un medico che ne attesti la necessità per la cura del portatore di handicap;
  • siano eseguite in centri specializzati direttamente da personale medico o sanitario specializzato (psicoterapeuta, fisioterapista, psicologo, terapista della riabilitazione, eccetera) ovvero sotto la loro direzione e responsabilità tecnica.

Vediamo quali sono le agevolazioni per installare il montascale per i disabili e come ottenerle: detrazioni, IVA agevolata e Bonus barriere architettoniche.

Spese non deducibili

Non sono deducibili le spese per prestazioni svolte da pedagogisti, prestazioni sanitarie specialistiche ((analisi, prestazioni chirurgiche e specialistiche) o l’acquisto di dispositivi medici, tranne quando questi sono necessari per l’accompagnamento, la deambulazione o il sollevamento delle persone con disabilità.

Assistenza sanitaria per disabili: vediamo cosa garantisce l’Italia ai disabili che hanno bisogno di assistenza ambulatoriale e domiciliare.

Limiti di deducibilità

Le spese mediche generiche e di assistenza specifica sono interamente deducibili dal reddito complessivo, anche se sostenute dai familiari dei disabili, purché vengano documentate adeguatamente.

In caso di ricovero in un istituto di assistenza, solo la parte delle spese mediche e di assistenza specifica è deducibile.

Ti mostriamo tutte le agevolazioni fiscali per l’invalidità civile: detrazioni, deduzioni, Iva agevolata, sconti e bonus.

Assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali
Assistenza per persone disabili e detrazioni fiscali. Nella foto: un uomo utilizza una calcolatrice

Documentazione per la richiesta

La documentazione delle spese deve includere fatture, ricevute o quietanze con i dati fiscali del pagante. Questi documenti devono essere conservati per tutto il periodo in cui l’Agenzia delle entrate può richiederli.

Per le detrazioni relative alle spese mediche generiche e di assistenza specifica, sono richiesti documenti specifici, compresi certificati di riconoscimento dell’handicap o autocertificazioni.

Ecco nel dettaglio l’elenco della documentazione da presentare:

Documenti per detrazioni spese mediche generiche:

  • fattura o scontino fiscale parlante;
  • ricevuta fiscale o fattura rilasciata dal medico;
  • certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap;
  • autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare. Se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta.

Documenti per detrazioni assistenza specifica:

  • fattura o ricevuta fiscale, rilasciata da chi ha erogato la prestazione, attestante che si tratta di assistenza medica o paramedica;
  • fattura rilasciata dalla casa di assistenza e ricovero, in cui è chiaramente distinta la quota relativa all’assistenza della retta complessiva;
  • certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap;
  • autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare. Se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta.

Documenti per detrazioni ippoterapia e musicoterapia:

  • prescrizione medica;
  • fattura o ricevuta fiscale rilasciata dal centro specializzato con attestazione che la prestazione è stata effettuata direttamente da personale medico e sanitario specializzato ovvero sotto la loro direzione e responsabilità tecnica;
  • certificazione relativa al riconoscimento dell’handicap o autocertificazione che ne attesti il riconoscimento dell’handicap;
  • autocertificazione attestante che le spese sono state sostenute per un familiare. Se la fattura o la ricevuta fiscale è intestata solo alla persona disabile, sul documento va annotata la quota di spesa sostenuta.

FAQ (domande e risposte)

Cosa sono le deduzioni fiscali?

Le deduzioni fiscali sono somme di denaro che si tolgono dai tuoi guadagni. Quando fai la dichiarazione dei redditi, puoi usare queste deduzioni per diminuire il tuo reddito imponibile. Un reddito imponibile più basso significa che paghi meno tasse.

E le detrazioni fiscali?

Le detrazioni fiscali sono cifre che si sottraggono direttamente dalle tasse che devi pagare. Se, per esempio, devi pagare 1000 euro di tasse e hai una detrazione di 100 euro, pagherai solo 900 euro.

Quali sono le differenze tra deduzioni e detrazioni?

La principale differenza è dove agiscono. Le deduzioni riducono il reddito su cui si calcolano le tasse. Le detrazioni riducono direttamente le tasse da pagare.

Posso avere sia deduzioni che detrazioni?

Sì, puoi avere sia deduzioni che detrazioni nella tua dichiarazione dei redditi. Ognuna ha regole e limiti diversi, ma entrambe aiutano a pagare meno tasse.

Come so quali deduzioni e detrazioni posso usare?

Ci sono molte regole e guide fornite dallo Stato. Puoi parlare con un commercialista, oppure cercare informazioni sul sito dell’Agenzia delle Entrate. Lì trovi spiegazioni semplici su quali deduzioni e detrazioni puoi avere.

Usare deduzioni e detrazioni è sempre buono?

Usare deduzioni e detrazioni può aiutarti a risparmiare sulle tasse. Ma è importante seguire le regole e non fare errori. Se non sei sicuro su cosa fare, chiedi aiuto a un esperto.

Ecco gli articoli preferiti dagli utenti sull’invalidità civile:

Your Title Goes Here

Your content goes here. Edit or remove this text inline or in the module Content settings. You can also style every aspect of this content in the module Design settings and even apply custom CSS to this text in the module Advanced settings.

Entra nei gruppi

Ricevi ogni giorno gratis e senza spam i migliori articoli sull’invalidità e sulla Legge 104. Scegli il gruppo che ti interessa:

Telegram (Consigliato) / privacy

WhatsApp / privacy

Facebook

Importante:

  • Sul gruppo Telegram è possibile commentare le notizie e confrontarsi in chat;
  • Sul gruppo WhatsApp non si può scrivere, pubblichiamo noi le notizie due volte al giorno;
  • I post nel gruppo Facebook sono moderati. Pubblichiamo solo quelli utili alla comunità. I commenti sono liberi, ma controllati.

Ci riserviamo di bannare ed escludere dai gruppi persone violente/aggressive o che si comportano contro i nostri valori.

1